Browsing Category

Senza categoria

Nocciole/ Pasta/ Primi piatti/ Ricotta/ Senza categoria

GIRASOLI DI BORRAGINE CON CREMA DI RICOTTA E NOCCIOLE

Un piatto delicato ma irresistibile, semplice ma ricco di sapore.

I girasoli sono preziosi e gustosi scrigni di pasta fresca a forma di girasole in cui l’inconfondibile sapore pungente e selvatico della borragine e il gusto delle noci si incontrano in un ripieno morbido e cremoso. Una pasta deliziosa grazie alle mani sapienti dell’azienda UN SACCO DI PASTA che produce vari tipi di pasta fresca spediti direttamente a casa in un bellissimo box in cartone, con spedizioni ad hoc che garantiscono la freschezza e la qualità del prodotto che riceverete ➡️ https://unsaccodipasta.it/

Le nocciole alla base del condimento di questo delizioso primo piatto, sono dell’azienda Lenoccioline.it che porta sulle tavole della propria clientela il meglio che la nature offre: mandorle, noci, fichi secchi, legumi e tanto altro. Ogni alimento viene selezionato con cura e lavorato con passione, diventando così sinonimo di gusto e qualità ➡️ https://www.lenoccioline.it/

L’olio extravergine invece arriva dall’azienda Mammamia Italia ed è prodotto con olive lecchino e moraiolo, spremuto a freddo per garantirne consistenza e qualità, io lo trovo davvero buono e ve lo consiglio ➡️ https://www.mammamiaitalia.com/

GIRASOLI DI BORRAGINE CON CREMA DI RICOTTA E NOCCIOLE

Ingredienti:
300 gr di girasoli di borragine (io Un sacco di pasta)
Una decina di nocciole + qualcuna per la spolverata finale (io Lenoccioline.it)
200 gr di ricotta
Mezzo spicchio d’aglio
Olio EVO qb (io Mammamia Italia)
Sale qb

Per prima cosa preparate  La crema di ricotta e nocciole: tritate in un mixer le 10 nocciole che avrete precedentemente sgusciato, fino a ridurle in polvere, poi aggiungete in più step la ricotta, il sale e l’olio extravergine. Regolatevi voi con la quantità di olio perché tutto dipende dalla consistenza che volete ottenere, se più liquida o più densa.
Trasferite la crema in una pentola abbastanza grande da poter contenere i ravioli a fine cottura e riscaldatela affinché non sia fredda quando dovrete condire i girasoli.
Fate cuocere i girasoli in abbondante acqua salata e quando saranno cotti scolateli direttamente con la schiumarola per conservare un po’ di acqua di cottura e trasferiteli nella padella con il condimento.
Mescolate, spolverate con le nocciole restanti, che avrete sbucciato e fatto a pezzetti con un batticarne e  servite.

Cocco/ Dolci/ Marmellata/ Menta/ Senza categoria/ Torte

TORTA ALL’ACQUA DI COCCO E MIELE ALLA MENTA CON CONFETTURA DI ALBICOCCA

Soffice, buona e soprattutto profumata perché contiene al suo interno un miele speciale al sapore di menta, molto intenso che regalerà al vostro dolce un colore diverso leggermente verde e un sapore che vi stupirà.
Il miele di cui parlo è dell’azienda IL MIELE DI GIALAS ed è un prodotto innovativo e davvero eccezionale, ne sono rimasta colpita per l’intensità di sapore e per la bontà del miele stesso. Presto vi mostrerò altre versioni ma nel frattempo vi lascio il codice MORENA da utilizzare per avere uno sconto del 15% sull’acquisto dei loro favolosi prodotti ➡️ http://www.ilmieledigialas.it/

L’acqua di cocco di OCOCO è un ottimo sostituto del latte perché è naturale ed economica e regalerà, anche abbinata all’olio di cocco, un sapore delizioso ai vostri dolci. Se non l’avete ancora fatto provateli!!!! ➡️ www.ococo.eu

La confettura di albicocca arriva dalla meravigliosa Sardegna, grazie ad Isolas ho farcito la mia torta con frutta pura perché questo vasetto contiene solo frutta, zucchero e limone, più buona di così non si può ➡️ www.isolas.it

Il limone che ha profumato la mia torta è invece di Lemon Snack ed è completamente edibile quindi può essere utilizzato al 100% senza rischi perché non trattato con agenti chimici ➡️ www.lemonsnack.it

E come sempre nei miei dolci non mancano mai i prodotti S. Martino di cui mi fido ciecamente ➡️ www.nonsolobudino.it

