Browsing Category

Pistacchi

Crema pasticcera/ Crostate/ Dolci/ Pistacchi/ Torte

CROSTATA MORBIDA CHIUSA, CON CREMA PASTICCERA AL PISTACCHIO

Una delizia, difficile resistere… uno scrigno burroso che racchiude un ripieno da svenimento!!!!

Per l’eccellente farina ringrazio Molino Gismondi che da oltre 70 anni produce farine di elevata qualità e miscele di eccellenza, coniugando tradizione e innovazione tecnologica, e puntando a un unico obiettivo: la totale soddisfazione del cliente. Oggi il Molino Gismondi è un’azienda all’avanguardia ma dal cuore antico ➡️ https://www.molinogismondi.it/

Per le uova ringrazio Carrettum dove la qualità è una priorità. Si tratta di uova biologiche da galline allevate all’aperto… sono la scelta migliore: sono più nutrienti e le galline sono libere di stare all’aperto e di fare una dieta “naturalmente adatta a loro” ➡️ https://carrettum.vidra.shop/

Il latte di soia alla vaniglia è di Terraepane e si tratta di una bevanda alla soia da materia prima biologica abbinata alla vaniglia del Madagascar. Una scelta per chi ama la leggerezza e un’alternativa votata al benessere senza rinunciare ad un sapore ricercato e unico. Realizzata grazie a processi produttivi che rispettano e valorizzano le materie prime selezionate ➡️ https://www.terraepane.com/it/

La deliziosa crema di pistacchio è dell’azienda Nel cuore della Sicilia composta da un team giovane, serio e motivato, composto da professionisti nel settore alimentare, mossi dalla voglia di creare innovazione e spinti dalla passione per i prodotti tipici Siciliani. Io ho scelto La Crema di Pistacchio di Bronte spalmabile, il fantastico oro verde siciliano con ben il 45% di pistacchi di Bronte. Potete acquistarla qui ➡️ https://www.nelcuoredellasicilia.it/

CROSTATA MORBIDA CHIUSA, CON CREMA PASTICCERA AL PISTACCHIO

Ingredienti:
400 gr di farina 00 (Molino Gismondi)
200 gr di burro morbido
200 gr di zucchero
2 uova (io Carrettum)
Una bustina di lievito vanigliato x dolci

Per la crema pasticcera:
500 ml di latte di soia alla vaniglia (io Terraepane)
4 tuorli d’uovo
150 gr di zucchero
70 gr di amido di mais
La buccia di un limone piccolo
190 gr di crema di pistacchio (io Nel cuore della Sicilia)

Preparate prima la crema pasticcera: in un pentolino fate scaldare il latte senza farlo bollire, aggiungendo la scorza del limone lasciata in pezzi grossi, senza prendere la parte  bianca che resterebbe amara.
A parte montate le uova con lo zucchero, poi aggiungete l’amido di mais mescolando bene con una frusta per non far formare grumi.
Togliete dal latte riscaldato la scorza di limone e versatelo nella ciotola con il composto di uova. Mescolate velocemente.
Adesso rimettete sul fuoco e mescolate continuamente con un cucchiaio di legno finché la crema si addensa.
Versate la crema in una bacinella, copritela con la pellicola e raffreddate velocemente immergendola a bagnomaria in una ciotola con acqua ghiacciata affinché si blocchi la coagulazione.
Aggiungete alla crema pasticcera la crema di pistacchio e mescolate bene.

