Gnocchi/ Nocciole/ Primi piatti

GNOCCHI RIPIENI DI CACIO E PEPE CON PESTO DI NOCCIOLE

Un piatto semplice, veloce e gustoso!

Gli gnocchi sono dell’azienda MammaEmma che una garanzia per ogni consumatore. Progettando loro stessi i macchinari necessari, grazie alla loro formazione tecnica, i due soci sono riusciti a realizzare un processo produttivo che segue ogni fase della ricetta tradizionale.
I risultati? Oggi Mamma Emma è orgogliosa di esportare l’originalità dello gnocco Italiano in oltre 15 nazioni in 5 continenti.
I loro prodotti vengono sottoposti ad un processo di pastorizzazione che evita contaminazioni microbiologiche e rende inutile l’uso di conservanti.➡️ https://www.mammaemma.it/

Il pesto di nocciole è una specialità dell’azienda Redonda iscritta al Consorzio di tutela nocciola Tonda di Giffoni IGP. Prodotti lavorati in modo artigianale e completamente manuale. Ciò che rende un’impresa l’impresa è il cuore, mettere amore in tutto: dalla ricerca dei migliori strumenti per la produzione, fino alla scelta delle etichette per il confezionamento! Ed infatti il packaging squadrato scelto per i loro prodotti, è meraviglioso!!! Quando il prodotto sarà esaurito, potrete utilizzarli per altri scopi ➡️ https://redonda.it/

La meravigliosa padella che vedete nelle mie foto è di Stoneline ed appartiene alla linea Back to Nature. Grazie allo speciale rivestimento antiaderente STONELINE® potete cucinare le vostre pietanze preferite anche senza aggiunta di olio o di grassi: la cottura sarà comunque perfetta e i cibi non si attaccano al fondo.
Non importa se il piano cottura è a gas, in vetroceramica, a induzione o elettrico! Negli strumenti di cottura non rimangono resti di cibo attaccati sul fondo, quindi non occorre grattare o raschiare per pulirli: si lavano a mano senza fatica e in pochissimo tempo. ➡️ https://www.stoneline.de/it/

GNOCCHI RIPIENI DI CACIO E PEPE CON PESTO DI NOCCIOLE

Ingredienti:
350 gr di gnocchi ripieni di cacio e pepe (MammaEmma)
130 gr di pesto di nocciole (Redonda Giffoni)
Olio EVO qb (Redonda Giffoni)
Padella Stoneline

In una padella antiaderente mettete un filo d’olio EVO, scaldate e aggiungete il pesto di nocciole composto da Nocciole (varietà tonda di Giffoni), olio extravergine di oliva, olio di nocciola, parmigiano reggiano stagionato almeno 30 mesi, pecorino.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua salata e quando sarà pronta buttate gli gnocchi ripieni di cacio e pepe composti da patate cotte a vapore 59%, farina di grano tenero tipo “0”, Pecorino romano DOP 6%, spalmabile di ricotta, uova, latte intero fresco pastorizzato, olio di semi di girasole, sale e pepe.

Appena gli gnocchi verranno a galla, scolateli e versateli nella padella con il condimento. Saltate e servite.

Funghi/ nduja/ Pasta/ Primi piatti/ Zafferano

TAGLIATELLE ALLO ZAFFERANO, NDUJA E FUNGHI

Un primo piatto ricco e saporito, con ingredienti di prima scelta!

Il “Pastificio Milazzo” nasce nel 1992 a San Cono, un paesino dell’entroterra Siciliano già dalle origini, il fondatore, il Sig. Rocco è andato alla ricerca delle migliori miscele di semole, raggiungendo il top negli ultimissimi anni, ottenendo una pasta da semola certificata 100% Siciliana. La vera tradizione della pasta artigianale siciliana, tramandata di generazione in generazione ➡️ https://www.pastificiomilazzo.it/

Lo zafferano prezioso e dal sapore intenso è di Az.Agr. Pietrazita che a Sant’Angelo di Brolo coltiva frutta, zafferano, ulivi e frutta oleosa… con la cura e la passione che la natura e il consumatore finale si meritano ➡️ infopietrazita@gmail.com