TORTA ALL’ACQUA DI COCCO E MIELE ALLA MENTA CON CONFETTURA DI ALBICOCCA

Ingredienti per uno stampo da 23 cm:
4 uova a temperatura ambiente
120 g di zucchero
50 gr di miele alla menta (io Il miele di Gialas)
150 g di farina 00
100 g di fecola di patate (io S.Martino)
8 g di lievito per dolci (mezza bustina)
50 g di olio di semi
2 cucchiaini di olio di cocco (io OCOCO)
120 ml di acqua di cocco (io OCOCO)
La buccia grattugiata di un limone (io Lemon snack)
1 pizzico di sale
Un vasetto di confettura di albicocca (io Isolas)

Montate gli albumi a neve ferma e tenete da parte. Montate i tuorli con lo zucchero, il sale e la buccia di limone fino ad ottenere un composto soffice e spumoso.
Incorporate a bassa velocità olio e acqua di cocco.
Unite piano piano la farina setacciata con il lievito, poca alla volta e senza mescolare troppo.
Unite gli albumi al composto delicatamente con movimenti dall’alto verso il basso.
Versate in uno stampo imburrato ed infarinato da 23 cm.
Cuocete in forno statico a 170° per circa 45 minuti ma prima di sfornare fate sempre la prova stecchino.
Lasciate raffreddare la torta e poi tagliatela a metà per farcirla con la confettura di albicocca.
Se vi piace potete anche spolverizzare la superficie con zucchero a velo.

Formaggio/ Primi piatti/ Senza categoria

AGNOLOTTI CACIO E PEPE

La trasformazione a modo mio di un piatto regionale, davvero buono 😋

L’ingrediente alla base di questo piatto sono ovviamente gli agnolotti, quindi devono per forza essere ottimi e nel mio caso lo sono… si tratta della pasta fresca dell’azienda UN SACCO DI PASTA che ne produce di vari formati prestanto la massima attenzione alla qualità, li invia a casa vostra in un grazioso cofanetto e vi aspetta per il successivo acquisto perché sono sicura che se acquisterete una volta, lo farete tante altre volte perché li ho provati e vi assicuro senza esagerare che sono perfetti e buonissimi ➡️ https://unsaccodipasta.it/https://unsaccodipasta.it/

Il caciocavallo utilizzato per creare la crema è di Barone Macrì e devo dire che è un ottimo prodotto, delicato ma allo stesso tempo saporito, della giusta consistenza e perfetto per svariate ricette. Oltre ai formaggi l’azienda produce anche vino e olio nella splendida Calabria ➡️ https://www.baronemacri.it/

AGNOLOTTI CACIO E PEPE

Ingredienti:
500 gr di agnolotti piemontesi (io Un sacco di pasta)
250 gr di caciocavallo (io Barone Macrì)
Pepe nero da macinare qb
Acqua di cottura

Tagliate a cubetti il caciocavallo.
Mettete a bollire acqua salata per cuocere gli agnolotti.
Per fare la crema cacio e pepe dovrete far sciogliere il formaggio a bagno quindi prendete 2 pentolini da mettere uno sopra all’altro. In quello interiore mettete 2 dita d’acqua che farete scaldare sul fuoco, in quella superiore metterete il cacio. Considerate che l’acqua non deve toccare il pentolino superiore.
Per andare sul sicuro sarebbe meglio grattugiare il formaggio anziché lasciarlo a pezzetti, ma questo è a vostra discrezione.
Aggiungete anche un bel po’ di pepe nero macinato e
allungate piano piano con l’acqua di cottura degli agnolotti che nel frattempo avrete messo a cuocere, e mescolate velocemente con una frusta fino a raggiungere la consistenza desiderata.
A fine cottura condite gli agnolotti con la crema ottenuta e buon appetito!

Carne/ Lenticchie/ Secondi piatti/ Senza categoria

COTECHINO FRESCO CON LENTICCHIE

Un piatto che scalda, perché l’estate si fa attendere purtroppo…

Però si tratta di cotechino fresco, un sapore molto più gradevole e intenso rispetto al cotechino precotto… certo i tempi di cottura sono più lunghi, ma tanto è sufficiente metterlo sul fuoco e si cuoce da solo!!!
Per prepararlo ho utilizzato le lenticchie dell’Azienda Serangeli di Vittorio Serangeli che si dedica alla coltivazione di legumi e mandorle, direttamente dal produttore al consumatore senza intermediari.
L’olio invece è di Oro della Terra e sta bene dappertutto quindi non delude mai 😋 vi ricordo che producono anche oli aromatizzati eccezionali e pasta ➡️ https://www.aziendaagricolasaluzzi.it/


