Asparagi/ Carne/ Formaggio/ Prosciutto/ Secondi piatti

INVOLTINI CON PROVOLA E PROSCIUTTO SU CREMA DI ASPARAGI

Un secondo piatto molto saporito, con tanta bontà al suo interno!!! Da provare!!!

È stata la provala di Casata Campana a darmi l’ispirazione perché la sua bontà poteva e doveva essere utilizzata anche per una farcitura, ed ecco qua gli involtini con provola! Potete acquistarla anche voi, insieme a tantissimi prodotti campani, selezionati solo ed esclusivamente se di qualità quindi con la certezza di ricevere a casa vostra un prodotto eccellente. Ecco il link ➡️ https://www.casatacampana.com/

La crema che avvolge i miei involtini è a base di asparagi bianchi, ma non quelli sottili e poco carnosi, ma quelli di Fantin asparagi che utilizza una lavorazione quasi completamente manuale, come facevano i vecchi nonni, Dopo la raccolta, il terriccio viene lavato via con acqua fredda per salvaguardare le caratteristiche qualitative del turione. Alla selezione e calibratura, segue il taglio preciso della parte in eccesso, in modo da evitare ogni forma di ossidazione ➡️ https://fantinasparagi.com/

Il vino.bianco che ha sfumato i miei involtini arriva da Barone Macrì ed è un vino calabrese, con note agrumate che lasciano il posto a fiori bianchi, vaniglia, menta. Deriva da uve coltivate a 220 slm perfetto sia con carne che con pesce. Questo ed altri vini e prodotti calabresi potete trovarli nello store ➡️ https://www.baronemacri.it/

L’olio extravergine utilizzato sia nella crema di asparagi che nella cottura degli involtini, è dell’azienda Orominerva che nasce da un’idea imprenditoriale volta alla valorizzazione dei prodotti del Molise. Lontano dai grandi insediamenti urbani ed industriali, circondata da paesaggi incontaminati e da fonti di acqua purissima, i terreni rigogliosi generano frutti eccellenti, che consentono di offrire prodotti di qualità, con i veri sapori di una volta. L’olio ha un’aroma fruttato di oliva e mandorla fresca e gusto dolce che non sovrasta il sapore delle pietanze. ➡️ https://www.orominerva.it/

INVOLTINI CON PROVOLA E PROSCIUTTO SU CREMA DI ASPARAGI

Ingredienti:
8 fettine di vitello sottili
150 gr di prosciutto cotto
200 gr di provola campana (Casata Campana)
700 gr di asparagi bianchi (Fantin asparagi)
Un bicchiere di vino bianco (io Barone Macrì)
Olio EVO qb (io Orominerva)
Sale e pepe
200 ml di panna da cucina
700 gr di asparagi

Per prima cosa lavate gli asparagi, poi con l’apposito coltellino o con un pelapatate, togliete verticalmente il primo strato esterno del gambo per rimuovere la parte filamentosa.
Fateli lessare in acqua bollente per 15 minuti poi scolateli e metteteli in un frullatore insieme a 2 cucchiai di olio EVO e una presa di sale.
Mettete da parte e iniziate a preparare gli involtini. Tagliate a pezzetti la provola campana.
Disponete su un tagliere le fettine di vitello e iniziate a farcirle con la provola e il prosciutto cotto. continuate in questo modo fino ad esaurire le fettine.
Adesso richiudeteli su se’ stessi e sigillate sui lati con degli stuzzicadenti.


In una padella antiaderente mettete un filo d’olio e fate rosolare gli involtini su tutti i lati, poi aggiungete sale e pepe a piacimento.
Quando saranno interamente rosati aggiungete un bicchiere di vino bianco.
Mettete in un pentolino la crema di asparagi e allungatela con la panna da cucina. Fate scaldare e quando gli involtini saranno pronti preparate un letto di crema su cui disporrete gli involtini.
Buon appetito!

Pasta/ Piselli/ Primi piatti/ Tonno

PASTA CON TONNO BIANCO E PISELLI

Un piatto semplice e veloce ma di gran gusto soprattutto se si utilizza un tonno di ottima qualità.

Per prepararla ho utilizzato il vero tonno cioè un prodotto che ha veramente il sapore del mare,  fresco e buono… e di questo ringrazio Akkuamarina che vende freschezza: grazie ai rigidi processi di selezione assicura la distribuzione di pesce fresco. Dal 2017 ha lanciato una nuova linea di prodotti d’eccellenza made in Italy, si tratta del tonno rosso, tonno pinne gialle e tonno bianco, provenienti dal Mar Mediterraneo, lavorati a mano e conservati in olivo d’oliva siciliano. Date un’occhiata al sito per saperne di più ➡️ https://akkuamarina.sumup.link/

