Browsing Category

Pesce

Limone/ Pesce/ pomodoro/ Secondi piatti/ Senza categoria

ORATA CON POMODORINI, LIMONI E SALVIA

Piatto scenografico ma davvero gradevole… molto delicato nel sapore ma per niente insipido anzi, invitante al punto che è finito in 10 minuti 🤣🤣🤣
Con le alici Delicius sempre gradite per ogni portata perché oltre ad essere buone, sono prodotte rispettando la materia prima, mantenendo un alto livello di qualità per il consumatore finale ➡️ www.delicius.it
Con la salvia essicata di Molini del Ponte che viene coltivata in campi aperti e in alta montagna (1000 m dal livello del mare), in pieno territorio del Parco delle Madonie. Perfetta per usare la salvia tutto l’anno! Potete comprarla qui ➡️ www.molinidelponte.com
Il limone 🍋 di Lemon Snack è sublime, buono, bello, più dolce e più succoso rispetto ai “normali limoni” e soprattutto è completamente edibile perché non trattato e non amaro. possiede un elevato contenuto di polifenoli, sostanze naturali con capacità antiossidanti, in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi, aiutando nella prevenzione di patologie degenerative e dell’invecchiamento prematuro ➡️ www.lemonsnack.it
I pomodori sono di Orticoltura Gandini e sono speciali perché non assorbono nichel dal terreno, dato che sono coltivati fuori suolo. Un metodo colturale che riduce la concentrazione di nichel a livelli talmente bassi da non essere nemmeno rilevato dagli strumenti di laboratorio. ➡️ www.pomodorigandini.it


ORATA CON POMODORINI, LIMONI E SALVIA

Ingredienti:
Circa 300/350 gr di orata
Olio EVO
2/3 Alici sottolio (io Delicius)
3 Foglie di salvia essicata (io Molini del Ponte)
10 pomodorini (io Orticoltura Gandini)
Un limone non trattato (io Lemon snack)

Un cucchiaio di vino bianco
Uno spicchio d’aglio
In una grande padella antiaderente, fate dorare le alici con olio EVO e uno spicchio d’aglio.
Sfumate con il vino bianco.
Tagliate a fettine sottili il limone e tagliate anche i pomodorini a metà. Aggiungeteli in padella.
Prendete le foglie di salvia secca e sbriciolatele in padella.
Adesso prendete l’orata pulita e desquamata e mettetela in padella.
Fate cuocere su entrambi i lati, girandola ogni tanto. Ci vorranno circa 15 minuti.
Impiattate e versateci sopra la salsa.

Gamberi/ Pasta/ Pesce/ Pistacchi/ Primi piatti/ Senza categoria

SPAGHETTONI CON GAMBERI, DATTERINI E PISTACCHI

Io non so resistere ad un piatto di pasta col pesce ☺
I crostacei poi, li adorooooo 🥰
Quindi, approfittando della collaborazione con La Pasta di Camerino ho utilizzato gli spaghettoni sempre al dente e corposi per preparare un buon primo piatto.
Con il pesce stanno benissimo i datterini gialli di Ciro Flagella che per me sono in assoluto i migliori in commercio… non li avete mai provati??? E cosa aspettate????
Nel soffritto non potevano mancare le alici in olio Evo di Delicius che non sono insapori come capita spesso ma belle saporite e decise 😉
E come si fa a soffriggere senza olio??? Non si può… ma bisogna sceglierlo buono buono e io vado sempre sul sicuro con Oro della Terra che coltiva con passione, generazione dopo generazione, i suoi prodotti… e quando dico che l’olio è buono lo dico sinceramente…
A fine cottura ci ho anche aggiunto un filo d’olio aromatizzato all’aglio, sempre di Oro della Terra profumato e intenso… non perdetevi la possibilità di assaggiarlo.

