Browsing Category

Verza

Carne/ Salamella/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Verza

LA CASSOEULA A MODO MIO

La cassoeula è un piatto tipico del nord Italia, e più precisamente della Lombardia. Nella versione originale viene cucinata con vari tagli di carne di maiale, ma io di solito la faccio solo con le salamelle perché rimangono più grasse e fanno più sapore.
Grazie a JUST FRUIT, che mi ha consegnato a domicilio frutta e verdure fresche, perfette nella forma e nella sostanza, tra cui appunto anche la verza, ho approfittato per preparare la cassoeula e per condividerne con voi la ricetta.
Approfitatte anche voi del servizio di JUST FRUIT, che consegna prodotti a KM0 in 24/48 ore in tutta Italia.
Collegatevi al sito www.justfruit.it e acquistate anche voi!


CASSOEULA A MODO MIO
Ingredienti:
Uno spicchio d’aglio
Una verza da circa 1 kg (io Just Fruit)
3/4 verzini o salamelle
100 ml di vino bianco
50 ml di aceto rosso
Acqua calda qb
Un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro
Sale
Olio EVO

Innanzitutto lavate e tagliate la verza in pezzi grandi.
In una pentola alta fate soffriggere lo spicchio d’aglio con un filo d’olio EVO, quando sarà dorato aggiungete le salamelle e rosolatele su ogni lato.
Aggiungete il vino bianco.
Inserite la verza, allungate con mezzo bicchiere d’acqua e l’aceto rosso, mettete un coperchio per farle appassire a fuoco lento.
Quando tutte le verze saranno appassite, aggiungete ancora mezzo bicchiere d’acqua calda nella quale dovrete sciogliere un cucchiaio di concentrato di pomodoro.
Aggiustate di sale e lasciate cuocere girando ogni tanto per non farle attaccare.
In tutto ci vorrà circa un’ora.


Carne/ Pancetta/ Salamella/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Verza/ Vino

La cassoeula

Questa mattina mi sono svegliata alle 6:30, come ogni giorno, ma oggi ad aspettarmi c’era l’asse da stiro già pronto e il ferro da stiro già caldo… Eh si, perchè Luca, in partenza per Roma, aveva bisogno urgente che io gli stirassi proprio quel maglione grigio che era ancora umido perchè lavato domenica… quel maglione caldo che doveva indossare assolutamente perchè non ne aveva altri che stessero bene con sotto la camicia e la cravatta, lui che ha talmente tanti maglioni che 2 cassetti larghi oltre un metro non bastano a contenerli!!! Quindi, con gli occhi ancora semichiusi, prima ancora di fare colazione, che per me è SACRA, infreddolita e tremante, gli ho stirato il bellissimo maglione grigio, senza riuscire a capire se effettivamente lo stavo stirando… perchè non vedevo con gli occhi semichiusi… ma alla fine lui, è uscito di casa felice col suo bel maglioncino grigio!!!!
Un risveglio diverso e un po’ “fastidioso” per me che odiooooo stirare, figuriamoci farlo appena sveglia!!! Ma se gli avessi detto NO, apriti cielo… si sarebbe messo a borbottare frasi del tipo “Io non so stirare, scusa se ti ho disturbata, la prossima volta mi arrangio da solo e lo brucio così non ti infastidisco!!!!”, quindi, onde evitare, ho portato a termine la cosa…
Diciamolo ragazze: Cosa farebbero questi uomini senza di noi???? 
E visto che il buongiorno si vede dal mattino, anche al lavoro ho ricevuto delle notizie poco piacevoli legate alla tredicesima mensilità… ma voglio, come sempre, essere positiva e credere che tutto si sistemerà… e per tirarmi su il morale sono passata in edicola e ho comprato un manuale di pasticceria che trovo meraviglioso, mi è bastato questo per riacquistare serenità!!!! 
Quindi vi auguro una felicissima giornata e vi regalo la ricetta della Cassoeula, un piatto che io non amo perchè contiene la verza e io non mangio le verdure a foglia, ma che io e Luca abbiamo preparato qualche settimana fa per una cena a casa nostra con amici che amano mangiare “leggero”!!!
L’hanno trovata fantastica!!! Ci sono varie versioni della Cassoeula, a seconda delle regioni di provenienza, questa è la nostra:

LA CASSOEULA

Ingredienti (per 6 persone):
2 verze, una chiara e una scura
6 verzini (o salamelle)
6 Puntine di maiale
Una fetta spessa di pancetta da macelleria (in alternativa, cotenna di maiale)
Un bicchiere di vino bianco
Aceto rosso
2 dadi
Un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro
Olio EVO
Pepe

Procedimento:

Lavate e pulite le verze eliminando il fondo duro e la parte centrale.
Prendete una pentola a bordo alto, fate un soffritto con l’olio EVO, l’aglio e i dadi,  e rosolateci le puntine di maiale e la pancetta, poi annegate nel vino bianco. 
Trasferite nella stessa pentola le verze precedentemente sfogliate, insaporite con il concentrato di pomodoro diluito in un po’ d’acqua tiepida e il pepe. Aggiungete un dito di aceto rosso.
Lasciate cuocere il tutto chiuso con un coperchio. Ogni 10 minuti mescolate e, se serve, allungate con un po’ d’acqua.
La cottura è lunga, ci vorrà un’ora e mezza, anche 2 ore.
15/20 minuti prima della fine aggiungete i verzini.
Un bacio a tutte voi e… che la gioia vi accompagni in ogni istante