Browsing Category

Vino

Formaggio/ Pasta/ Primi piatti/ Speck/ Vino

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

La conoscete la pasta Senatore Cappelli???? Se non l’avete ancora provata dovete rimediare perché ve ne innamorerete! Nulla a che vedere con la pasta tradizionale e commerciale… una consistenza inconfondibile, una capacità di assorbimento del condimento senza paragoni!!! Nel mio piatto ho utilizzato i maccheroni di Mulino Calogiuri che ringrazio perché dagli anni 60 ci fornisce prodotti artigianali impeccabili ➡️ https://www.ilmulinocalogiuri.it/

E con un pecorino stagionato buono come quello che ho usato io, di Caseificio Codonesu , il mio piatto non poteva essere migliore!!! Un profumo intenso, accompagnato da un sapore di latte e cereali… buono anche da assaporare al naturale… fantastico!!!
Anche il vino in accompagnamento arriva dalla Sardegna, sempre di Caseificio Codonesu… un ottimo Cannonau di Sardegna dal bouquet intenso, caldo e dal gusto pieno e saporito ➡️ https://www.caseificiocodonesu.it/

Per l’ottimo speck ringrazio Carpano Speck che dal cuore delle Dolomiti produce carni, salumi, formaggi e latticini. Lo speck cuore è ottenuto da cosce di suino salate, aromatizzate, affumicate e stagionate ➡️ https://www.carpanoshop.com/

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

Ingredienti:
50p gr di maccheroni Senatore Cappelli (io Mulino Calogiuri)
150 gr di speck (io Carpano Speck)
200 gr di pecorino stagionato (io Caseificio Codonesu)
Olio EVO qb

In accompagnamento: Vino Cannonau di Sardegna di Caseificio Codonesu

Per prima cosa tagliate lo speck a fettine e poi a pezzetti.
Prendete una padella antiaderente e versateci un filo d’olio EVO, scaldate e fate arrostire lo speck fino a renderlo croccante.
Mettete a bollire l’acqua salata per la pasta.
Nel frattempo prendete il pecorino e grattugiatelo in una terrina (intanto assaggiatene un pezzo… è troppo buono!!!)
Buttate nell’acqua bollente i maccheroni e fateli cuocere. Un paio di minuti prima della fine della cottura trasferiteli con una schiumarola nella padella con lo speck, aggiungendo un mestolo della loro acqua di cottura.
Accendete il fuoco e fate saltare la pasta, aggiungendo il pecorino in più riprese. Mescolate e saltate fino alla fine.
Lasciate un pochino di pecorino da parte per usarlo a freddo sui maccheroni pronti.

Mozzarella/ Pasta/ Pistacchi/ Primi piatti/ Vino

PASTA 6 COLORI CON PESTO DI PISTACCHIO E MOZZARELLA FIORDILATTE

Un piatto colorato e ricco di sapore! Un abbinamento che rappresenta sapori tipici Italiani, ingredienti che stanno bene insieme e che sicuramente vi stupiranno!

La pasta 6 colori di Sapori Antichi racchiude sapori e colori di barbabietola, spinaci, curcuma, nero di seppia e paprika! Trafilata al bronzo e di qualità assoluta ➡️ https://www.saporiantichisrl.com/it/

Spano Sapori con il suo pesto di pistacchio realizzato con vero pistacchio di Bronte, dal sapore intenso, perfetto per ogni portata ➡️ https://www.sicilian-pistachio.com/

Per rendere speciale il mio piatto ho scelto la mozzarella Fiordilatte di Caseificio S. Antonio derivata da latte certificato proveniente da allevamenti campani, lucani e pugliesi… un sapore meraviglioso e che crea dipendenza!!! ➡️ https://www.caseificiosantantonio.com/

Per accompagnare ho scelto un ottimo bianco frizzante “C’era Una Volta” di Vini Testa, fresco dal profumo intenso con piacevoli note fruttate, ottenuto da uve autoctone accuratamente selezionate ➡️ https://www.vinitesta.it/shop/

PASTA 6 COLORI CON PESTO DI PISTACCHIO E MOZZARELLA FIORDILATTE

Ingredienti:
250 gr di pasta 6 colori (io Sapori Antichi)
90 gr di pesto di pistacchio (io Spano Sapori)
150 gr di Mozzarella Fiordilatte (io Caseificio S. Antonio)
Olio EVO qb

Per accompagnare: Vino bianco frizzante “C’era una volta” di Vini Testa

Mettete a bollire abbondante acqua salata.
A parte, in una pentola antiaderente scaldate un dito d’olio EVO e aggiungete il pesto di pistacchio. Mescolate per creare una cremina densa.
Buttate la pasta e mentre cuoce tagliate a pezzetti la mozzarella.
Quando la pasta sarà cotta scolatela nella padella col pesto, mescolate, aggiungete la metà della mozzarella e mescolate per renderla filante, poi utilizzate la restante a pezzetti a freddo sopra alla pasta.