E Cosa c’è di meglio di una manciata di granella di Pistacchi di Bronte per insaporire questo piatto? Io ho usato quelli di Agricola Fernandez e non posso più farne a meno, li metterei ovunque 🤣🤣

SPAGHETTONI CON GAMBERI, DATTERINI E PISTACCHI

Ingredienti:
Circa 500 gr di Datterini gold (io Ciro Flagella)
400 gr di code di gambero
Mezzo bicchiere di vino bianco
4 Alici in olio Evo (io Delicius)
Olio EVO qb (io Oro dellaTerra)
Sale e pepe qb
500 gr di spaghettoni (io La pasta di Camerino)
Granella di pistacchi qb (io Agricola Fernandez)
Olio aromatizzato all’aglio (io Oro della terra)

In una padella grande, soffriggete le alici con l’olio EVO, poi aggiungete i datterini gialli e condite con sale e pepe, fate cuocere per 10 minuti e nel frattempo cuocete le linguine in acqua salata bollente.
Poi inserite in padella anche i gamberi, sfumate col vino bianco alzando il fuoco.
Scolate la pasta con il mestolo, non nello scolapasta, in modo che resti intrisa di acqua di cottura, e versatela direttamente nella padella coi gamberi.
Poi mescolate per bene e, prima di servire, aggiungete la granella di pistacchi e un goccio di olio aromatizzato all’aglio.

Frutta/ Pesce/ Secondi piatti/ Senza categoria

ORATA ALL’ARANCIA

Il pesce, in ogni sua forma, è il tipico ingrediente che mangerei ogni giorno! Nella versione di oggi, il sapore delicato dell’orata si sposa perfettamente con una salsa creata con le arance siciliane di Terra mia Ribera che ho avuto il piacere di provare e che mi hanno affascinata sia per il profumo che emanano, sia per il loro piacevole sapore.
Anche i limoni di Terra mia Ribera, sono strepitosi, nulla a che vedere con quelli commerciali….
Potete ordinarli anche voi sul loro sito https://arancedisicilia.store/ CORRETEEEE

Inoltre, per preparare il soffritto ho utilizzato il profumato e sublime olio extravergine di Molini del Ponte, che vi consiglio di provare perché crea dipendenza 😋
Ecco la ricetta:


ORATA ALL’ARANCIA
Ingredienti:
300 gr di orata
Olio EVO (io Molini del Ponte)
Sale
Un pizzico di pepe nero macinato
Uno spicchio d’aglio
Un rametto di rosmarino
2 arance (io Terra mia Ribera)
50 ml di vino bianco
Mezzo limone (io Terre mie Ribera)
Un cucchiaio di maizena o amido di mais

In una grande padella antiaderente, fate dorare l’aglio con olio e rosmarino.
Prendete l’orata pulita e desquamata e mettetela nell’olio a rosolare, 3 minuti x parte.
Aggiungete sale e pepe a piacere.
Sfumate con il vino bianco.
Spremete il limone e le arance tenendone da parte 2 fettine.
Versate il succo e le fettine d’arancia in pentola, cuocete per 5 minuti.
Fate sciogliere in un goccio d’acqua un cucchiaino di maizena e aggiungetela in padella per addensare la salsina.
Cuocete per un altro minuto finché si sarà addensata la salsa.
Impiattate e versateci sopra la salsa.

Gamberi/ Pesce/ pomodoro/ Primi piatti/ Senza categoria

Linguine con gamberi e pomodorini gialli

Per me i primi di pesce sono davvero irresistibili… quando li cucino non riesco a mangiarne solo una porzione, ma devo fare sempre il bis 😁
Quando il piatto contiene ingredienti di qualità è ancora peggio… nel senso che ne mangerei ad oltranza 🤣🤣🤣
Ed è il caso della ricetta di oggi che è stata preparata con i deliziosi e supernaturali pomodorini gialli di Ciro Flagella che hanno un colore ed un sapore che riportano alle terre da cui sono nati….
Le linguine sono invece quelle di Oro della terra, corpose, dalla consistenza perfetta che si amalgama a meraviglia con il condimento… e il tocco finale dato dall’olio aromatizzato all’aglio, sempre di Oro della Terra, intenso e davvero molto saporito, da usare al posto dell’aglio a fine cottura 😋