Preparate la frolla: montate le uova con lo zucchero, poi aggiungete il burro morbido spezzettato.
Setacciate la farina con il lievito e aggiungetela al composto, mescolate con la Kappa in planetaria.
Lavorate l’impasto solo il minimo indispensabile per amalgamare tutti gli ingredienti.
Dividete a metà l’impasto, lasciando una parte leggermente più abbondante, da mettere sul fondo.
Imburrate una tortiera per crostate da 28 cm di diametro e sistemateci all’interno la metà più grande della frolla, alzandovi sui bordi.
Bucherellate il fondo con una forchetta.
Versate la crema pasticcera al pistacchio sulla frolla e livellate.
Stendete la seconda parte di frolla dandogli una forma rotonda finché raggiungerà una dimensione tale da coprire la crostata.
Aiutandovi con un mattarello sistematela sopra alla crema, per chiudere la crostata. Schiacciate bene sui bordi per sigillare.
Cuocete in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 45 minuti (regolatevi con il vostro forno).

Mascarpone/ Pasta/ Peperoni/ Pistacchi/ Primi piatti

RAVIOLI DEL PLIN CON CREMA DI MASCARPONE E PEPERONI

Un esperimento perfettamente riuscito! Il mascarpone di sposa perfettamente con l’acidità del peperone… da provare assolutamente!

I ravioli del Plin sono tipici del Piemonte, una sottile pasta fresca farcita con tre tipi di carne, verdure e spezie, delicati ma gustosi, soprattutto se preparati artigianalmente. I miei sono stati impastati dall’azienda UN SACCO DI PASTA che oltre 25 anni si dedica all’arte della pasta fresca e che grazie allo shop online potrà raggiungere le vostre case con un servizio a domicilio studiato per garantire l’arrivo del prodotto fresco e ben conservato. Non posso che consigliarvi di ordinare subito perché garantisco sulla qualità ➡️ https://unsaccodipasta.it/

La crema di peperoni è una bontà dell’azienda Sa Marigosa che in Sardegna utilizza la produzione integrata che consente di ridurre al minimo l’impiego di agrofarmaci. I 30 anni di esperienza sono una garanzia per chi acquista i loro prodotti perché nulla è lasciato al caso. In particolare, la crema di peperoni gialli è realizzata utilizzando peperoni freschi poi conservati in agrodolce. Fa parte dei prodotti più venduti e apprezzati. Potete acquistare anche voi sul sito ➡️ https://www.samarigosa.com/it/

La granella di pistacchi è di Aroma Sicilia e proviene da vero pistacchio di Bronte, un sapore così speciale che vie voglia di metterlo ovunque! Perfetta per ogni portata, dall’antipasto al dolce! Acquistabile online ➡️ https://www.aromasicilia.com/it/home/61-granella-di-pistacchio.html

L’olio EVO di Molini del Ponte è siciliano al 100%. L’azienda è un perfetto connubio tra antico e moderno dove le tecnologie computerizzate convivono con gli antichi mulini a pietra. Tantissimi prodotti di qualità per soddisfare ogni esigenza ➡️ https://www.molinidelponte.com/

RAVIOLI DEL PLIN CON CREMA DI MASCARPONE E PEPERONI

Ingredienti:
500 gr di ravioli del plin (io Un sacco di pasta)
200 gr di mascarpone
130 gr di Crema di peperoni gialli (io Sa Marigosa)
Olio EVO qb (io Molini del Ponte)
Granella di pistacchi qb (io Aroma Sicilia)

In una grande padella antiaderente mettete un filo d’olio EVO, scaldate e aggiungete la crema di peperoni gialli (composta da peperoni gialli, olio di semi, fiocchi di patate, aceto, zucchero e sale).
Aggiungete anche il mascarpone e mescolate bene con una paletta per amalgamare il composto.
A parte cuocete i ravioli del Plin in abbondante acqua salata e quando saranno pronti scolateli e versateli nella padella con il condimento.
Saltateli e prima di servire cospargete con la granella di pistacchi.