I funghi secchi sono venduti da Welponer dove potete trovare tantissimi prodotti tipici trentini selezionati, una vasta scelta ad un ottimo prezzo! C’è di tutto, impossibile non trovare ciò che cercate ma se così non fosse potete fare la vostra richiesta direttamente all’azienda ➡️ https://www.deliziedaltrentino.it/

Per la nduja mi sono affidata a e-gusto che rappresenta le tradizioni, il sole ed i sapori piccanti della Calabria racchiusi in un vasetto!!! Specializzati nella produzione di conserve sott’olio, spezie, ingredienti per preparare gustosi piatti, marmellate e confetture, l’azienda non rinuncia mai a dare un pizzico di vivacità alle sue ricette grazie all’uso sapiente di una risorsa straordinaria: il Peperoncino di Calabria ➡️ https://www.e-gusto.shop/

L’ottimo olio extravergine utilizzato arriva dalla meravigliosa Sardegna ed è acquistabile da La Bottega di Tommy che con amore e passione per la tradizione sarda, seleziona i migliori prodotti locali per riproporli ai clienti sotto forma di box a tema o sfusi. Potrete trovare varie categorie, dai salumi al pane carasau, vini, olio… c’è un mondo da scoprire… ➡️ https://labottegaditommy.com/

TAGLIATELLE ALLO ZAFFERANO, NDUJA E FUNGHI

Ingredienti:
500 gr di tagliatelle (io Pastificio Milazzo)
Circa 40 stimmi di zafferano  (io Az. Agr. Pietrazita)
Circa 15 gr di funghi secchi (io Welponer)
30 gr di nduja in crema (io E-gusto)
Olio EVO qb (io La Bottega di Tommy)

Per prima cosa mettete a bagno I funghi nel latte caldo e lo zafferano con un dito di latte.
In una grande padella antiaderente mettete un filo d’olio EVO , aggiungete la nduja e spargete mescolandola con l’olio.
Inserite anche i funghi secchi con il loro latte e lo zafferano, mescolate per bene.
Nel frattempo mettete a cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata.
Quando saranno pronte scolatele e versatele nella padella con il condimento. Mescolate e servite.

Olive/ Pasta/ Primi piatti/ Speck/ Tonno

PASTA CON SPECK, TONNO ROSSO E PATÉ DI OLIVE TAGGIASCHE

Un primo piatto saporito e facile da preparare che vi conquisterà!

La pasta è del Pastificio Setaccioro ed è creata in un piccolo laboratorio che ha la possibilità di sorvegliare con meticolosità ogni passaggio della produzione… L’acqua proveniente dalle fonti dei monti Picentini si mescola alla semola di grano duro italiano di altissima qualità. Essa è ricca di fibre, proteica, contiene vitamine e sali minerali, è antiossidante, ha un indice glicemico più basso delle farine prodotte da grano tenero e contiene glutine. Ecco il sito in cui troverete tutti i formati disponibili ➡️ https://www.setaccioro.it/

La ventresca di tonno rosso di Akkuamarina è un prodotto pregiato, di alto livello, dal sapore inconfondibile. L’azienda è conosciuta per la sua professionalità e il tonno che ho utilizzato è ideale anche da mangiare così com’è. Anche voi potete provarlo, ormai è possibile acquistarlo anche come privati e io sono davvero fiera di aver avuto il privilegio di testarlo per voi ➡️ https://akkuamarina.sumup.link

Carpano Speck mi ha deliziata con il suo Speck dal sapore intenso ma allo stesso tempo delicato, che ho constatato essere ottimo sia puro, da mangiare tagliato a fette, sia all’interno dei miei piatti in cottura. L’azienda produce prodotti trentini, salumi e latticini che potete tro are nel loro shop on line ➡️ https://www.carpanoshop.com/

Olio extravergine e patè di olive taggiasche arrivano dal Frantoio Ghiglione sito in Liguria a Dolcedo. In ogni prodotto è conservato il gusto di una tradizione mantenuta viva grazie all’esperienza artigianale ereditata da ‘nonno Giuseppe’. Coltivata, naturalmente, con il suo stesso amore: l’ingrediente principale per il Frantoio Ghiglione. Nel loro shop potrete trovare una vasta gamma di prodotti, tutti conservati con la stessa passione e cura di una volta ➡️ https://www.frantoioghiglione.it/

