Mozzarella/ nduja/ Pasta/ pomodoro/ Primi piatti

LASAGNE DI PANE CARASATU CON NDUJA

Le lasagne di pane sono per me una scoperta che non abbandonerò mai… bisogna provare per credere!

Il pane Carasatu in questione, con olio extravergine di oliva, è del Panificio Bulloni pluripremiato e attivo dal 1970. Dalla Sardegna una garanzia di eccellenza e qualità testimoniata oltre che da me, da tutti coloro che hanno avuto la fortuna di assaggiare i loro prodotti ➡️ http://www.panificiogiuliobulloni.it/

Nella mia versione le ho rese piccanti e saporite grazie alla nduja di E-gusto confezionata in un comodo vasetto, realizzata con prodotti calabresi eccellenti, come tutte le altre prelibatezze tipiche che potete trovare nello store ➡️ https://www.e-gusto.shop/

Per accompagnare il mio piatto ho scelto un vino Merlot Canovaccio Colpaola acquistabile da Best of the Apps  : rubino intenso il colore alla vista. Interessante al naso, con sentori decisi e netti che ricordano in particolare le amarene sotto spirito e le spezie. In bocca è setoso inizialmente, vivo ma allo stesso tempo elegante nel tannino, di buon corpo e di buona bevibilità, lungo nella persistenza ➡️ https://bestoftheapps.shop/

LASAGNE DI PANE CARASATU CON NDUIA

Ingredienti per una teglia:
10 fogli di pane Carasatu (io Panificio Bulloni)
500 gr di macinato misto
Mezzo scalogno
700 ml di passata di pomodoro
Nduia in vasetto qb (io E-gusto)
500 ml di besciamella
2 mozzarelle
Olio EVO qb

Per accompagnare: un rosso Merlot Canovaccio Colpaola (Best of the Apps)

Preparate il ragu: fate un soffritto con olio e scalogno, poi fate rosolare la carne macinata finché avrà perso il colore rosso.
Aggiungete la passata di pomodoro e un bicchiere d’acqua, regolate di sale.
Fate cuocere per almeno 45 minuti.

Prendete una teglia rettangolare e ungete il fondo con olio EVO, spargendolo su tutta la superficie.
In una scodella mettete tutta la besciamella e tutta la nduja che desiderate, in base al grado di piccantezza che volete! Aggiungete un pochino d’olio e mescolate per amalgamare e creare la crema rossa per condire le lasagne.
Iniziate disponendo il primo foglio di pane guttiau (spezzatelo per creare uno strato completo, impianto I buchi), ricoprite con del ragù, con la crema di besciamella e nduja, cercando di dividerla affinché basti x 4 strati. In ogni strato mettete anche la mozzarella a pezzetti.
Passate al successivo foglio di pane guttiau e procedete allo stesso modo per tutti gli strati.
Quando disporrete l’ultimo foglio, ricopritelo solo con ragù e crema di besciamella in modo uniforme.
Ungete con olio EVO la superficie e infornate a 190 gradi per 18/20 minuti.

Crostate/ Dolci/ Marmellata/ Nocciole

CROSTATINE ALL’ OLIO EVO E FARINA DI NOCCIOLE CON CONFETTURA DI RIBES

Una frolla fragrante senza burro, alle nocciole, perfetta per ogni momento della giornata!

Ho scelto di realizzarla con una eccelsa farina di nocciole dell’azienda Scoiattolo Rosso prodotta con Nocciola Tonda e Gentile Piemonte, marchio di qualità IGP sgusciate, tostate e macinate finemente in confezioni sottovuoto. Ideale per la preparazione di torte e biscotti ➡️ https://scoiattolorosso.com/prodotto/nocciola-piemonte-igp-tostata-vendita/

È una frolla senza burro, realizzata con olio extravergine fruttato di Frantoio Gentili: un giusto mix di diverse cultivar presenti in proporzioni variabili, donano a questo olio la giusta morbidezza, pur mantenendo le caratteristiche note amare e piccanti di un extravergine ricco di antiossidanti. Le note di gusto che lo caratterizzano sono: sentori di mandorla, carciofo ed erbe aromatiche ➡️ https://frantoiogentili.it/