Dolci/ Marmellata/ Pistacchi/ uova

PANCAKES FARCITI CON CONFETTURA E TOPPING AL PISTACCHIO

Impossibile resistere!!!!!
Al posto del latte ho utilizzato la bevanda alla soia ORIGINAL SOYA DELICE di Terraepane che, oltre ai semi di soia decorticati, prodotti esclusivamente da coltivazioni biologiche e italiane, contiene anche succo d’agave. Il risultato è una bevanda alla soia che garantisce un inferiore apporto calorico. Una scelta perfetta per coloro che cercano una leggerezza ancora maggiore ➡️ https://www.terraepane.com/it/

La farina 00 è del Molino Gismondi e i loro prodotti si basano su Qualità: origini rurali, naturale sinonimo di semplicità e genuinità, passione nel lavoro, accurata selezione delle materie prime, monitoraggio continuo della produzione. Uniformità: farine sane, dalle caratteristiche costantemente e rigorosamente stabili ed uniformi. Varietà: ricerca continua di elevati livelli qualitativi in ogni processo della lavorazione, per ottenere prodotti diversi e adatti a specifici usi. Analisi: un moderno laboratorio di analisi interno per la verifica delle caratteristiche reologiche delle farine ➡️ https://www.molinogismondi.it/

Le uova sono dell’azienda Carrettum e sono Uova biologiche provenienti da galline che non sono trattate con antibiotici e ormoni, ricevono mangimi biologici e sono libere di vagare all’aperto e mangiare piante e insetti (il loro cibo naturale) oltre ai mangimi…
Le uova biologiche da galline allevate all’aperto sono la scelta migliore perché sono più nutrienti e di qualità superiore ➡️ https://carrettum.vidra.shop/

La confettura con cui ho farcito i pancakes è di Vis che produce anche una linea light: la bontà della frutta in solo 57 calorie. Questa è l’innovativa linea di confetture senza zucchero aggiunto. Prodotta da Vis esclusivamente con frutta intera di prima scelta e nei quantitativi più elevati, pari al 70%, Più Frutta Light è ideale per tutti coloro che desiderano seguire una dieta sana ed equilibrata, limitando l’apporto calorico. ➡️ http://www.visjam.com/

E il Topping al pistacchio è dell’azienda artigianale Sofì   rinomata per la produzione di prodotti dove il pistacchio di Bronte viene declinato in ogni sua forma. Sofì è quindi una garanzia di qualità, tradizione e ricerca continua. Il loro è infatti un prodotto artigianale: Fino al 66% di Pistacchio siciliano puro. Non è una produzione industriale ma realizzata nel dettaglio dai loro artigiani pasticceri! ➡️ https://www.pistacchiosofi.it/

PANCAKES FARCITI CON CONFETTURA E TOPPING AL PISTACCHIO

Ingredienti:
200 ml di bevanda alla soia (io Terraepane)
150 gr di farina 00 (io Molino Gismondi)
60 gr di zucchero
Un uovo (io Carrettum)
Un cucchiaino di lievito x dolci

Per farcire:
Confettura di mirtilli (io VIS.JAM)
Topping al pistacchio (io Pistacchio Sofì)

Con una frusta montate l’uovo con lo zucchero. Poi aggiungete il latte e mescolate.
A parte setacciate la farina con il lievito.
Versate la farina nel composto liquido e mescolate con la frusta senza formare grumi.
Prendete un padellino antiaderente e ungetelo con burro o olio, a meno che abbiate un padellino adatto con fondo che non necessità di essere unto… aiutandovi con un mestolo versate un pochino di impasto e cuocete a fiamma bassa. Io li faccio di un diametro di circa 8 cm. In cottura si gonfieranno. Quando vedrete spuntare delle bollicine sulla superficie, girate il pancake sull’altro lato e cuocete fino alla fine.
Procedete in questo modo fino al termine dell’impasto.
Impilate i pancakes uno sopra all’altro come a formare una torre e tra un piano e l’altro farcite con la confettura.
Sopra alla torre ricoprite con un’abbondante colata di Topping al pistacchio.

Dolci/ Pistacchi

CANNONCINI AL PISTACCHIO CON SFOGLIA VELOCE FATTA IN CASA

Preparare la sfoglia in casa è un procedimento lungo quindi, se volete farla in modo veloce, provate la mia ricetta, basterà un mixer e in 10 minuti sarà buona molto più di quella del supermercato!