Alla base del mio piatto ci sono le penne rigate del Pastificio Setaccioro che ha fatto la scelta di avviare un piccolo laboratorio artigianale affinché potessero curare in modo meticoloso le varie fasi di produzione. L’amore, la passione, il rispetto per le antiche tecniche artigianali e l’impiego di pure semole di grano duro italiano sono il connubio perfetto per un prodotto di altissima qualità ➡️ https://www.setaccioro.it/

L’olio extravergine di Sannio Sapori si chiama Sperone, è una varietà tra le più tipiche della zona del Sannio ed è particolarmente pregiata; prende il nome dallo sperone del gallo (l’oliva quando matura raggrinzisce e prende proprio le sembianze dello sperone).
Soprattutto quando è fresco può sembrare quasi piccante e emana un profumo inebriante, questo grazie al connubio tra clima mite e qualità del terreno.
È provvisto di un tappo antirabbocco utilissimo in cucina soprattutto per condire ➡️ www.sanniosapori.com

PASTA CON TONNO BIANCO E PISELLI

Ingredienti:
500 gr di penne rigate (io Setaccioro Pastificio)
200 gr circa di Tonno bianco (io Akkuamarina)
Olio EVO (io Sannio Sapori)
400 gr di piselli

In una grande padella antiaderente versate uno strato d’olio EVO e scaldatelo. Aggiungete il tonno bianco e mescolate. Lasciate rosolare un paio di minuti e poi aggiungete i piselli già lessati.
Nel frattempo fate cuocere le penne rigate in abbondante acqua salata e quando saranno pronte scolatele xon la schiumarola direttamente nella padella con il condimento. Fate saltare e servite.
La la tradizione siciliana prevede l’aggiunta di briciole di pane tostate per asciugare il tutto.

Amaretti/ Dolci/ Nocciole/ Noci/ Torte

TORTA ALLE NOCCIOLE E AMARETTO

Un dolce molto buono, con la nocciole protagonista, una torta veloce da preparare, soffice e profumata.

Le nocciole sono l’ingrediente principale e devono pertanto essere di prima qualità quindi io mi sono affidata all’azienda Redonda Giffoni che è una garanzia assoluta in questo ambito. Pensate che i proprietari sono marito e moglie, 2 persone con tanta passione per l’agricoltura che hanno scelto di aprire la loro azienda con coraggio e intraprendenza, mollando tutto ciò che si erano costruiti e lo hanno fatto per donare se stessi alla campagna… questo è indice di qualità perché solo chi ha una vera passione può creare cose straordinarie… quindi correte a vedere cosa producono ➡️ https://redonda.it/

La farina utilizzata è dell’azienda Macinazioni Lendinara ed è una farina specifica per dolci, studiata per renderli perfetti, composta da grani 100% italiani ➡️ www.macinazionelendinara.it

Il miele millefiori di Nectaris è delizioso e soprattutto creato nel rispetto più totale delle api, patrimonio essenziale per l’umanità, rispetto che si evince dalla loro lotta contro l’estinzione di questi preziosi insetti.
Potete vedere le varie tipologie di miele sul loro sito ➡️ www.beenectaris.it

Il liquore all’amaretto è prodotto dalla Liquoreria Meini che si occupa della vendita di liquori e distillati dal 1874, ne potete trovare di vari tipi, tutti rigorosamente di qualità ➡️ https://www.liquoreriameini.com/

Per la farcitura ho utilizzato la crema di noce di Carlomagno Azienda Agricola nata nel 2009 con l’intenzione di produrre prodotti biologici a base di mandorle, fichi, noci e ortaggi, rispettando le antiche ricette. Questa crema è densa e golosa, ve la consiglio ➡️ https://www.aziendacarlomagno.it/https://www.aziendacarlomagno.it/

TORTA NOCCIOLE E AMARETTO

Ingredienti:
200 gr di nocciole (io Redonda Giffoni)
200 gr di farina 00 (io Macinazione Lendinara)
130 gr di zucchero
40 gr di miele millefiori (io Nectaris)
2 uova
160 ml olio Di Semi Di Girasole
2 cucchiai di liquore all’amaretto (io Liquoreria Meini)
Mezza bustina di lievito per dolci 
Zucchero a velo qb
200 gr di crema di noce (io Carlomagno Azienda Agricola)

Tritate le nocciole con un mixer per ridurle in farina.
Montate le uova intere con lo zucchero finché diventeranno spumose e gonfie.
Aggiungete a filo l’olio, sempre girando alla minima velocità con la frusta, aggiungete anche il liquore all’amaretto e il miele.
Inserite la farina setacciate con il lievito mescolando dal basso verso l’alto e per ultima inserite la farina di nocciole.
Imburrate e infarinate una tortiera da 23 cm e infornate a 180 gradi per circa 40 minuti, fate sempre la prova stecchino.
Lasciate raffreddare la torta e poi tagliatela al centro con un coltello lungo, farcite con la crema di noce, richiudete la torta e spolverizzate con zucchero a velo.

Pancetta/ Pasta/ Primi piatti

TROFIE AL PESTO E PANCETTA DI CINTA SENESE

Una variante alla classica pasta al pesto, che renderà questo piatto molto saporito.

