Browsing Category

Pistacchi

Pasta/ Pistacchi/ Primi piatti/ Taleggio/ Vino

PENNE AL PISTACCHIO CON PESTO DI PISTACCHI E TALEGGIO

Oggi vi presento un’accoppiata vincente che coniuga i sapori tipici del sud con quelli del nord dando vita ad un piatto delizioso e semplice da preparare!

Gli ingredienti utilizzati sono:

– Penne al pistacchio e pesto di pistacchio di Pistacchi Portale il cui amore per i Pistacchi permette di ottenere una vasta tipologia di prodotti in cui il pistacchio è protagonista. Per me la pasta al pistacchio è stata una bellissima e gradita scoperta… un sapore emozionante, che trasporta al sud… cosa aspettate a provarla??? Date un’occhiata al profilo instagram e ordinate ➡️ https://instagram.com/pistacchi_portale

– Olio extravergine di Az. Agr. Clemente Rosaria che nella meravigliosa Ribera produce arance, limoni, mandarini e olio extravergine di oliva. Si tratta di prodotti biologici non trattati. L’azienda, al posto degli agenti chimici, utilizza il lancio degli insetti adatti per il trattamento delle piante quindi non c’è rischio alcuno… potete fidarvi!!! Un passaggio diretto dal produttore al consumatore. Per informazioni e ordini scrivete in direct su instagram ➡️ https://instagram.com/aziendaagricolaclementerosaria

– Taleggio di capra di Monte Chervano che produce vari formaggi di capra, marmellate e anche un dolcissimo miele: tutte risorse insostituibili per la cucina della loro locanda. Le capre, in lattazione 9 mesi all’anno, sono la base per avere un formaggio di alta qualità. Nel loro shop potete trovare ricotta, taleggio e tanti altri tipi di formaggio ➡️ https://www.montechervano.it/

Per accompagnare il mio piatto: Bea Catarratto di Maenza Vini dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, sul piano olfattivo il sentore di frutta è il più diffuso. In bocca si presenta fresco bilanciato e persistente ➡️ https://www.maenzavini.it/

PENNE AL PISTACCHIO CON PESTO DI PISTACCHIO E TALEGGIO

Ingredienti:
500 gr di penne al pistacchio (io Pistacchi Portale)
180 gr di pesto di pistacchio (io Pistacchi Portale)
Olio EVO (io Az. Agr. Clemente Rosaria)
200 gr di taleggio di capra (io Monte Chervano)

In accompagnamento: Bea Catarratto di Maenza Vini

In una padella antiaderente mettete abbondante olio extravergine, accendete il fuoco e aggiungete anche il pesto di pistacchi. Mescolate per amalgamare.
A parte mettete a bollire abbondante acqua salata per cuocere la pasta.
Iniziate a tagliare a pezzetti il taleggio e mettete da parte.
Fate cuocere la pasta e 2 minuti prima della cottura, trasferitela direttamente nella padella con il condimento.
Prendete il taleggio, versatelo sulla pasta e con il fuoco acceso mescolate affinché il formaggio si sciolga e si amalgami con la pasta. Servite calda!!!

Mozzarella/ Pasta/ Pistacchi/ Primi piatti/ Vino

PASTA 6 COLORI CON PESTO DI PISTACCHIO E MOZZARELLA FIORDILATTE

Un piatto colorato e ricco di sapore! Un abbinamento che rappresenta sapori tipici Italiani, ingredienti che stanno bene insieme e che sicuramente vi stupiranno!

La pasta 6 colori di Sapori Antichi racchiude sapori e colori di barbabietola, spinaci, curcuma, nero di seppia e paprika! Trafilata al bronzo e di qualità assoluta ➡️ https://www.saporiantichisrl.com/it/

Spano Sapori con il suo pesto di pistacchio realizzato con vero pistacchio di Bronte, dal sapore intenso, perfetto per ogni portata ➡️ https://www.sicilian-pistachio.com/

Per rendere speciale il mio piatto ho scelto la mozzarella Fiordilatte di Caseificio S. Antonio derivata da latte certificato proveniente da allevamenti campani, lucani e pugliesi… un sapore meraviglioso e che crea dipendenza!!! ➡️ https://www.caseificiosantantonio.com/