Per realizzarla ho utilizzato la farina Fiore di Mulino Calogiuri Azienda ormai storica e radicata nel territorio, nasce come mulino artigianale nel 1960 grazie all’intuito e allo spirito imprenditoriale del suo fondatore Giuseppe Calogiuri, classe 1928. L’azienda si occupa della produzione e vendita di farine e di prodotti biologici, della produzione di pasta con farine tradizionali (senatore Cappelli), integrali e salutistiche (tritordeum), oltre alla commercializzazione di cereali e prodotti tipici, con un occhio di riguardo per l’alta qualità. Date un’occhiata al sito e approfittate del mio codice #morenaincucina per avere uno sconto del 5% ➡️ https://www.ilmulinocalogiuri.it/

La crema di pistacchio arriva dall’azienda Gusti di Sicilia che nasce dalla voglia di condividere i valori della famiglia riunita in tavolate infinite, nella meravigliosa Sicilia… da loro potete ritrovare i sapori e profumi siciliani, fatti come una volta, con attenzione ad ogni particolare…
La crema che ho utilizzato è la Melissa, creata con veri pistacchi siciliani e vi assicuro che è deliziosa… potete acquistarla qui ➡️ https://www.gustidisiciliashop.com/

CANNONCINI AL PISTACCHIO CON PASTA SFOGLIA VELOCE FATTA IN CASA

Ingredienti per la sfoglia:
100 gr di farina (io Mulino Calogiuri)
100 gr di burro freddo di frigorifero
50 gr di acqua fredda
5 gr di sale fino

Per farcitura e finitura:
Crema di pistacchio qb (io Gusti di Sicilia)
Un uovo per spennellare
Zucchero per spolverizzare

Preparare la pasta sfoglia è un’ardua impresa e soprattutto serve molto tempo a disposizione… ma grazie a questa ricetta che arriva dall’estero, potrete farla in modo veloce senza perdere di sapore e di gusto.
Si prepara con un robot tritatutto.
Mettete nel boccale la farina ed il burro tagliato a pezzetti. Azionate la lama e tritate tutto.
Procedete finché il burro si sarà completamente amalgamato con la farina, ma ancora visibile, non per più di un minuto. Aggiungete l’acqua fredda e il sale e riaccendere il mixer per pochi secondi.
Prendete l’impasto e rovesciatelo su un piano leggermente infarinato, assemblatelo, fate un panetto quadrato e poi stendetelo col mattarello per assottigliarlo.
A questo punto arrotolatelo partendo dal lato più largo, formando un serpentello.
Mettete il serpentello in verticale davanti a voi, praticamente con la punta della coda davanti a voi e stendetelo col mattarello ad uno spessore di quasi un centimetro, affinché otteniate una striscia lunga e larga.
Arrotolate la striscia a spirale, a chiocciola.
Prendetela e mettetela in frigorifero per almeno un’ora.

Rirendete l’impasto al momento dell’utilizzo e stendetelo col mattarello schiacciandolo dal lato, non da sopra, cioè dovrete far si che la struttura della sfoglia abbia gli strati orizzontali, come fosse una lasagna.
Una volta steso tagliate delle strisce di circa un centimetro di larghezza.
Prendete i cilindri per fare i cannoli (come quelli che vedete in foto, spalmateli con l’olio affinché l’impasto non si attacchi e sia più facile estrarre i cannoncini dopo la cottura.
Arrotolate 2 strisce per ogni cannoncino, intorno al cilindro sovrapponendole leggermente per non lasciare buchi.

Disponete ogni cannoncino su una teglia ricoperta con carta forno, spennellateli con un uovo sbattuto e cospargeteli con zucchero semolato.
Infornate in forno statico a 200 gradi per circa 15 minuti.
Lasciate raffreddare e poi estraete i cannoncini.
Al momento di servire farcite con la crema di pistacchio.

