Browsing Category

Vino

Pasta/ pomodoro/ Primi piatti/ Vino

SPAGHETTI CON POMODORI SAN MARZANO E ACCIUGHE DEL CANTABRICO

Ci vuole poco per preparare un piatto semplice ma davvero buono, l’importante sono gli ingredienti, che devono essere di qualità!

Gli spaghetti sono di Terre Alte Picene e derivano da agricoltura simbiotica cioè il terreno viene trattato con prodotti del tutto naturali, senza agenti chimici e con zero impatto ambientale…. ne deriva un prodotto dal gusto più intenso ed aromatico, oltre ad una persistenza più lunga che consente di gustare a pieno i sapori e i profumi autentici della nostra terra. Provatela con il mio codice morenaincucina che vi regalerà uno sconto del 10% ➡️ http://www.terrealtepicene.it/

Il mio sugo, con i pomodori San Marzano di ROMINELLA ha un sapore senza paragoni!!! Questi pomodori hanno il privilegio di essere seguiti e controllati minuziosamente dal seme al prodotto finitopelato in scatola, essendo l’azienda di trasformazione ubicata nel nucleo dell’area del DOP, ossia l’Agro Sarnese-Nocerino.
Quindi il pomodoro viene trasformato a poche ore dalla raccolta, preservando così tutte le sue proprietà benefiche ➡️ http://www.rominella.it/

Le pregiate acciughe del Cantabrico sono dell’azienda L’isola d’oro e sono morbide, carnose e profumate… la qualità organolettica migliore al mondo. L’intera produzione e confezionamento di questo pregiato prodotto è eseguita a mano seguendo antichi criteri artigianali. In Sicilia vengono poi realizzati i preziosi filetti in vaso di vetro ➡️ https://www.lisoladoro.it/

Olio e vino sono della Fattoria Sant’Appiano ubicata in Toscana. Il vino è un Merlot Rosso profondo, brillante e carico. Un paniere di piccoli frutti rossi maturi si apre nel bicchiere fin dal primo olfatto. Note di spezie completano l’aroma. Al palato ha un attacco sapido e avvolgente, colpisce la nobiltà del tannino, suadente e vellutato. Gli aromi preannunciati all’olfatto si ritrovano nel gusto e l’armonia di tutte le componenti determina una piacevolezza fuori dall’ordinario ➡️ https://www.santappiano.it/en/shop/

SPAGHETTI CON POMODORI SAN MARZANO E ACCIUGHE DEL CANTABRICO

Ingredienti:
500 gr di Spaghetti (io Terre alte picene)
400 gr di pomodori San Marzano (io ROMINELLA)
7/8 acciughe del Cantabrico (io L’isola d’oro)
Olio EVO qb (io Fattoria Sant’Appiano)

In accompagnamento:
Vino rosso Merlot di Fattoria Sant’Appiano

In una padella antiaderente mettete un filo d’olio EVO, poi aggiungete le acciughe e fatele sciogliere.
A questo punto inserite i pomodori San Marzano con il loro succo e schiacciateli durante la cottura.
Fate cuocere e nel frattempo buttate gli spaghetti in abbondante acqua salata e e 2 minuti prima del.termine della cottura, trasferiteli con una schiumarola nella padella con il condimento.
Allungate con un mestolo di acqua di cottura e finite di cuocere.
Prima di servire condite con olio a freddo.
Piatto velocissimo ma che da enorme soddisfazione!

Formaggio/ Primi piatti/ Riso/ Vino

RISOTTO ALLA BIRRA E CREMA DI LARDO MANTECATO CON TOMA

Se non avete mai provato dovete farlo!!! La birra scura dona un sapore amarognolo che contrasta con lardo e toma.

Alla base del piatto c’è il riso Carnaroli, che io amo e che reputo il migliore per preparare risotti di qualità. Potete trovarlo nell’eshop dell’azienda Mungi&Bevi che vi permette di ricevere a casa prodotti selezionati, sia freschi che confezionati, con camion refrigerati che garantiscono l’integrità dei prodotti ➡️ https://www.original-food.it/

La deliziosa crema di lardo è di A ME MI GARBA che produce e vende prodotti toscani che vi permettono di restare a casa e sentirvi al ristorante! La crema di lardo in particolare, ha un sapore deciso ma sopraffino in quanto si tratta di un prodotto artigianale stagionato naturalmente. Può anche essere utilizzato in versione spalmabile su una fetta di pane!!! Inoltre l’azienda racchiude in un vasetto, piatti pronti della tradizione Toscana senza conservanti…. dovete assolutamente provarli ➡️ https://amemigarba.com/community-toscanacci