Per accompagnare ho scelto un ottimo bianco frizzante “C’era Una Volta” di Vini Testa, fresco dal profumo intenso con piacevoli note fruttate, ottenuto da uve autoctone accuratamente selezionate ➡️ https://www.vinitesta.it/shop/

PASTA 6 COLORI CON PESTO DI PISTACCHIO E MOZZARELLA FIORDILATTE

Ingredienti:
250 gr di pasta 6 colori (io Sapori Antichi)
90 gr di pesto di pistacchio (io Spano Sapori)
150 gr di Mozzarella Fiordilatte (io Caseificio S. Antonio)
Olio EVO qb

Per accompagnare: Vino bianco frizzante “C’era una volta” di Vini Testa

Mettete a bollire abbondante acqua salata.
A parte, in una pentola antiaderente scaldate un dito d’olio EVO e aggiungete il pesto di pistacchio. Mescolate per creare una cremina densa.
Buttate la pasta e mentre cuoce tagliate a pezzetti la mozzarella.
Quando la pasta sarà cotta scolatela nella padella col pesto, mescolate, aggiungete la metà della mozzarella e mescolate per renderla filante, poi utilizzate la restante a pezzetti a freddo sopra alla pasta.

Mozzarella/ Pancetta/ Pasta/ Pistacchi/ Primi piatti

TORTIGLIONI CON PANCETTA, PISTACCHI E FIORDILATTE

Un piatto irresistibile, di una bontà senza paragoni!!!

La pasta Senatore Cappelli è di Ad Originem dove, Gianluca e Lorenzo , amici da una vita, vogliono innovare, ritornando alle origini, proponendo un’idea di impresa che coniughi tradizioni e benessere collettivo a metodi di lavoro rinnovabili ed ecosostenibili, utilizzando solo grani antichi da filiere biologiche controllate. ➡️ https://adoriginem.com/it/

La spettacolare pancetta arrotolata è del Salumificio Franceschini , Dolce e intensa, Magra e stagionata a lungo, è una piccola delizia. Non ci sono scuse per non assaggiarla. È uno di quei piccoli gioielli di salumeria che i norcini lavorano da secoli con le stesse identiche tecniche. Prima di arrotolarla si aggiunge un pizzico di aglio per smorzarne il temperamento e renderla ancora più irresistibile ➡️ https://www.bottegafranceschini.it/

Il pesto di pistacchio è dell’azienda Nel cuore della Sicilia ed è stato creato per i clienti più esigenti, un pesto che sappia davvero di pistacchi siciliani, un tuffo nel gusto! Assaggia, chiudi gli occhi e goditi il sapore!
Il TOP della Qualità senza compromessi! Realizzato con la migliore qualità di  pistacchio e SENZA CONSERVANTI ➡️ https://www.nelcuoredellasicilia.it/

Per dare il tocco magico al mio piatto ho scelto il Fiordilatte di Francia Latticini prodotto ogni giorno con latte di Parma di qualità! Oggi Francia Latticini, per realizzare il Fiordilatte, si avvale della collaborazione di circa 100 famiglie di produttori di latte pregiato dell’Agro Pontino. Tutte a pochi chilometri di distanza l’una dall’altra, ad un passo da casa, la famosa filiera corta che garantisce la sicurezza alimentare ➡️ https://www.francialatticini.it/

In abbinamento, Belrosso, Toscana i.g.t. Canaiolo 2018 di La Querce , che nasce dalla voglia di proporre un vino che si faccia bere bene. Le uve vengono raccolte a mano, vinificate in tini di acciaio per circa 10 giorni con rimontaggi per una migliore estrazione dei colori e tannini. Il vino si affina in acciaio fino all’imbottigliamento, dopo di che rimane almeno 4 mesi in cantina. 
Il colore è rosso rubino con riflessi porpora, al naso è fruttato soprattutto si percepisce la ciliegia, in bocca è fresco, fruttato e quasi croccante, con tannini molto leggeri e morbidi ➡️ https://la-querce.myshopify.com/

TORTIGLIONI CON PANCETTA, PISTACCHI E FIORDILATTE

Ingredienti:
500 gr di tortiglioni (io Ad Originem)
300 gr di pancetta arrotolata (io Salumificio Franceschini)
190 gr di pesto di pistacchi (io Nel cuore della Sicilia)
300 gr di Mozzarella Fiordilatte (io Francia Latticini)
Acqua di cottura