LINGUINE CON GAMBERI E POMODORINI GIALLI

Ingredienti:
Circa 500 gr di Pomodorini gialli (io Ciro Flagella)
350 gr di gamberi sgusciati
Mezzo bicchiere di vino bianco
3 Acciughe o alici
Olio qb
Sale e pepe qb
500 gr di linguine (io Oro della terra)
Olio aromatizzato all’aglio (io Oro della terra)

In una padella grande, soffriggete le acciughe con l’olio EVO, poi aggiungete i pomodorini gialli e condite con sale e pepe, fate cuocere per 10 minuti e nel frattempo cuocete le linguine in acqua salata bollente.
Poi inserite in padella anche i gamberi, sfumate col vino bianco alzando il fuoco.
Scolate la pasta con il mestolo, non nello scolapasta, in modo che resti intrisa di acqua di cottura, e versatela direttamente nella padella coi gamberi.
Poi mescolate per bene e, prima di servire, aggiungete un goccio di olio aromatizzato all’aglio.

Pesce/ pomodoro/ Primi piatti/ Senza categoria

Paccheri con rana pescatrice

Ci sono giorni, come gli ultimi che sto vivendo, in cui mi sembra di essere
circondata da persone felici, che si prefiggono un obiettivo e che, per quanto arduo possa essere, riescono a raggiungerlo… Una dopo l’altra, giorno dopo giorno, queste persone involontariamente, con la loro gioia e soddisfazione, mi feriscono… non lo fanno apposta, manifestano la propria felicità in quanto tale, e non fanno nulla di male ma io mi sento male… Perché mi accorgo che nella vita ho dovuto guadagnarmi ogni singola cosa, e non è MAI, dico MAI,
stato facile raggiungere gli obiettivi, nemmeno i più semplici… Ho pianto, ho urlato, ho lottato, ma c’è SEMPRE stato qualche ostacolo… e mi chiedo
“PERCHE’????”, perché ciò che per tutti è elementare, per me non lo è? Insomma, io sono una persona solare, è difficile vedermi depressa, rido anche quando non dovrei e cerco di mostrarmi sempre gioiosa per non guastare la felicità altrui…
Sarà per questo? Sarà proprio perché affronto le difficoltà col sorriso che me ne si presentano così tante???? Se così fosse allora chiedo a chi ha deciso la distribuzione delle penitenze, di riservarmi qualcosa di buono perché tra poco
io scoppioooooooooo!!!!!!!!
Come al solito, i miei sfoghi sembrano incomprensibili ma, ci sono cose che sono troppo personali per essere scritte in un blog, quindi mi limito a sfogare le mie sensazioni senza entrare nel dettaglio… Ma adesso è meglio che passi alla
ricetta!!!!!
Rana
pescatrice? Ma che cos’è questo essere immondo brutto brutto??? E’ un pesce che, nonostante l’aspetto, è davvero buono e delicato! Vi consiglio di provarlo!

Paccheri con rana pescatrice
Ingredienti
350 gr di paccheri
400 gr di rana pescatrice
300 gr di pomodorini
Aglio
Olio EVO
Mezzo bicchiere di vino bianco
2 acciughe
Procedimento:
Scottate la rana pescatrice in una pentola con un filo d’olio EVO e uno spicchio d’aglio. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e fate assorbire.
Togliete il pesce dalla padella, eliminate l’osso centrale e spolpatelo.
Nella stessa pentola mettete i pomodorini precedentemente lavati e tagliati a metà, e fateli appassire.
Rimettete dentro la rana pescatrice a
pezzetti e mescolate.
Nel frattempo fate cuocere i paccheri inabbondante acqua bollente e tenete da parte un bicchiere di acqua di cottura.
Rovesciate i paccheri scolati dentro la
padella con il condimento, aggiungendo un po’ d’acqua di cottura per amalgamare il tutto.