Pasta/ Pistacchi/ Primi piatti/ Salmone

PASTA RISOTTATA CON SALMONE E PESTO DI PISTACCHIO

Una pasta che si cuoce come se fosse un risotto, con un effetto finale sorprendente!!!

La pasta che ho utilizzato è di Pastificio Lagano, azienda che vede la pasta come VALORE, EQUILIBRIO, FORZA, ENERGIA, FUTURO… realizzata con semole di qualità superiore, prodotta in un ambito familiare affinché l’obiettivo comune sia, l’amore e la passione per la pasta ➡️ https://www.pastificiolagano.it/

I filetti di salmone sono dell’azienda L’isola d’oro , un salmone morbido e gustoso, delicato al palato. Danese, lavorato a mano, ricco di Omega3.
L’azienda esiste da oltre 60 anni e si sviluppa a Parma, la qualità traspare da ogni prodotto e la bontà e la professionalità sono evidenti dopo ogni boccone assaggiato ➡️ https://www.lisoladoro.it/

Il pesto di pistacchio arriva dalla meravigliosa Sicilia dall’azienda Sicily on table che offre prodotti talmente buoni che se non dovessero piacervi, possono essere restituiti… questo perché l’azienda crede in ciò che fa e sa per certo che sarà difficile deludervi con i suoi sapori… il segreto per ottenere un pesto di pistacchio squisito è senz’altro quello di utilizzare dei frutti di prima qualità… il loro pesto è preparato con frutti prodotti in Sicilia, tritati con una apposita macchina, successivamente, dopo la mescolatura con olio, l’impasto viene passato con un frullatore per poi essere introdotto dentro il vaso tramite una invasatrice. Potete acquistarlo qui ➡️ https://www.sicilyontable.com/

L’olio extravergine è dell’azienda Il Poggio che vende prodotti tipici toscani da olive: Olivastra Toscana, Frantoio, Moraiolo, Leccino, Correggiolo e Pendolino.Colore che varia dal verde al giallo, con variazioni cromatiche nel tempo; un odore fruttato; un gusto con note di amaro e piccante. Potete acquistarlo qui ➡️ https://www.aziendagricolailpoggio.it/

Il vino bianco è dell’azienda Barone Macrì …Dal connubio dell’alta qualità delle uve autoctone Calabresi e le moderne tecniche di vinificazione scaturisce un prodotto che è la sintesi migliore del territorio calabrese.
Il vino bianco è fresco, dall’aroma spiccato… profumo intenso e persistente…potete acquistarlo qui ➡️ https://www.baronemacri.it/

PASTA RISOTTATA CON SALMONE E PESTO DI PISTACCHI

Ingredienti:
500 gr di mezze maniche (io Pastificio Lagano)
150 gr di filetti di salmone (io L’isola d’oro)
100 gr di pesto di pistacchio (io Sicily on table)
Un bicchiere di vino bianco (io Barone Macrì)
Brodo di verdure
Olio EVO qb ( io il Poggio)

Innanzitutto dovete avere a disposizione il brodo di verdure. Nel mio caso l’ho preparato con cipolla, sedano, carote e sale.
Prendete una grande padella e versateci un filo d’olio EVO, poi aggiungete i filetti di salmone.
Lasciatelo cuocere per qualche minuto e intanto fatelo a pezzetti.
Versate la pasta cruda nella padella con il salmone, versateci sopra un bicchiere di vino bianco e fate saltare.
Aggiungete brodo e ricoprite tutta la pasta.
Si dovrà cucinare la pasta come se fosse un risotto quindi regolate di brodo quando si asciuga e continuate fino alla cottura.
A metà cottura aggiungete anche il pesto di pistacchi e mescolate.
La pasta, a fine cottura dovrà essere semi asciutta, ricoperta da una bella salsina.