Le uova sono dell’ Azienda Agricola Mancini derivanti da allevamento all’aperto, completamente diverse da quelle “commerciali”… una volta provate non potrete più farne a meno ➡️ https://manciniaziendaagricola.weebly.com/

Per farcire ho utilizzato la confettura di ribes rosso di Vis Jam che fa parte della linea NATURA GOLOSA con il 65% di frutta, naturalmente senza glutine, quindi perfetta per tutti e vi assicuro che è buonissima! Andate a vedere le altre versioni disponibili (albicocca, fragola, etc…) qui ➡️ http://www.visjam.com/home.html

CROSTATINE ALL’ OLIO EVO E FARINA DI NOCCIOLE CON CONFETTURA DI RIBES

Ingredienti:
350 g Farina 00
150 g Farina di Nocciole Piemonte IGP (io Scoiattolo Rosso)
250 g Zucchero di Canna
120 ml Olio EVO (io Olio Gentili)
100 cc Acqua
Un uovo (io Azienda Agricola Mancini)
12 g Lievito per dolci
Vaniglia

Per farcire:
Confettura di ribes (io Vis Jam)

Mettete in planetaria l’olio Evo, l’acqua, l’uovo e lo zucchero di canna, mescolate per bene, per emulsionare tutti i liquidi. 
Aggiungete la farina 00, la farina di nocciole, la vaniglia  e il lievito per dolci.
Utilizzate la Kappa per inpastare tutti gli ingredienti.
Quando l’impasto sarà compatto, copritelo con della pellicola trasparente e fatelo riposare in frigorifero per almeno 3 ore.

Imburrate e infarinate gli stampi per crostatine, poi
Foderateli con la pasta frolla alle nocciole, poi bucherellate il fondo con una forchetta, farcite con la confettura di ribes riempiendo quasi sino all’orlo.
Create le strisce per la decorazione, stendendo parte della frolla con un mattarello e ritagliando le strisce con una rotella.
Coprite i tegami con altra pasta frolla e infornate a 180° per circa 20/25 minuti.

NOTE: Se preferite una superficie più lucida, potete spennellare le strisce delle crostatine con confettura di albicocca oppure utilizzare la gelatina.

Carciofi/ Mozzarella/ Pane-Focacce-Pizze/ Salame

PIZZA DOPPIO POMODORO CON FIORDILATTE, SALAME E CARCIOFINI

La pizza non stanca mai!!! Almeno a casa nostra è così!!!
Nella versione di oggi trovate doppio pomodoro, Fiordilatte, salame e carciofini… una delizia!

Realizzata con la farina per pizza di Macinazione Lendinara perfetta perché già miscelata per una corretta lievitazione dell’impasto, con la giusta forza. Un prodotto che potete trovare nello shop online ➡️ https://www.macinazionelendinara.it/

Per la farcitura ho scelto prodotti di alta qualità:

– La mozzarella Fiordilatte di Caseificio S. Antonio già tagliata a julienne, pronta per condire la pizza senza perdite di tempo! Buona da matti perché artigianale e frutto di un’esperienza di oltre 50 anni ➡️ https://www.caseificiosantantonio.com/

– Il salame Milano Bio di Rondanini Salumi prodotto con carne biologica di puro suino. Tipico della tradizione lombarda, ha un aroma gradevole, aromatico, allo stesso tempo dolce e giustamente sapido, con le leggere note speziate del pepe. Disponibile nello store online ➡️ https://www.rondaninisalumi.com/shop/

– I carciofini sott’olio di Delizie d’Autore tenerissimi, con note di pepe rosa, lavorati a mano, sbucciati fino a raggiungere il cuore del prodotto, preservati con limone e sale, senza uso di conservanti ➡️ https://www.delizie-dautore.it/

E cosa si abbina perfettamente con una pizza??? La Birra! Ho scelto Millecento Joseph color ambra giovane, intenso con riflessi ruggine. Aromi complessi: note di tostato, frutta rossa, cacao e decisa nota di malto. Corposa, leggermente amara e con una discreta effervescenza. Finale secco con buona persistenza. La potete acquistare da Best of the Apps ➡️ https://bestoftheapps.shop/

