Senza categoria

SALAMELLE AL SUGO PICCANTINO AROMATIZZATE AL VINO

Ma quanto sono buone le salamelle??? Fantastiche alla griglia ma anche in umido, con un bel sughetto in cui intingere il pane!
Nella mia versione ho aggiunto un po di originalità grazie al sale al vino rosso di cui ringrazio Sapori Antichi che ha regalato un profumo speciale al mio piatto ➡️ https://www.saporiantichisrl.com//it/

E anche grazie all’azienda Sicilikes che con I suoi capperi alla contadina ha dato un tocco salato e piccantino alla mia ricetta. Nel vasetto troverete: 70% di capperi, Origano, aglio, peperoncino e olio di semi. Davvero buoni!!! ➡️ https://www.sicilikes.com/

La passata di pomodoro è di Nicchie di Puglia come anche l’olio extravergine di oliva. Prodotti 100% regionali dal sapore inconfondibile, che io ho trovato davvero buoni e curati, anche nel packaging ➡️ https://www.nicchiedipuglia.com/

Per accompagnare il mio piatto ho scelto un vino rosso Gutturnio Superiore “La Gobba” di Vini Testa , autorevole, con tannini giustamente morbidi. E’ un vino corposo dal colore rosso rubino, profumo  intenso e sapore asciutto leggermente amandorlato. Ottenuto dalla vinificazione di uve Barbera (70%) e Croatina (30%), accuratamente selezionate. Questo vino viene prodotto solo nelle migliori annate ➡️ https://www.vinitesta.it/

SALAMELLE AL SUGO PICCANTINO AROMATIZZATE AL VINO

Ingredienti:
6 salamelle di suino o verzini
600 ml di passata di pomodoro (io Nicchie di Puglia)
Un cucchiaio di capperi alla contadina (io Sicilikes)
Una manciata di sale al vino (io Sapori Antichi)
Olio Evo qb (io Nicchie di Puglia)
Mezza cipolla rossa

In accompagnamento: Vino rosso Gutturnio Superiore di Vini Testa

Fate soffriggere la cipolla con l’olio EVO, a me piace abbondante quindi copro completamente il diametro della pentola e mi alzo di circa mezzo centimetro.
Poi appoggiate le salamelle e rosolatele su tutti i lati finché avranno.un colore uniforme.
A questo punto versate la passata di pomodori e aggiungete sale al vino e capperi alla contadina (composti da aglio, Origano, peperoncino, olio di semi)
Durante la cottura, girate le salamelle ogni 10 minuti.
Fate cuocere per circa 30/40 minuti.

Primi piatti/ Riso/ Vino

RISOTTO AL PESTO DI AGRUMI E LARDO

La sera iniziano a scendere le temperature e a casa nostra torna la voglia di risotti! In questo caso di tratya di un piatto molto particolare, un perfetto equilibrio tra agrumi e lardo… una delizia indescrivibile!

Il pesto di agrumi è un mix di Polpa di arancia 60%, mandorla 30%, polpa di limone, olio di semi di girasole, capperi, aglio, pepe acciughe e basilico, fornitomi da Emporio Sicilia che di cose buone e dal sapore artigianale ne ha davvero tante, date un’occhiata ➡️ https://www.emporiosicilia.it/

Il lardo è invece una delle prelibatezze di Hiblasus che produce e vende salumi a km0 senza glutine, buoni perché artigianali e dal sapore inconfondibile ➡️ https://hiblasus.it/

Per accompagnare il mio piatto hp scelto un Vino fresco, di buona intensità, colore Cerasuolo brillante, giovane e perfetto per primi piatti, piccola cacciagione, formaggi e zuppe di pesce! Terre di Gerace di Barone Macrì ➡️ https://www.baronemacri.it/

RISOTTO AL PESTO DI AGRUMI E LARDO

Ingredienti:
500 gr di riso Carnaroli
Circa 100 gr di pesto di agrumi (io Emporio Sicilia)
200 gr di lardo (io Hiblasus)
Mezzo bicchiere di vino bianco
Olio EVO qb
Una noce di burro
Mezzo scalogno
Brodo di verdure

Accompagnamento:
Vino rosato Terre di Gerace di Barone Macrì

Per il brodo di verdure io ho fatto cuocere in abbondante acqua salata, cipolla, sedano e carote.
Per preparare il risotto, fate il soffritto con lo scalogno e un filo d’olio EVO. Poi fate tostare il riso girandolo per un paio di minuti. Adesso aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e sfumate.
Continuate la cottura del riso aggiungendo brodo secondo necessità. A metà cottura aggiungete il pesto di agrumi (preparato con polpa di arancia, mandorle, polpa di limone, olio di semi di girasole, capperi, aglio, pepe acciughe, basilico).
Due minuti prima della fine della cottura, aggiungete il lardo tagliato a pezzetti piccoli, lasciandone da parte qualche  fettina tagliata sottile. Mescolate per far sciogliere il lardo.
Quando il risotto sarà pronto dovrete aggiungere una noce abbondante di burro nella pentola con il riso, per mantecarlo. Girate molto velocemente per farlo assorbire.
Lasciate riposare per 2 minuti e servite guarnito con una fettina di lardo, accompagnato da un buon bicchiere di vino!