COTECHINO FRESCO CON LENTICCHIE
Ingredienti:

250 gr di lenticchie secche (io Agricola Serangeli)
Una cipolla
Circa 700 gr di cotechino fresco
Sale e pepe qb
Olio EVO (io Oro della Terra)
Un cucchiaio di concentrato di pomodoro (facoltativo)

Per prima cosa dovete mettere a bagno le lenticchie secche per 12 (in realtà ne bastano anche meno ma se le lasciate di più ci vorrà meno tempo dopo per cuocerle)

Prendete il cotechino fresco, avvolgetelo nella carta stagnola e infilzatelo su 3/4 punti con degli stuzzicadenti. Questa è una cosa essenziale per evitare che scoppi in cottura.

Il cotechino fresco ha lunghi tempi di cottura, dovrete cuocerlo in acqua per circa 3 ore, a seconda della dimensione.

Prendete una padella e fate un soffritto con la cipolla tagliata a pezzetti e un filo d’olio EVO.

Poi aggiungete le lenticchie e un cucchiaio di concentrato di pomodoro diluito in un dito d’acqua, insaporite con sale e pepe a vostro piacimento.

Aggiungete il cotechino tagliato a fette, scaldate per qualche minuto e servite.

Fagioli/ Pasta/ Patate/ Primi piatti/ Senza categoria

MALLOREDDUS CON PATATE E FAGIOLI

Visto che la primavera quest anno si sta facendo desiderare… io ho preparato un primo piatto che riscalda… con patate e fagioli e una bella cremina densa irresistibile.

La pasta più indicata per questo tipo di preparazioni è sicuramente quella sarda! E io ho scelto le malloreddus di Isolas che vende prodotti tipici sardi selezionati, acquistabili online per riceverli direttamente a casa vostra! Un viaggio nella meravigliosa Sardegna, per portare sulla vostra tavola i sapori di questa splendida isola ➡️ www.isolas.it

Le patate sono le mie preferite in assoluto, quelle di Avezzano, di azienda Agricola Del Fosco che una volta assaggiate non ne puoi più fare a meno, inimitabili per compattezza, sapore e consistenza… potete acquistarle anche voi direttamente dal produttore ➡️ www.delfoscobio.it

I fagioli sono di Franzese leader nel mondo dello scatolame, che ci rende più facile la vita con legumi già lessati ma che conservano il loro sapore originale ➡️ https://www.franzesespa.it/

E l’olio extravergine arriva direttamente dalla Calabria, l’azienda Barone G.R. Macrì prodjce un olio la cui qualità nasce sia dalla cura delle piante, coltivate e trattate BIOLOGICAMENTE sia dalle modalità di raccolta e di molitura. Un olio non filtrato con mezzi meccanici ma solo con decantazione naturale per preservarne tutte le caratteristiche organolettiche. Potete acquistarlo sul sito ➡️ https://www.baronemacri.it/

Vi consiglio inoltre di utilizzare ottimi coltelli ben affilati per tagliare senza fatica le solide patate presenti in questa ricetta! Io mi sono affidata a Kimera Technologies che ne ha un vastissimo assortimento per ogni necessità, date un’occhiata ➡️ http://www.coltelleriepascotto.com

PASTA FAGIOLI E PATATE

Ingredienti:
300 gr di malloreddus (io Isolas)
2 latte da 400 gr di fagioli borlotti (io Franzese)
3 grosse patate (Agricola Del Fosco)
1 cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro
7 bicchieri di acqua calda
Sale e Pepe
Olio EVO (io Barone Macrì)
Aglio

Sbucciate e tagliate a piccoli cubetti le patate.
In una pentola alta fate soffriggere l’aglio con un dito d’olio EVO.
Aggiungete le patate e fatele saltare per 10 minuti.
Aggiungete i fagioli con la loro acqua, il concentrato di pomodoro diluito in un bicchiere d’acqua calda, allungate con altri 6 bicchieri d’acqua calda.
Salate e pepate a piacimento.
La cottura è di circa 20 minuti (a seconda della pasta che utilizzerete), mentre la pasta cuoce dovete, con un mestolo di legno, schiacciare più patate possibile per creare una bella crema. Se necessario potete aggiungere dell’altra acqua.
Prima di servire, condite con un goccio d’olio e lasciate amalgamare per 2 minuti.