In accompagnamento:
Belrosso, Toscana i.g.t. Canaiolo 2018 (La Querce)

Tagliate a cubetti la pancetta.
Scaldate una grande padella antiaderente e metteteci la pancetta, fatela rosolare a fuoco alto affinché diventi croccante e rilasci il suo liquido (Non dovete aggiungere olio).
Una volta che la pancetta sarà pronta, aggiungete il pesto di pistacchi e mescolate per formare una crema.
Mettete a cuocere la pasta in abbondante acqua salata e 2 minuti prima della cottura trasferitela con una schiumarola nella padella con il condimento, insieme ad un mestolo di acqua di cottura. Finite qui la cottura della pasta, aggiungendo metà del Fiordilatte precedentemente tagliato a pezzi. Fate saltare per rendere filante la pasta e solo al momento di servire aggiungete in superficie il resto del fiordilatte.
Non potete immaginare la bontà!!!!

Crema pasticcera/ Crostate/ Dolci/ Pistacchi/ Torte

CROSTATA MORBIDA CHIUSA, CON CREMA PASTICCERA AL PISTACCHIO

Una delizia, difficile resistere… uno scrigno burroso che racchiude un ripieno da svenimento!!!!

Per l’eccellente farina ringrazio Molino Gismondi che da oltre 70 anni produce farine di elevata qualità e miscele di eccellenza, coniugando tradizione e innovazione tecnologica, e puntando a un unico obiettivo: la totale soddisfazione del cliente. Oggi il Molino Gismondi è un’azienda all’avanguardia ma dal cuore antico ➡️ https://www.molinogismondi.it/

Per le uova ringrazio Carrettum dove la qualità è una priorità. Si tratta di uova biologiche da galline allevate all’aperto… sono la scelta migliore: sono più nutrienti e le galline sono libere di stare all’aperto e di fare una dieta “naturalmente adatta a loro” ➡️ https://carrettum.vidra.shop/

Il latte di soia alla vaniglia è di Terraepane e si tratta di una bevanda alla soia da materia prima biologica abbinata alla vaniglia del Madagascar. Una scelta per chi ama la leggerezza e un’alternativa votata al benessere senza rinunciare ad un sapore ricercato e unico. Realizzata grazie a processi produttivi che rispettano e valorizzano le materie prime selezionate ➡️ https://www.terraepane.com/it/

La deliziosa crema di pistacchio è dell’azienda Nel cuore della Sicilia composta da un team giovane, serio e motivato, composto da professionisti nel settore alimentare, mossi dalla voglia di creare innovazione e spinti dalla passione per i prodotti tipici Siciliani. Io ho scelto La Crema di Pistacchio di Bronte spalmabile, il fantastico oro verde siciliano con ben il 45% di pistacchi di Bronte. Potete acquistarla qui ➡️ https://www.nelcuoredellasicilia.it/

CROSTATA MORBIDA CHIUSA, CON CREMA PASTICCERA AL PISTACCHIO

Ingredienti:
400 gr di farina 00 (Molino Gismondi)
200 gr di burro morbido
200 gr di zucchero
2 uova (io Carrettum)
Una bustina di lievito vanigliato x dolci

Per la crema pasticcera:
500 ml di latte di soia alla vaniglia (io Terraepane)
4 tuorli d’uovo
150 gr di zucchero
70 gr di amido di mais
La buccia di un limone piccolo
190 gr di crema di pistacchio (io Nel cuore della Sicilia)

Preparate prima la crema pasticcera: in un pentolino fate scaldare il latte senza farlo bollire, aggiungendo la scorza del limone lasciata in pezzi grossi, senza prendere la parte  bianca che resterebbe amara.
A parte montate le uova con lo zucchero, poi aggiungete l’amido di mais mescolando bene con una frusta per non far formare grumi.
Togliete dal latte riscaldato la scorza di limone e versatelo nella ciotola con il composto di uova. Mescolate velocemente.
Adesso rimettete sul fuoco e mescolate continuamente con un cucchiaio di legno finché la crema si addensa.
Versate la crema in una bacinella, copritela con la pellicola e raffreddate velocemente immergendola a bagnomaria in una ciotola con acqua ghiacciata affinché si blocchi la coagulazione.
Aggiungete alla crema pasticcera la crema di pistacchio e mescolate bene.