In accompagnamento un vino bianco, il TAI di Az. Agr. DIOTISALVI un prodotto bio, nato da vitigni di oltre 90 anni, da uve raccolte a mano la seconda metà di settembre, pressata intera con decantazione veloce. Fermentato in botti di rovere ➡️ https://www.diotisalvi.it/it

PASTA CON SPECK, TONNO ROSSO E PATÉ DI OLIVE TAGGIASCHE

Ingredienti:
500 gr di pasta (io Setaccioro)
150 gr di tonno rosso (io ventresca di Akkuamarina)
150 gr di speck (io Carpano Speck)
180 gr di Paté di olive taggiasche (Frantoio Ghiglione)
Olio EVO qb (io Frantoio Ghiglione)

In accompagnamento:
Vino bianco TAI Az. Agr. DIOTISALVI

Prima di tutto tagliate  cubetti lo speck.
Mettete un filo d’olio in una padella antiaderente, scaldate e metteteci lo speck. Fatelo rosolare, poi aggiungete il patè di olive taggiasche e mescolate per amalgamarlo con l’olio.
Per ultimo aggiungete il tonno rosso.
Nel frattempo mettete a cuocere la pasta in abbondante acqua salata e quando sarà pronta scolatela e trasferitela nella padella con il condimento.
Saltate e servite.

Antipasti/ Formaggio/ Polenta

CUBETTI DI POLENTA RIPIENI DI PROVOLA

Croccanti stuzzichini che vi conquisteranno!

Per realizzarli ho utilizzato la farina di mais di Best of the Apps di cui voglio raccontarvi la storia: è un progetto nato nel 2018 per dare visibilità ai piccoli produttori degli Appennini dopo il dramma del terremoto che ha gravemente colpito il centro Italia, dare loro la possibilità di essere visibili online.
Oggi rappresenta un e-commerce di prodotti tipici di nicchia, prodotti genuini del territorio, il cui scopo è riportare sulle tavole degli affezionati clienti il sapore genuino degli alimenti “di una volta”, oltre all’impegno di risollevare l’economia del nostro territorio. ➡️ www.bestoftheapps.it

La straordinaria provola di bufala è dell’azienda Casata Campana che nasce con lo scopo di far conoscere in tutto il mondo la cucina campana e i meravigliosi prodotti che offre.
Un’azienda basata su serietà, dedizione e cura dei dettagli.
Le spedizioni sono sicure e veloci, in 24/48 ore riceverete ogni articolo ordinato direttamente sul sito ➡️ https://www.casatacampana.com/

CUBETTI DI POLENTA RIPIENI DI PROVOLA DI BUFALA

Ingredienti:
300 gr di farina di mais (io Best of the Apps)
1200 ml di acqua
Sale
Una noce di burro
Provola di bufala (io Casata Campana)
Olio di semi di girasole x friggere

In una pentola alta antiaderente o in un paiolo, portate ad ebollizione l’acqua, poi aggiungete il sale.
Versate a fontana la farina di mais e mescolate energicamente con una frusta.
Proseguite la cottura mescolando spesso, per circa un’ora finché la polenta si sarà addensata e verso la fine aggiungete una noce di burro e mescolate.
Lasciate intiepidire per un quarto d’ora e nel frattempo tagliate a piccoli cubetti la provola.
Adesso è arrivato il momento di creare i cubetti. Per averli perfetti dovrete utilizzare degli stampi quadrati, come quelli per fare il ghiaccio, e l’operazione è meticolosa perché dovrete ungere lo stampo con olio, prendere un cucchiaino di polenta alla volta, metterlo in ogni stampino, appoggiarci al centro un pezzetto di provola e poi ricoprire con un altro cucchiaino di polenta.
Se invece preferite seguire un percorso più veloce, potete rivestire di carta forno una teglia per pizza con i bordi, rovesciarci dentro metà della polenta, cospargere con la provola, ricoprire con il resto della polenta, far raffreddare e poi tagliare a cubetti.
Una volta che i cubetti saranno sodi, in entrambe le versioni, dovrete friggerli in abbondante olio di semi.
Scolate su carta assorbente e serviteli caldi.