Le trofie ed il pesto sono della Compagnia del Pesto che ha scelto di dare molta importanza alla materia prima e fa selezionandola attentamente affinché le caratteristiche organolettiche del prodotto siano costanti e sempre di altissima qualità. Ovviamente, particolare attenzione viene data alla scelta del basilico, rigorosamente del territorio, DOP e colto nella fase di crescita in cui la foglia è tenera, maggiormente ricca di sapore, ma delicata. Anche l’aglio viene utilizzato fresco e preparato pochi secondi prima dell’utilizzo. Andate a visitare il loro sito ➡️ https://www.compagniadelpesto.it/https://www.compagniadelpesto.it/ e con il mio codice INST9 avrete uno sconto del 5%

La pancetta da cinta senese arriva da Il Poggio Azienda Agricola che produce in modo biologico e che con la cinta senese è certificata DOP. Tutto ciò grazie al fatto che ogni lavorazione viene fatta il più naturalmente possibile per non danneggiare la materia prima che sta alla base di un buon prodotto. Io vi consiglio vivamente questa meravigliosa azienda, date un’occhiata al loro sito ➡️ https://www.aziendagricolailpoggio.it/

TROFIE AL PESTO E PANCETTA DI CINTA SENESE

Ingredienti:
500 gr di trofie (io Compagnia del Pesto)
120 gr di Pesto genovese (io Compagnia del Pesto)
200 gr di pancetta da cinta senese (io Il Poggio Azienda Agricola)

Tagliate a cubetti la pancetta, poi traseferitela
In una grande padella antiaderenete preriscaldata. Fatela abbrustolire tenendo il fuoco alto e vedrete che rilascerà moltissimo liquido, dovuto allo scioglimento del grasso.
Un trucco per dare alla pancetta l’effetto “spugnoso” è aggiungere qualche goccia di acqua di cottura della pasta, alla fine della rosolatura…
Aggiungete il pesto e mescolate.
Nel frattempo avrete messo a cuocere le trofie in acqua salata.
Quando saranno cotte, scolatele e rovesciatele nella padella con il condimento.
Mescolate e servite.

Mozzarella/ Pasta/ pomodoro/ Primi piatti

SPAGHETTI POMODORO BASILICO E BUFALA

Un piatto che rappresenta al 100% la cucina italiana, un piatto che piace a tutti e che non delude mai.

La mozzarella di bufala è un gioiello italiano, ma per trovarla buona bisogna affidarsi ai venditori giusti, perché non tutte le mozzarelle sono uguali. La mia arriva dall’azienda Casata Campana che seleziona solo prodotti campani, rigorosamente controllati, per portare sulle nostre tavole solo la qualità. Oltre alla mozzarella possiamo trovare tantissimi prodotti, uno più buono dell’altro, che arrivano al vostro domicilio in 24h con mezzi idonei a preservarne la freschezza. Correte a vedere ➡️ https://www.casatacampana.com/

Gli spaghetti sono Senatore Cappelli, dell’azienda Ad Originem nella quale, Gianluca e Lorenzo , amici da una vita, vogliono innovare, ritornando alle origini, proponendo un’idea di impresa che coniughi tradizioni e benessere collettivo a metodi di lavoro rinnovabili ed ecosostenibili. Utilizzano solo grani antichi da filiere biologica controllata. ➡️ https://adoriginem.com/it/

La passata di pomodoro è di Orticoltura Gandini ed è nichel free, molto importante sottolinearlo perché molte persone purtroppo hanno allergie al nichel, quindi sappiate che qui si va sul sicuro, solo pomodoro e sale ➡️ https://www.pomodorigandini.it/it/

L’olio extravergine è del Mulino Calogiuri ed è ottenuto direttamente da olive coltivate nelle terre Salentine, con la massima cura e rispetto per la terra. Le olive sono raccolte con operazioni manuali e spremute rigorosamente e unicamente a freddo e con processi meccanici per garantire la massima qualità del prodotto finale ➡️ https://www.ilmulinocalogiuri.it/

SPAGHETTI AL POMODORO E BUFALA

Ingredienti:
500 gr di spaghetti (io Ad Originem)
400 ml di passata di pomodoro (io Orticoltura Gandini)
Olio EVO (io Mulino Calogiuri)
200 gr di Mozzarella di bufala (io Casata Campana)
Uno spicchio d’aglio
Sale
Basilico qb

Scaldate un filo d’olio e fate rosolare l’aglio finché sarà dorato.
Aggiungete la passata di pomodoro e regolate di sale.
Inserite qualche foglia di basilico.
Fate cuocere per 15 minuti.
Cucoete la pasta in abbondante acqua salata.
A fine cottura scolate gli spaghetti e condite con il sugo di pomodoro.
Impiattate e prendere un bel pezzo di mozzarella di bufala e mettetelo sopra agli spaghetti a freddo. Condite con un filo d’olio EVO e con 2 foglie di basilico.