Preparate la frolla: montate le uova con lo zucchero, poi aggiungete il burro morbido spezzettato.
Setacciate la farina con il lievito e aggiungetela al composto, mescolate con la Kappa in planetaria.
Lavorate l’impasto solo il minimo indispensabile per amalgamare tutti gli ingredienti.
Dividete a metà l’impasto, lasciando una parte leggermente più abbondante, da mettere sul fondo.
Imburrate una tortiera per crostate da 28 cm di diametro e sistemateci all’interno la metà più grande della frolla, alzandovi sui bordi.
Bucherellate il fondo con una forchetta.
Versate la crema pasticcera al pistacchio sulla frolla e livellate.
Stendete la seconda parte di frolla dandogli una forma rotonda finché raggiungerà una dimensione tale da coprire la crostata.
Aiutandovi con un mattarello sistematela sopra alla crema, per chiudere la crostata. Schiacciate bene sui bordi per sigillare.
Cuocete in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 45 minuti (regolatevi con il vostro forno).

Mascarpone/ Pasta/ Peperoni/ Pistacchi/ Primi piatti

RAVIOLI DEL PLIN CON CREMA DI MASCARPONE E PEPERONI

Un esperimento perfettamente riuscito! Il mascarpone di sposa perfettamente con l’acidità del peperone… da provare assolutamente!

I ravioli del Plin sono tipici del Piemonte, una sottile pasta fresca farcita con tre tipi di carne, verdure e spezie, delicati ma gustosi, soprattutto se preparati artigianalmente. I miei sono stati impastati dall’azienda UN SACCO DI PASTA che oltre 25 anni si dedica all’arte della pasta fresca e che grazie allo shop online potrà raggiungere le vostre case con un servizio a domicilio studiato per garantire l’arrivo del prodotto fresco e ben conservato. Non posso che consigliarvi di ordinare subito perché garantisco sulla qualità ➡️ https://unsaccodipasta.it/

La crema di peperoni è una bontà dell’azienda Sa Marigosa che in Sardegna utilizza la produzione integrata che consente di ridurre al minimo l’impiego di agrofarmaci. I 30 anni di esperienza sono una garanzia per chi acquista i loro prodotti perché nulla è lasciato al caso. In particolare, la crema di peperoni gialli è realizzata utilizzando peperoni freschi poi conservati in agrodolce. Fa parte dei prodotti più venduti e apprezzati. Potete acquistare anche voi sul sito ➡️ https://www.samarigosa.com/it/

La granella di pistacchi è di Aroma Sicilia e proviene da vero pistacchio di Bronte, un sapore così speciale che vie voglia di metterlo ovunque! Perfetta per ogni portata, dall’antipasto al dolce! Acquistabile online ➡️ https://www.aromasicilia.com/it/home/61-granella-di-pistacchio.html

L’olio EVO di Molini del Ponte è siciliano al 100%. L’azienda è un perfetto connubio tra antico e moderno dove le tecnologie computerizzate convivono con gli antichi mulini a pietra. Tantissimi prodotti di qualità per soddisfare ogni esigenza ➡️ https://www.molinidelponte.com/

RAVIOLI DEL PLIN CON CREMA DI MASCARPONE E PEPERONI

Ingredienti:
500 gr di ravioli del plin (io Un sacco di pasta)
200 gr di mascarpone
130 gr di Crema di peperoni gialli (io Sa Marigosa)
Olio EVO qb (io Molini del Ponte)
Granella di pistacchi qb (io Aroma Sicilia)

In una grande padella antiaderente mettete un filo d’olio EVO, scaldate e aggiungete la crema di peperoni gialli (composta da peperoni gialli, olio di semi, fiocchi di patate, aceto, zucchero e sale).
Aggiungete anche il mascarpone e mescolate bene con una paletta per amalgamare il composto.
A parte cuocete i ravioli del Plin in abbondante acqua salata e quando saranno pronti scolateli e versateli nella padella con il condimento.
Saltateli e prima di servire cospargete con la granella di pistacchi.