Browsing Category

Vino

Pasta/ Pesce/ pomodoro/ Primi piatti/ Vino

PACCHERI CON SGOMBRO E DATTERINI

Una pasta davvero buona e facilissima da preparare anche all’ultimo minuto che non deluderà.

Importante la scelta del pesce. Io ho utilizzato i filetti di sgombro di Unifrigo che sono lavorati a mano, conservati in olio di oliva in una pratica lattina con apertura a strappo. Naturalmente ricchi di Omega 3 ➡️ https://unifrigoshop.it/

Essenziale anche la scelta della pasta e io ho scelto Genua pasta fresca perché una volta che l’avrai assaggiata, nulla sarà più come prima!!!!! È talmente buona che sarà difficile reggere il paragone… crea dipendenza ➡️ https://pastagenua.com/

Il vino bianco Malvasia è di Sannio sapori ed è un vino bianco molto apprezzato, perfetto sia per il classico aperitivo, sia per arricchire di sapore i piatti di pesce.
Sannio Sapori si prefigge di far conoscere i tesori e le delizie del Sannio, che comprende le regioni Abruzzo Molise Campania e Puglia quindi immaginate quanti prodotti pregiati potrete trovare nel loro shop ➡️ https://www.sanniosapori.com/

I datterini gialli, perfetti con il pesce sono dell’azienda Lapietra di cui vi ho parlato spesso, coltiva fuori suolo e
raccoglie i suoi pomodori poche ore prima dell’acquisto ➡️ http://www.fratellilapietra.it/it/

PACCHERI CON SGOMBRO E DATTERINI

Ingredienti:
500 gr di paccheri (io Genua pasta fresca)
125 gr di filetti di sgombro in olio Evo (io Unifrigo)
Circa un bicchiere di vino bianco (io Malvasia di Sannio Sapori)
Una dozzina di datterini gialli (io LAPIETRA)
Olio EVO qb (io SannioSapori)
Sale qb

Lavate e tagliate a pezzi i datterini.
In una padella grande, mettete un filo di olio EVO e aggiungete i datterini gialli, fate cuocere per 5 minuti, poi inserite anche i filetti di sgombro
Per ultimo versate il vino bianco e alzatebla fiamma per sfumare.
Nel frattempo cuocete i mezzi paccheri in acqua salata bollente.
Scolate la pasta con il mestolo, non nello scolapasta, in modo che resti intrisa di acqua di cottura, e versatela direttamente nella padella col condimento.
Poi mescolate per bene e servite.

Lenticchie/ Pancetta/ Panna/ Pasta/ Senza categoria/ Vino

ORECCHIETTE AL CHIANTI CON LENTICCHIE E PANCETTA

Questa pasta è strepitosa, a casa nostra la mangiamo spesso e non ci basta un solo piatto a testa 🤣🤣🤣 è semplice ma molto gustosa, soprattutto grazie al vino che insaporisce e colora la pasta. PROVATELA 😊
Le orecchiette che ho utilizzato sono di Oro della Terra prodotte da loro, dell’aratura alla raccolta del grano, fino al passaggio attraverso la trafila di bronzo e all’essicazione finale… un percorso seguito con cura e passione dall’inizio alla fine per garantire la giusta ruvidezza preservando i sapori… ➡️ https://www.aziendaagricolasaluzzi.it/
Il Chianti arriva dal negozio collaborativo Wikonsumer che vende prodotti testati e garantiti da assaggiatori che ne approvano le qualità, il gusto, gli ingredienti affinché siano venduti solo prodotti che rispondono ai principi basilari dell’azienda e del consumatore finale.
Se volete provare voi stessi un’esperienza garantita, utilizzate il mio codice MORENA10 avrete 10 euro di sconto, che sono tantissimi 😉 e se in seguito effettuerete altri 3 ordini, ne avrete uno in omaggio!!! È un’offerta imperdibile! ➡️ https://www.wikonsumer.org/land/prime
Le lenticchie sono dell’azienda Franzese che da generazioni porta sulle nostre tavole legumi eccellenti e facili da utilizzare, senza perdere di sapore dopo il confezionamento ➡️ https://www.franzesespa.it/


ORECCHIETTE AL CHIANTI CON LENTICCHIE E PANCETTA
Ingredienti:
500 gr di orecchiette (io Oro della Terra)
400 gr di lenticchie (io Franzese)
400 gr di pancetta affumicata a cubetti
Un bicchiere di Chianti (io Wikonsumer)
250 ml di panna fresca
Olio EVO qb (Io Oro della Terra)