Olive/ Pasta/ Primi piatti

SPAGHETTONI AGLIO OLIO PEPERONCINO E OLIVE TAGGIASCHE

E continuiamo con la creazione di piatti semplici, quelli essenziali per sopravvivere, quelli che possiamo preparare senza fatica, però aggiungiamo un tocco di originalità ad un classico della cucina italiana, inserendo anche delle buonissime olive taggiasche di Azienda Agricola Dinoabbo di cui ho utilizzato anche l’olio d’oliva! Prodotti liguri d’eccellenza in un bellissimo packaging ➡️ http://www.dinoabbo.it/

Ho condito gli spaghetti con peperoncino essicato di Note di campo facile da usare e davvero buono ➡️ https://www.notedi.com/it/

Pasta di Pastificio Lagano trafilata al bronzo ed essicata per 72 ore! Sempre perfetta in cottura! ➡️ https://www.pastificiolagano.it/

Per accompagnare il mio piatto ho scelto un vino di Principe Corsini un Vermentino affinato in acciaio,   fresco, sapido e minerale, immediato, che evoca il mare ➡️ https://principecorsini.com/

SPAGHETTI AGLIO OLIO PEPERONCINO E OLIVE TAGGIASCHE

Ingredienti:
500 gr di spaghettoni (io Pastificio Lagano)
3 spicchio d’aglio
Olio Evo (io Az. Agr. Dinoabbo)
2 cucchiaini di Peperoncino essicato (io Note di campo)
100 gr di olive taggiasche (io Az. Agr. Dinoabbo)

Per accompagnare: Vino bianco Vermentino di Principe Corsini

In una grande padella antiaderente mettete un bel po’ di olio EVO e fate rosolare gli spicchi d’aglio senza anima, così saranno più digeribili, e il peperoncino essicato.
L’aglio non deve bruciare, ma solo imbrunirsi, poi potete anche toglierlo.
Aggiungete anche le olive taggiasche e mescolate.
Cuocete gli spaghettoni in abbondante acqua salata, a fine cottura scolate e versate nella pentola con il condimento. Mescolate, se serve aggiungete olio e servite con un buon bicchiere di vino!

Mozzarella/ Pasta/ Primi piatti

DITALI RIGATI CON PESTO ROSSO LIGURE E MOZZARELLA

Una pasta gustosa, semplice e invitante… pochi ingredienti per un grande risultato!

Come sempre sottolineo che la qualità degli ingredienti rende i piatti speciali!!! Nel mio caso mi sono affidata all’azienda EDIZIONE LIMITATA per la pasta, dovete guardare quante cose interessanti ci sono sul loro sito! Piccoli produttori messi in contatto con il consumatore finale!!! E spediscono in tutta Italia! Voi guardate e poi non esitate ad utilizzare il mio codice Morena10%Sconto! Per avere uno sconto del 10% sul catalogo ➡️ https://www.edizione-limitata.it/

Olio e pesto arrivano dalla Liguria, patria di questo tipo di prodotti e per me è ormai una dipendenza in cucina utilizzare i prodotti del Frantoio Ghiglione buoni da impazzire!!! Se non li avete ancora assaggiati vi siete persi un paradiso di bontà e qualità ➡️ https://www.frantoioghiglione.it/shop/

Ad accompagnare il mio piatto, un vino d’eccellenza, il Tanalupa di Fattoria Sant’Appiano ➡️ Sauvignon bianco,  un vino corposo ma “morbido” di grande equilibrio e ricco di profumi. È fragrante, ha una struttura solida e la giusta gradazione alcolica. Di colore giallo paglierino, il profumo è floreale ma con un calore che ricorda la frutta matura ➡️ https://www.santappiano.it/en/shop/

DITALI RIGATI CON PESTO ROSSO LIGURE E MOZZARELLA

Ingredienti:
500 gr di ditali rigati (io Edizione Limitata)
180 gr di pesto rosso ligure (Frantoio Ghiglione)
Olio EVO qb (Frantoio Ghiglione)
150 gr di Mozzarella

In abbinamento: Vino bianco Sauvignon Tanalupa di Fattoria Sant’Appiano

In una grande padella antiaderente mettete un filo d’olio EVO, scaldate e aggiungete il pesto rosso ligure.