PIZZA DOPPIO POMODORO CON FIORDILATTE, SALAME E CARCIOFINI

Ingredienti per una teglia:
500 gr di farina per pizza (io Macinazione Lendinara)
300 ml di acqua tiepida
2 cucchiai di olio EVO
6 gr di lievito di birra fresco (un quarto di cubetto)
12 gr di sale fino

Per farcire:
700 ml di passata di pomodoro
2 cucchiai d’olio EVO
250 gr di Mozzarella Fiordilatte in julienne (io Caseificio S. Antonio)
100 gr di salame Milano (io Rondanini Salumi)
Carciofini sott’olio (io Delizie d’Autore)
Olio EVO qb

Per accompagnare: Birra IPA Joseph (io Best of the Apps)

Preparare l’impasto la mattina per usarlo a cena o addirittura la sera prima, più riposa, meglio è.
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, aggiungendo un pizzico di zucchero per attivarlo. Aggiungere anche 2 cucchiai d’olio EVO.
Nella ciotola della planetaria mescolate la farina con il sale.
Versate il composto liquido sulle farine e impastate col gancio in planetaria o a mano.
Ungete una terrina e metteteci l’impasto, coprite con pellicola e con uno strofinaccio poi mettete a lievitare lontano da sbalzi termici, io lo metto dentro al forno chiuso.
Mettete la passata di pomodoro in un pentolino con un pochino d’olio EVO e il sale e lasciatelo cuocere perché non sappia di crudo, ma senza aggiungere nient’altro. Lasciatelo andare mentre stendete la pizza.
Al momento della preparazione riprendete l’impasto che sarà aumentato di volume, ungete la placca da forno spargendo l’olio con le mani, così le avrete unte per riuscire a prendere l’impasto senza che si appiccichi.
Stendete nella teglia schiacciando con la punta delle dita e lasciando la crosta spessa.
Fate riposare l’impasto per un quarto d’ora o più.
Prendete la passata e versatela sulla pizza.
Infornate a 240 gradi per 8 minuti.
Trascorsi gli 8 minuti tirate la pizza fuori dal forno e procedete con la farcitura: mettete prima il salame, poi il Fiordilatte, affinché il salame, coperto dalla mozzarella non diventi secco, farcite con i carciofinie e infornate per altri 10 minuti o fino alla croccantezza desiderata.
Questa operazione è necessaria affinché la mozzarella non si asciughi, per questo motivo la cuocio in 2 step.

Formaggio/ Pasta/ Primi piatti/ Speck/ Vino

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

La conoscete la pasta Senatore Cappelli???? Se non l’avete ancora provata dovete rimediare perché ve ne innamorerete! Nulla a che vedere con la pasta tradizionale e commerciale… una consistenza inconfondibile, una capacità di assorbimento del condimento senza paragoni!!! Nel mio piatto ho utilizzato i maccheroni di Mulino Calogiuri che ringrazio perché dagli anni 60 ci fornisce prodotti artigianali impeccabili ➡️ https://www.ilmulinocalogiuri.it/

E con un pecorino stagionato buono come quello che ho usato io, di Caseificio Codonesu , il mio piatto non poteva essere migliore!!! Un profumo intenso, accompagnato da un sapore di latte e cereali… buono anche da assaporare al naturale… fantastico!!!
Anche il vino in accompagnamento arriva dalla Sardegna, sempre di Caseificio Codonesu… un ottimo Cannonau di Sardegna dal bouquet intenso, caldo e dal gusto pieno e saporito ➡️ https://www.caseificiocodonesu.it/

Per l’ottimo speck ringrazio Carpano Speck che dal cuore delle Dolomiti produce carni, salumi, formaggi e latticini. Lo speck cuore è ottenuto da cosce di suino salate, aromatizzate, affumicate e stagionate ➡️ https://www.carpanoshop.com/

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

Ingredienti:
50p gr di maccheroni Senatore Cappelli (io Mulino Calogiuri)
150 gr di speck (io Carpano Speck)
200 gr di pecorino stagionato (io Caseificio Codonesu)
Olio EVO qb