Mandorle/ Mortadella/ Olive/ Primi piatti/ Vino

CASERECCE CON MORTADELLA, PATÈ DI OLIVE E MANDORLE

Un mix di ingredienti combinati tra loro con opportuni equilibri, può creare un piatto bomba dal sapore inaspettato!!!!

Ho utilizzato la pasta Senatore Cappelli dell’azienda Nicchie di Puglia che segue la procedura di produzione affinché il prodotto finale mantenga inalterate le proprietà organolettiche ed antiossidanti. Sono rimasta soddisfatta dal sapore e della consistenza e non ho dubbi sul consigliarla a voi ➡️ https://www.nicchiedipuglia.com/

Per il condimento ho scelto il patè di olive nere di Sicily on table che dalla Sicilia ci regala ottimi prodotti artigianali ➡️ https://www.sicilyontable.com/

La mortadella è senza conservanti, morbida e profumata, facilmente digeribile e irresistibile… come ogni prodotto di Salumificio Franceschini che nel suo shop online vi farà venire l’acquolina!!! Correte a vedere ➡️ https://www.bottegafranceschini.it/

E le mandorle salate e aromatizzate, le avete mai assaggiate??? Da Pitittu di Sicilia le potete trovare, insieme a moltissime specialità accuratamente selezionate e soprattutto, potrete vedere lo stile originale che differenzia Pitittu dalle altre aziende… l’amore e la cura per i dettagli rendono ogni confezione unica e speciale… pacchetti regalo confezionati a mano, con canovacci tipici Siciliani, belli come quello che potete vedere nella foto della mia ricetta. Fatevi tentare anche voi utilizzando il mio codice morena10 per avere uno sconto del 10% ➡️ https://pitittudisicilia.it/

Ho condito il mio piatto con il formaggio di capra Scoppolato di Pedona toscano, delicato, dal sapore inconfondibile, perfetto anche da assaporare così com’è oppure per mantecare un risotto… ma sarete voi a decidere come usarlo dopo l’acquisto nello shop ➡️ http://www.scoppolato.it/

E per accompagnare il mio piatto ho scelto un vino rosato di Cantina Cauda , Roero Cuchija dal colore tenue… leggero ma sofisticato, ricco di profumi e gusti con note fruttate ➡️ www.cantinacauda.it

CASERECCE CON MORTADELLA, PATÉ DI OLIVE E MANDORLE

Ingredienti:
500 gr di Cassrecce (io Nicchie di Puglia)
180 gr di Paté di olive nere (io Sicily on table)
Olio EVO qb
150 gr di mortadella in pezzo unico (io Salumificio Franceschini)
80 gr di mandorle salate (io al timo e rosmarino di Pitittu si Sicilia)
50 gr di Formaggio di pecora stagionato (io Scoppolato di Pedona)

In accompagnamento: Vino Rosato Cantina Cauda

Tagliate a cubetti la mortadella e mettetela da parte.
Nel frattempo mettete a bollire abbondante acqua salata per cuocere la pasta.
In una grande padella antiaderente mettete un filo d’olio, fate scaldare e aggiungete il patè di olive. Mescolate.
Tritate la metà delle mandorle e aggiungetele alla salsa.
Mescolate ed inserite anche i cubetti di mortadella. Buttate la pasta e 2 minuti prima della cottura scolatela con la schiumarola e versatela direttamente nella padella con il condimento aggiungendo anche un pochino di acqua di cottura.
Finite la cottura della pasta in padella.
Grattugiate il formaggio di pecora e condite la pasta.
Mescolate ancora e decorate con le mandorle rimaste intere. Il loro profumo di timo e rosmarino inonderà la casa!!!

Primi piatti/ Riso/ Vino

RISOTTO AL PESTO DI AGRUMI E LARDO

La sera iniziano a scendere le temperature e a casa nostra torna la voglia di risotti! In questo caso di tratya di un piatto molto particolare, un perfetto equilibrio tra agrumi e lardo… una delizia indescrivibile!