La birra scura Carnival fa parte del vasto assortimento dell’azienda EDIZIONE LIMITATA che si occupa di espandere il Made in Italy a livello nazionale e internazionale tramite una vetrina digitale che collega piccole “eccellenze” produttive a quei consumatori finali che desiderano acquistare prodotti alimentari, e bevande, artigianali e di altissima qualita’. Ognuno dei produttori ha una storia fatta di “conoscenza”, tramandata di generazione in generazione, e di un profondo legame con il territorio. Chi acquista da questo tipo di realta’ produttive ne beneficia non solo in gusto e qualita’, ma anche in salute! Quindi vi consiglio di approfittare del mio codice Morena10%Sconto!  Che vi regala il 10% di sconto nello shop ➡️ https://www.edizione-limitata.it/

Per la mantecatura mi sono affidata a Formaggi Capoferri e alla loro Toma Nostrana Nonno Tobia dal sapore delicato, con retrogusto di fieno e foraggi stagionato oltre 90 giorni. I formaggi Capoferri sono una garanzia, perché il loro sapere è tramandato da generazione in generazione seguendo in modo maniacale la corretta maturazione. ➡️ https://formaggicapoferri.it/

Per accompagnare il mio piatto ho scelto un vino rosato Venusio Sangiovese di Principe Corsini , un vino che mantiene il suo senso del luogo, ma si muove su nuove aromaticità che ispirano dissetante generosità e spensierata bevibilità. Aromi floreali sensuali tra rosa tea e glicine, sfumature di pesca, melone e mela annurca. Corpo soffice e sapido con un twist agrumato sul finale brillante dall’equilibrio gioioso ➡️ https://principecorsini.com/

RISOTTO ALLA BIRRA E CREMA DI LARDO MANTECATO CON TOMA

Ingredienti:
500 gr di riso Carnaroli (io Mungi e bevi)
Una bottiglia da 33 cl di birra scura (io Edizione Limitata)
Circa 100 gr di crema di lardo (io A me mi Garba)
200 gr di toma (io Formaggi Capoferri)
Olio EVO qb
Mezzo scalogno
Brodo di verdure

Accompagnamento:
Vino rosato Venusio Sangiovese di Principe Corsini

Per il brodo di verdure io ho fatto cuocere in abbondante acqua salata, cipolla, sedano e carote.
Per preparare il risotto, fate il soffritto con lo scalogno e un filo d’olio EVO. Poi fate tostare il riso girandolo per un paio di minuti. Adesso aggiungete la birra scura e sfumate.
Continuate la cottura del riso aggiungendo brodo secondo necessità, ci vorranno circa 20 minuti.
Due minuti prima della fine della cottura, aggiungete la crema di lardo e mescolate.
Quando il risotto sarà pronto dovrete tagliare la toma a pezzi e versarla nella pentola con il riso, per mantecarlo. Girate molto velocemente per farlo assorbire.
Lasciate riposare per 2 minuti e servite accompagnato da un buon bicchiere di vino!

Pasta/ Pesce/ pomodoro/ Primi piatti/ Vino

PACCHERI CON SGOMBRO E DATTERINI

Una pasta davvero buona e facilissima da preparare anche all’ultimo minuto che non deluderà.

Importante la scelta del pesce. Io ho utilizzato i filetti di sgombro di Unifrigo che sono lavorati a mano, conservati in olio di oliva in una pratica lattina con apertura a strappo. Naturalmente ricchi di Omega 3 ➡️ https://unifrigoshop.it/

Essenziale anche la scelta della pasta e io ho scelto Genua pasta fresca perché una volta che l’avrai assaggiata, nulla sarà più come prima!!!!! È talmente buona che sarà difficile reggere il paragone… crea dipendenza ➡️ https://pastagenua.com/

Il vino bianco Malvasia è di Sannio sapori ed è un vino bianco molto apprezzato, perfetto sia per il classico aperitivo, sia per arricchire di sapore i piatti di pesce.
Sannio Sapori si prefigge di far conoscere i tesori e le delizie del Sannio, che comprende le regioni Abruzzo Molise Campania e Puglia quindi immaginate quanti prodotti pregiati potrete trovare nel loro shop ➡️ https://www.sanniosapori.com/

I datterini gialli, perfetti con il pesce sono dell’azienda Lapietra di cui vi ho parlato spesso, coltiva fuori suolo e
raccoglie i suoi pomodori poche ore prima dell’acquisto ➡️ http://www.fratellilapietra.it/it/

PACCHERI CON SGOMBRO E DATTERINI

Ingredienti:
500 gr di paccheri (io Genua pasta fresca)
125 gr di filetti di sgombro in olio Evo (io Unifrigo)
Circa un bicchiere di vino bianco (io Malvasia di Sannio Sapori)
Una dozzina di datterini gialli (io LAPIETRA)
Olio EVO qb (io SannioSapori)
Sale qb

Lavate e tagliate a pezzi i datterini.
In una padella grande, mettete un filo di olio EVO e aggiungete i datterini gialli, fate cuocere per 5 minuti, poi inserite anche i filetti di sgombro
Per ultimo versate il vino bianco e alzatebla fiamma per sfumare.
Nel frattempo cuocete i mezzi paccheri in acqua salata bollente.
Scolate la pasta con il mestolo, non nello scolapasta, in modo che resti intrisa di acqua di cottura, e versatela direttamente nella padella col condimento.
Poi mescolate per bene e servite.