Lievitati/ Pane-Focacce-Pizze/ Prosciutto

SGABEI FRITTI CON PROSCIUTTO CRUDO

Gli sgabei sono dei grissini fatti con l’impasto della pizza e poi fritti! Sono di una bontà indescrivibile!!!

Per realizzarli ho utilizzato la farina di Campo di Papi W200 che vende online farine professionali in una vastissima gamma tra cui scegliere. Viene macinato il grano migliore per creare un prodotto sicuro, performante e di alta qualità. L’esperienza pluriennale ha permesso a Campo di Papi di creare delle linee sia per i professionisti che per i privati. Potete acquistarle online al lonk ➡️ https://www.campodipapi.it/

Anche la qualità dell’olio EVO è essenziale per un gusto sublime! Io mi sono affidata ad Az. Agr. Caratelli esempio di azienda strutturata che ama la natura, rispetta l’ambiente e tramanda la tradizione da padre in figlio. Potete acquistare le 3 tipologie di olio extravergine sul sito ➡️ https://www.aziendaagricolacaratelli.it/

E come salume ho scelto il prosciutto crudo dell’azienda La Glacere che sceglie solo maiali nati, allevati e macellati esclusivamente in Italia. I metodi di allevamento seguiti rispettano il benessere dell’animale e sono sottoposti a costanti e accurati controlli. I suini sono alimentati seguendo una dieta controllata, prevista dal Disciplinare di Produzione, a base di cereali nobili e siero di latte. Il prosciutto di San Daniele, grazie al sale e a una condizione ottimale di temperatura/umidità/ventilazione, si conserva perfettamente senza l’utilizzo di alcun conservante. Potete acquistare qui ➡️ https://www.laglacere.it/it/

Per accompagnare il mio piatto ho scelto il vino rosso Merlot di Kellerei Bozen azienda che vanta vini pregiati, premiati e riconosciuti a livello nazionale ed internazionale. Il Merlot è una delle varietà nobili e viene coltivato in Alto Adige da più di 100 anni. Le uve provengono da vigneti scelti che danno vita ad un vino elegante, fruttato, leggermente vegetale e speziato.
Colore: rosso rubino intenso
Bouquet: fruttato di frutti rossi, leggera speziatura, legger nota vegetale
Sapore: intenso, strutturato, di fine struttura tannica
Trovate lo shop qui ➡️ https://shop.kellereibozen.com/it/

SGABEI FRITTI CON PROSCIUTTO CRUDO

Ingredienti:
500 gr di farina W200 (io Campo di papi )
300 ml d’acqua
2 cucchiai d’olio EVO (Az. Agr. Caratelli)
12 gr di sale
6 gr lievito fresco

Olio di semi di girasole x friggere
Sale qb dopo la frittura
Prosciutto crudo (io La Glacere)

Vino rosso Merlot (Kellerei Bozen)

Preparate l’impasto la sera prima, più riposa, meglio è.
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, aggiungendo un pizzico di zucchero per attivarlo. Aggiungete anche 2 cucchiai d’olio EVO.
Nella ciotola della planetaria mettere la farina, aggiungete il sale.
Versate il composto liquido sulla farina e impastate col gancio in planetaria o a mano.
Ungete una terrina e metteteci l’impasto, coprite con pellicola e con uno strofinaccio poi mettete a lievitare lontano da sbalzi termici, io lo metto dentro al forno chiuso.

Al momento della preparazione riprendete l’impasto che sarà aumentato di volume, ungetevi le mani e staccate dei pezzi di impasto grandi come un limone, infarinate il piano di lavoro e formate dei vermicelli spessi, che avranno una forma irregolare. Disponeteli su un vassoio infarinato.
Procedete in questo modo fino al termine dell’impasto.
Prendete una pentola a bordi alti e scaldate l’olio di semi, fate la prova con uno stecchino per capire se la temperatura è corretta: se le bollicine si raggruppano intorno allo stecchino siete pronti!
Friggete pochi sgabei alla volta, girandoli per uniformare la doratura, scolateli su carta assorbente e conditeli con il sale fino.
Accompagnateli con dell’ottimo prosciutto crudo e ne mangerete tantissimi perché sono irresistibili!