In una grande padella antiaderente mettete un filo d’olio EVO e fate rosolare a fuoco alto la pancetta affumicata. Quando avrà raggiunto una consistenza quasi croccante, aggiungete le lenticchie e mescolate.
Mettete a bollire abbondante acqua salata e fate cuocere le orecchiette.
Quando saranno cotte scolatele e rovesciatele nella pentola col condimento, versateci sopra un bicchiere colmo di vino rosso Chianti. Mescolate bene per far si che tutta la pasta sia bagnata dal vino.
Mettete un coperchio e lasciate riposare affinché il vino panetri nella pasta.
Quando sarà ora di mangiare, scoprite la pasta, versateci sopra la panna, accendete il fuoco e mescolate finché la pasta si sarà scaldata e amalgamata con il condimento.
Vi assicuro che è buonissima 😋

Carne/ Carote/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Vino

ARROSTO AL BARBERA

La domenica di solito mi dedico alla preparazione di piatti più elaborati o comunque più lunghi nelle tempistiche. È il caso dell’arrosto di cui vi parlo oggi, ricevuto da Pascol, tenero tenero, senza nemmeno bisogno di tagliarlo con un coltello. Deve cuocere per almeno 2 ore ed è per questo che ho bisogno di prepararlo nel weekend.
Le carote che ho utilizzato arrivano da Bioexpress che consegna a domicilio frutta e verdura di stagione. Potete ordinarle anche voi sul sito www.bioexpress.it
L’olio EVO invece, proviene dall’azienda MOLINI DEL PONTE ed è buonissimo 😋 potete acquistarlo sul sito www.molinidelponte.com

ARROSTO AL BARBERA
Ingredienti:
Circa 700 gr di arrosto di bovino (io Pascol)
1 litro di vino barbera
Un bicchiere d’acqua
3/4 carote (io Bioexpress)
Mezza cipolla rossa
Olio EVO (io Molini del Ponte)
Sale qb

Tagliate a rondelle sottili e le carote, tagliate anche la cipolla.
In una pentola a bordi alti fate soffriggere la cipolla fino a doratura, poi aggiungete anche le carote e fatele rosolare.
A questo punto dovrete inserire l’arrosto e girarlo su ogni lato per fargli prendere colore.
Adesso aggiungete un litro di barbera e un bicchiere d’acqua.
Regolate di sale e proseguite la cottura per almeno 1 ore, girando la carne ogni 20 minuti sul lato opposto.
A fine cottura spostate momentaneamente l’arrosto in un piatto e con un minipimer frullate tutto il composto presente nella pentola affinché carote e cipolle siano ridotte in poltiglia e si crei una salsina densa da utilizzare come condimento.
Tagliate l’arrosto a fettine e rimettetelo in pentola, scaldate qualche minuto e servite.

Primi piatti/ Riso/ Salamella/ Senza categoria/ Vino

LA PANISSA VERCELLESE CON SALAMELLE

I piatti regionali sono sempre interpretati a seconda delle zone in cui vengono cucinati.Nella mia zona la panissa si prepara con salame fresco, lardo, fagioli e vino rosso. È bella carica di ingredienti ma ne vale davvero la pena!!!!Vi presento la mia panissa cucinata con le salamelle di Marco d’Oggiono che sono talmente fresche e buone da poter essere mangiate anche crude 😉 e con il lardo alle erbe che si scioglie in bocca 😋, sempre di Marco d’Oggiono.Vi consiglio di dare un’occhiata al sito www.marcodoggiono.com perché ci troverete tantissimi prodotti che si mangiano con gli occhi, oltre ad essere eccellenti 😉
Invece, per donare un sapore intenso alla panissa, bisogna utilizzare un vino rosso bello corposo come il Primitivo di Manduria venduto da JO&LE TIPICO PUGLIESE che offre prodotti di alta qualità, tutti pugliesi e selezionati per garantire la soddisfazione del cliente finale. Visitate il sito https://joele.shop/ e approfittate del mio codice ZKV2XONCLZ per avere uno sconto del 20%.PANISSA VERCELLESE CON LE SALAMELLE
Ingredienti:
500 gr di riso Carnaroli
2 salamelle grandi (io Marco d’Oggiono)
50 gr di lardo (io Marco d’Oggiono)
1 latta di fagioli borlotti (400 gr)
500 ml di vino rosso (io Primitivo di Manduria JO&LE Tipico pugliese)
Brodo di carne qb
Mezzo scalogno
Olio EVO
Pepe
Sale
Innanzitutto dovete avere a disposizione il brodo di carne. Nel mio caso l’ho preparato con biancostato, cipolla, sedano e carote.Togliete la pelle alle salamelle e fatele a pezzetti. Mettete da parte.Arrotolate le fette di lardo e tagliatele a listarelle. Mettete da parte.Iniziate a pregare il soffritto rosolando lo scalogno con un filo d’olio, poi aggiungete le salamelle e fatele rosolare su tutti i lati. Mettete in pentola il riso e fatelo tostare qualche minuto. Adesso si parte con la cottura vera e propria! Versate il vino rosso e proseguite aggiungendo brodo quando serve, fino al termine della cottura. Aggiustate di sale e pepe.I fagioli si inseriscono dopo 10 minuti di cottura mentre Il lardo deve essere inserito a fine cottura.