Lenticchie/ Pancetta/ Panna/ Pasta/ Senza categoria/ Vino

ORECCHIETTE AL CHIANTI CON LENTICCHIE E PANCETTA

Questa pasta è strepitosa, a casa nostra la mangiamo spesso e non ci basta un solo piatto a testa 🤣🤣🤣 è semplice ma molto gustosa, soprattutto grazie al vino che insaporisce e colora la pasta. PROVATELA 😊
Le orecchiette che ho utilizzato sono di Oro della Terra prodotte da loro, dell’aratura alla raccolta del grano, fino al passaggio attraverso la trafila di bronzo e all’essicazione finale… un percorso seguito con cura e passione dall’inizio alla fine per garantire la giusta ruvidezza preservando i sapori… ➡️ https://www.aziendaagricolasaluzzi.it/
Il Chianti arriva dal negozio collaborativo Wikonsumer che vende prodotti testati e garantiti da assaggiatori che ne approvano le qualità, il gusto, gli ingredienti affinché siano venduti solo prodotti che rispondono ai principi basilari dell’azienda e del consumatore finale.
Se volete provare voi stessi un’esperienza garantita, utilizzate il mio codice MORENA10 avrete 10 euro di sconto, che sono tantissimi 😉 e se in seguito effettuerete altri 3 ordini, ne avrete uno in omaggio!!! È un’offerta imperdibile! ➡️ https://www.wikonsumer.org/land/prime
Le lenticchie sono dell’azienda Franzese che da generazioni porta sulle nostre tavole legumi eccellenti e facili da utilizzare, senza perdere di sapore dopo il confezionamento ➡️ https://www.franzesespa.it/


ORECCHIETTE AL CHIANTI CON LENTICCHIE E PANCETTA
Ingredienti:
500 gr di orecchiette (io Oro della Terra)
400 gr di lenticchie (io Franzese)
400 gr di pancetta affumicata a cubetti
Un bicchiere di Chianti (io Wikonsumer)
250 ml di panna fresca
Olio EVO qb (Io Oro della Terra)

In una grande padella antiaderente mettete un filo d’olio EVO e fate rosolare a fuoco alto la pancetta affumicata. Quando avrà raggiunto una consistenza quasi croccante, aggiungete le lenticchie e mescolate.
Mettete a bollire abbondante acqua salata e fate cuocere le orecchiette.
Quando saranno cotte scolatele e rovesciatele nella pentola col condimento, versateci sopra un bicchiere colmo di vino rosso Chianti. Mescolate bene per far si che tutta la pasta sia bagnata dal vino.
Mettete un coperchio e lasciate riposare affinché il vino panetri nella pasta.
Quando sarà ora di mangiare, scoprite la pasta, versateci sopra la panna, accendete il fuoco e mescolate finché la pasta si sarà scaldata e amalgamata con il condimento.
Vi assicuro che è buonissima 😋

Carne/ Carote/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Vino

ARROSTO AL BARBERA

La domenica di solito mi dedico alla preparazione di piatti più elaborati o comunque più lunghi nelle tempistiche. È il caso dell’arrosto di cui vi parlo oggi, ricevuto da Pascol, tenero tenero, senza nemmeno bisogno di tagliarlo con un coltello. Deve cuocere per almeno 2 ore ed è per questo che ho bisogno di prepararlo nel weekend.
Le carote che ho utilizzato arrivano da Bioexpress che consegna a domicilio frutta e verdura di stagione. Potete ordinarle anche voi sul sito www.bioexpress.it
L’olio EVO invece, proviene dall’azienda MOLINI DEL PONTE ed è buonissimo 😋 potete acquistarlo sul sito www.molinidelponte.com

ARROSTO AL BARBERA
Ingredienti:
Circa 700 gr di arrosto di bovino (io Pascol)
1 litro di vino barbera
Un bicchiere d’acqua
3/4 carote (io Bioexpress)
Mezza cipolla rossa
Olio EVO (io Molini del Ponte)
Sale qb

Tagliate a rondelle sottili e le carote, tagliate anche la cipolla.
In una pentola a bordi alti fate soffriggere la cipolla fino a doratura, poi aggiungete anche le carote e fatele rosolare.
A questo punto dovrete inserire l’arrosto e girarlo su ogni lato per fargli prendere colore.
Adesso aggiungete un litro di barbera e un bicchiere d’acqua.
Regolate di sale e proseguite la cottura per almeno 1 ore, girando la carne ogni 20 minuti sul lato opposto.
A fine cottura spostate momentaneamente l’arrosto in un piatto e con un minipimer frullate tutto il composto presente nella pentola affinché carote e cipolle siano ridotte in poltiglia e si crei una salsina densa da utilizzare come condimento.
Tagliate l’arrosto a fettine e rimettetelo in pentola, scaldate qualche minuto e servite.