Il pesto di agrumi è un mix di Polpa di arancia 60%, mandorla 30%, polpa di limone, olio di semi di girasole, capperi, aglio, pepe acciughe e basilico, fornitomi da Emporio Sicilia che di cose buone e dal sapore artigianale ne ha davvero tante, date un’occhiata ➡️ https://www.emporiosicilia.it/

Il lardo è invece una delle prelibatezze di Hiblasus che produce e vende salumi a km0 senza glutine, buoni perché artigianali e dal sapore inconfondibile ➡️ https://hiblasus.it/

Per accompagnare il mio piatto hp scelto un Vino fresco, di buona intensità, colore Cerasuolo brillante, giovane e perfetto per primi piatti, piccola cacciagione, formaggi e zuppe di pesce! Terre di Gerace di Barone Macrì ➡️ https://www.baronemacri.it/

RISOTTO AL PESTO DI AGRUMI E LARDO

Ingredienti:
500 gr di riso Carnaroli
Circa 100 gr di pesto di agrumi (io Emporio Sicilia)
200 gr di lardo (io Hiblasus)
Mezzo bicchiere di vino bianco
Olio EVO qb
Una noce di burro
Mezzo scalogno
Brodo di verdure

Accompagnamento:
Vino rosato Terre di Gerace di Barone Macrì

Per il brodo di verdure io ho fatto cuocere in abbondante acqua salata, cipolla, sedano e carote.
Per preparare il risotto, fate il soffritto con lo scalogno e un filo d’olio EVO. Poi fate tostare il riso girandolo per un paio di minuti. Adesso aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e sfumate.
Continuate la cottura del riso aggiungendo brodo secondo necessità. A metà cottura aggiungete il pesto di agrumi (preparato con polpa di arancia, mandorle, polpa di limone, olio di semi di girasole, capperi, aglio, pepe acciughe, basilico).
Due minuti prima della fine della cottura, aggiungete il lardo tagliato a pezzetti piccoli, lasciandone da parte qualche  fettina tagliata sottile. Mescolate per far sciogliere il lardo.
Quando il risotto sarà pronto dovrete aggiungere una noce abbondante di burro nella pentola con il riso, per mantecarlo. Girate molto velocemente per farlo assorbire.
Lasciate riposare per 2 minuti e servite guarnito con una fettina di lardo, accompagnato da un buon bicchiere di vino!

Antipasti/ Gamberi/ Pesce/ Vino

SPIEDINI DI GAMBERI PICCANTI AL FORNO

Perfetti come antipasto o per completare una cena a base di pesce, sfiziosi e facili da preparare!
Li ho resi “speciali” utilizzando una panatura a base di pane Carasatu tritato, buono come pochi perché prodotto dal Panificio Bulloni pluripremiato per la qualità dei suoi prodotti ➡️ http://www.panificiogiuliobulloni.it/
Per dare un tocco in più ho aggiunto peperoncino essicato, raccolto a mano ed essicato, con tanta passione e cura da Note di campo che garantisce sempre la sua passione per le cose fatte in casa con amore ➡️ https://www.notedi.com/it/
L’olio extravergine essenziale per insaporire il mio piatto è del Frantoio Ghiglione , un olio ligure dal sapore inconfondibile e delizioso ➡️ https://www.frantoioghiglione.it/shop/

Per la cottura ho utilizzato una pirofila in vetro Zeronichel che permette di ridurre al minimo il livello di nichel ➡️ https://www.zeronichel.com/

Il tutto accompagnato da un vino Ortrugo frizzante, di Vini Testa che con le sue note floreali e fruttate e con la sua freschezza, saprà esaltare il sapore del pesce ➡️ https://www.vinitesta.it/

SPIEDINI DI GAMBERI PICCANTI AL FORNO

Ingredienti (x 3 spiedini):
15 gamberi sgusciati
Un disco di pane Carasatu (Panificio Bulloni)
Sale e pepe
Un pezzetto di aglio
Un cucchiaino di Peperoncino essicato (Note di campo)
Qualche foglia di Prezzemolo
Olio EVO (Frantoio Ghiglione)
3 Stecchini lunghi per spiedini

Pirofila in vetro Zeronichel

Per accompagnare:
Ortrugo frizzante, vino bianco di Vini Testa

Lavate i gamberi e togliete dalla schiena la riga nera sfilando dalla testa.
Preparate il trito per l’impanatura: mettete in un mixer il pane carasau, l’aglio, sale, pepe, foglie di prezzemolo e peperoncino essicato, con un goccino d’olio e tritate tutto. Mescolate per amalgamare e traferite il trito in un vassoio.
Prendete gli stecchi e infilate ad uno ad uno i gamberi, 5 per spiedino, ma regolatevi in base alla loro dimensione.
Impanate gli spiedini su ogni lato, schiacciando per bene per far attaccare la panatura.
Trasferite gli spiedini in una teglia ricoperta con carta forno, passateci sopra un filo d’olio EVO e infornate a 200 gradi per 10 minuti.