Carne/ Gorgonzola/ MTC/ Pane-Focacce-Pizze/ Peperoni/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Vino

Spezzatino di maiale e peperoni con crema di gorgonzola & Panini con farina di riso nero

Ormai l’appuntamento mensile con
l’MTC è diventato un momento tanto atteso qui a casa nostra!!!!

Lo spezzatino è l’argomento di
Gennaio e ovviamente, trattandosi di secondi piatti, il mio maritino era al
settimo cielo ed ha voluto partecipare attivamente alla realizzazione della
ricetta!!!

A noi piace sperimentare, provare
abbinamenti che non sono consueti, e di solito lo facciamo la domenica, giorno
in cui riusciamo a stare insieme e a dedicarci a noi.

Questa volta siamo soddisfatti
del risultato e credo proprio che questa ricetta la ri-proporremo agli amici.

Abbiamo scelto di utilizzare la
carne di maiale, accompagnata da peperoni rossi e vino rosso, con una “guarnizione
finale” a base di gorgonzola… da leccarsi i baffi!!!!! E per fare la
scarpetta?????  Dei golosi panini con
farina di riso nero!!! Tutti prodotti della nostra zona: gorgonzola e riso nero
provengono dalla provincia di Novara, in cui abitiamo.

Insomma, fidatevi, era tutto
buonissimo!!!!!

SPEZZATINO DI MAIALE E PEPERONI CON CREMA DI
GORGONZOLA

Ingredienti:

700
gr di lonza di maiale

2
bicchieri di vino rosso

2
peperoni rossi

Mezza
cipolla rossa

Olio
EVO

100
gr di gorgonzola dolce

Un
rametto di rosmarino

Sale
e pepe

Procedimento:

La
sera prima, tagliate a cubetti la lonza di maiale e mettete a marinare tutta la
notte nel vino rosso con un rametto di rosmarino e un pizzico di pepe.

L’indomani
vedrete che la carne avrà assorbito gran parte del vino.

In una casseruola in ghisa, preparate
un soffritto con olio e cipolla, poi rosolate la carne su ogni lato.

Aggiungete
i peperoni lavati e tagliati a pezzetti. Lasciate cuocere per 10 minuti poi
aggiungete il vino avanzato dopo la marinatura della carne e fate sfumare.

Lasciate
cuocere a fuoco lento con coperchio per un’altra ora circa.

A
cottura ultimata lasciate riposare per far asciugare il tutto, poi tagliate il gorgonzola
a pezzetti, riaccendete il fuoco e lasciatelo sciogliere sulla carne,
mescolando affinchè si amalgami con il resto del condimento. Lo spezzatino è
pronto!!!
Ed ora, per non lasciare niente nel piatto, prepariamo un buon pane per fare la scarpetta!!!!!

 
PANINI
CON FARINA DI RISO NERO

Ingredienti:

200
gr di farina di riso nero

300
gr di farina manitoba

12
gr di lievito di birra fresco (mezzo cubetto)

150
gr di acqua

150
gr di latte

12
gr di sale

1
cucchiaino di miele

2
cucchiai di olio EVO

Procedimento:

Innanzitutto
preparate la farina di riso tritando in un mixer il riso nero. Passate al
setaccio e rimettete nel mixer i chicchi rimasti troppo grandi.

Mettete
il lievito a bagno nell’acqua tiepida con un cucchiaino di miele.

Mischiate
la farina di riso con la manitoba, aggiungete il sale.

Inserite
anche il latte tiepido, l’acqua col lievito e 2 cucchiai d’olio EVO.

Impastate
in planetaria col gancio. L’impasto risulterà piuttosto umido in quanto la
farina di riso assorbe molta acqua.

Mettete
a lievitare in forno spento con la luce accesa, per circa 2/3 ore coperto da
pellicola.

Riprendete
l’impasto, ungetevi le mani di olio (altrimenti l’impasto molle si attaccherà
alle mani), e formate 8 palle che appoggerete su una teglia da forno ricoperta
da carta forno.

Disegnate
sulla superficie una croce col coltello e spolverizzate con un po’ di farina.

Cuocete
in forno a 180 gradi per 20 minuti.
Con questa ricetta partecipo all’MTC di Gennaio
http://www.mtchallenge.it/2014/01/mtc-n-35-la-ricetta-della-sfida-di.html