In accompagnamento: Vino Cannonau di Sardegna di Caseificio Codonesu

Per prima cosa tagliate lo speck a fettine e poi a pezzetti.
Prendete una padella antiaderente e versateci un filo d’olio EVO, scaldate e fate arrostire lo speck fino a renderlo croccante.
Mettete a bollire l’acqua salata per la pasta.
Nel frattempo prendete il pecorino e grattugiatelo in una terrina (intanto assaggiatene un pezzo… è troppo buono!!!)
Buttate nell’acqua bollente i maccheroni e fateli cuocere. Un paio di minuti prima della fine della cottura trasferiteli con una schiumarola nella padella con lo speck, aggiungendo un mestolo della loro acqua di cottura.
Accendete il fuoco e fate saltare la pasta, aggiungendo il pecorino in più riprese. Mescolate e saltate fino alla fine.
Lasciate un pochino di pecorino da parte per usarlo a freddo sui maccheroni pronti.

Olive/ Pasta/ Pesce/ pomodoro/ Primi piatti/ Vongole

SPAGHETTONI ALLE VONGOLE E POMODORINI

Un primo piatto che farei ogni giorno, perché amo i primi a base di pesce!!! Profumo e sapore da svenimento!!!

Ho utilizzato gli spaghettoni Benedetto Cavalieri realizzati con grani di Puglia e Basilicata, seguendo il metodo delicato che garantisce la completa conservazione dei preziosi valori nutritivi del buon grano duro. Per questo speciale prodotto ringrazio L’integralista da cui potete trovare selezionate specialità salentine e pugliesi ➡️ https://lintegralista.com/

E se volete che il vostro piatto sia davvero saporito, i pomodorini devono essere gustosi, succosi e di prima scelta… come quelli che ho utilizzato io, di cui ringrazio l’azienda Azzolini Giuseppe che dalla Puglia, si dedica alla coltivazione idroponica cioè fuori suolo, affinché i prodotti siano a residuo Zero ➡️ https://www.aziendazzollini.com/

Le olive giganti, davvero perfette per primi di pesce, come per qualsiasi altro piatto, grazie al loro intenso sapore, sono dell’azienda Nicchie di Puglia e devo dire che sono rimasta davvero stupita e soddisfatta del gusto che mi si è sprigionato in bocca!!! Vi consiglio assolutamente di provarle ➡️ https://www.nicchiedipuglia.com/

Per accompagnare il mio piatto ho scelto un vino bianco frizzante, maturato sui lieviti “Me Pare” Verdiso IGT Colli trevigiani dell’azienda Agr. Crodi : Al naso spiccano i profumi tipici dell’uva Verdiso, citrino con leggera sfumatura vegetale (sentori di salvia). Al boccato si presenta secco e persistente. La spiccata acidità è supportata da una buona mineralità ➡️ https://agriturismocrodialcontadin.it/osteria-al-contadin-combai/vini/

SPAGHETTONI ALLE VONGOLE E POMODORINI

Ingredienti:
500 gr di spaghettoni (io L’integralista)
500 gr di vongole del Pacifico
20 pomodorini rossi (io Azienda Azzolini Giuseppe)
10 olive giganti BELLA DI CERIGNOLA (Nicchie di Puglia)
3 acciughe
Olio EVO qb
Uno spicchio d’aglio
Mezzo bicchiere di vino bianco
Pepe qb

Per accompagnare: Verdiso IGT Colli Trevigiani di Az. Agr. Crodi

Lasciate a bagno le vongole in un colino per qualche ora, cambiando l’acqua ogni tanto, per eliminare l’eventuale sabbia.
In una grande padella antiaderente fate soffriggere l’aglio e le acciughe con un filo d’olio EVO.
Tagliate a metà I pomodorini e versateli in padella. Dovrete farli appassire.
Poi aggiungete le vongole e lasciatele scaldare a fuoco basso con un coperchio finché si saranno aperte tutte.
A questo punto aggiungete anche le olive e sfumate con il vino bianco, insaporendo con un po’ di pepe.
A parte fate cuocere gli spaghettoni e quando saranno pronti scolateli e trasferiteli nella padella con il condimento. Fate saltare, mescolate e servite!!!