Tagliate a cubetti la mozzarella e mettetela da parte.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua salata e quando sarà pronta buttate la pasta. A fine cottura scolatela e versatela nella padella con il condimento.
Mescolate, aggiungete la mozzarella e mescolate nuovamente.

Aggiungete Parmigiano a vostro piacere e servite.

Dolci/ Lievitati/ Marmellata

FAGOTTINI SEMI INTEGRALI CON COMPOSTA DI FRAGOLE

Una grande soddisfazione fare la pasta sfoglia in casa… non è complicato, ci vuole tempo ma ad intervalli distanziati quindi vi assicuro che è più semplice di quanto immaginate e il profumo che invaderà la vostra casa vi ripagherà di ogni sforzo!

Per la pasta sfoglia ho utilizzato una farina di grano tenero tipo 2 di LE FARINE DI UN TEMPO macinata a pietra, è una farina che si avvicina molto a quella integrale, per questo ho definito i miei fagottini come semi integrali!!! Un prodotto che presenta ottime caratteristiche nutrizionali ed è più facile da lavorare rispetto alla farina integrale. Potete acquistarla qui ➡️
https://www.lefarinediuntempo.it/negozio/

Per la farcitura ho scelto una composta di fragole eccezionale, prodotta da LE CONSERVE DI NONNA TINA prodotta solo con fragole e mela… senza zuccheri aggiunti nè conservanti, per non alterare il gusto reale della frutta. Uma garanzia di qualità e sapore ➡️ https://www.nonnatina.it/

FAGOTTINI DI SFOGLIA SEMINTEGRALE CON COMPOSTA DI FRAGOLE

Ingredienti:
300 gr di farina tipo 2 semintegrale (io Le farine di un tempo)
180 gr di farina Manitoba
250 ml di latte parzialmente scremato
12 gr di lievito di birra fresco
60 gr di zucchero
50 gr di burro
altri 250 gr di burro
Un tuorlo d’uovo
10 gr di sale
Zucchero di canna per la copertura.

Composta di fragole (io Le conserve di Nonna Tina)

Fate intiepidire il latte con un pizzico di zucchero e fatevi sciogliere il lievito finchè sarà schiumoso.
Mettete nella planetaria le farine, lo zucchero, il sale e i 50 gr di burro, impastate con il gancio e a poco a poco aggiungete il latte con il lievito sciolto. Proseguite finchè l’impasto sarà compatto e omogeneo.

Trasferite l’impasto in una ciotola unta d’olio e lasciate lievitare al caldo fino al raddoppio del volume.

Prendete la pasta e stendetela con un mattarello su un piano di lavoro infarinato, datele la forma di un rettangolo spesso circa 5 mm.

Prendete il panetto di burro freddo da 250 grammi, mettetelo tra due fogli di carta forno e battetelo con il mattarello per abbassarlo uniformemente. Mettete il panetto al centro della pasta. Prendete il lato sinistro della pasta e piegatelo sul panetto, schiacciate, poi prendete il lato destro della pasta e ripiegatelo sul panetto, a portafoglio. Fate la stessa cosa con i lati superiore e inferiore della pasta. Avrete ottenuto un fagottino quadrato. Schiacciatelo con il mattarello e stendetelo per creare un rettangolo di 40 x 60 cm.

Ruotatelo verso sinistra in modo che il rettangolo sia orizzontale davanti a voi.

Adesso procedete con le pieghe: piegate il lato sinistro verso il centro e il lato destro sul sinistro a portafoglio. Avvolgete la pasta nella pellicola e mettetela in frigorifero per 30 minuti.

Riprendete la pasta, posizionatela davanti a voi in verticale con la parte sinistra aperta, stendetela e fate il secondo giro di pieghe: lato sinistro al centro e lato destro sul sinistro. Avvolgete con la pellicola e mettetela ancora in firgorifero per 30 minuti.

Ripetete il procedimento ancora una volta, poi lasciate riposare la pasta per altri 30 minuti.

Dopo il riposo stendete la pasta a rettangolo, dandole uno spessore di circa 1 cm, rifilate i bordi e ricavate dei rettangoli da circa 12 x 6 cm.

Mettete al centro la confettura di fragole e richiudete su se stesso a metà in modo da formare un quadrato. Chiudete i 4 lati schiacciando con la punta di una forchetta. Posizionateli su una teglia rivestita con carta forno.
Metteteli a lievitare nel forno con la lucina accesa per un’altra ora, vedrete che aumenteranno di volume,
Una volta pronti, spennellateli con il tuorlo d’uovo sbattuto e ricopriteli con zucchero di canna.

Fate cuocere a 200 gradi per 15/20 minuti, fino a doratura.