Browsing Category

Pane-Focacce-Pizze

Carciofi/ Mozzarella/ Pane-Focacce-Pizze/ Salame

PIZZA DOPPIO POMODORO CON FIORDILATTE, SALAME E CARCIOFINI

La pizza non stanca mai!!! Almeno a casa nostra è così!!!
Nella versione di oggi trovate doppio pomodoro, Fiordilatte, salame e carciofini… una delizia!

Realizzata con la farina per pizza di Macinazione Lendinara perfetta perché già miscelata per una corretta lievitazione dell’impasto, con la giusta forza. Un prodotto che potete trovare nello shop online ➡️ https://www.macinazionelendinara.it/

Per la farcitura ho scelto prodotti di alta qualità:

– La mozzarella Fiordilatte di Caseificio S. Antonio già tagliata a julienne, pronta per condire la pizza senza perdite di tempo! Buona da matti perché artigianale e frutto di un’esperienza di oltre 50 anni ➡️ https://www.caseificiosantantonio.com/

– Il salame Milano Bio di Rondanini Salumi prodotto con carne biologica di puro suino. Tipico della tradizione lombarda, ha un aroma gradevole, aromatico, allo stesso tempo dolce e giustamente sapido, con le leggere note speziate del pepe. Disponibile nello store online ➡️ https://www.rondaninisalumi.com/shop/

– I carciofini sott’olio di Delizie d’Autore tenerissimi, con note di pepe rosa, lavorati a mano, sbucciati fino a raggiungere il cuore del prodotto, preservati con limone e sale, senza uso di conservanti ➡️ https://www.delizie-dautore.it/

E cosa si abbina perfettamente con una pizza??? La Birra! Ho scelto Millecento Joseph color ambra giovane, intenso con riflessi ruggine. Aromi complessi: note di tostato, frutta rossa, cacao e decisa nota di malto. Corposa, leggermente amara e con una discreta effervescenza. Finale secco con buona persistenza. La potete acquistare da Best of the Apps ➡️ https://bestoftheapps.shop/

PIZZA DOPPIO POMODORO CON FIORDILATTE, SALAME E CARCIOFINI

Ingredienti per una teglia:
500 gr di farina per pizza (io Macinazione Lendinara)
300 ml di acqua tiepida
2 cucchiai di olio EVO
6 gr di lievito di birra fresco (un quarto di cubetto)
12 gr di sale fino

Per farcire:
700 ml di passata di pomodoro
2 cucchiai d’olio EVO
250 gr di Mozzarella Fiordilatte in julienne (io Caseificio S. Antonio)
100 gr di salame Milano (io Rondanini Salumi)
Carciofini sott’olio (io Delizie d’Autore)
Olio EVO qb

Per accompagnare: Birra IPA Joseph (io Best of the Apps)

Preparare l’impasto la mattina per usarlo a cena o addirittura la sera prima, più riposa, meglio è.
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, aggiungendo un pizzico di zucchero per attivarlo. Aggiungere anche 2 cucchiai d’olio EVO.
Nella ciotola della planetaria mescolate la farina con il sale.
Versate il composto liquido sulle farine e impastate col gancio in planetaria o a mano.
Ungete una terrina e metteteci l’impasto, coprite con pellicola e con uno strofinaccio poi mettete a lievitare lontano da sbalzi termici, io lo metto dentro al forno chiuso.
Mettete la passata di pomodoro in un pentolino con un pochino d’olio EVO e il sale e lasciatelo cuocere perché non sappia di crudo, ma senza aggiungere nient’altro. Lasciatelo andare mentre stendete la pizza.
Al momento della preparazione riprendete l’impasto che sarà aumentato di volume, ungete la placca da forno spargendo l’olio con le mani, così le avrete unte per riuscire a prendere l’impasto senza che si appiccichi.
Stendete nella teglia schiacciando con la punta delle dita e lasciando la crosta spessa.
Fate riposare l’impasto per un quarto d’ora o più.
Prendete la passata e versatela sulla pizza.
Infornate a 240 gradi per 8 minuti.
Trascorsi gli 8 minuti tirate la pizza fuori dal forno e procedete con la farcitura: mettete prima il salame, poi il Fiordilatte, affinché il salame, coperto dalla mozzarella non diventi secco, farcite con i carciofinie e infornate per altri 10 minuti o fino alla croccantezza desiderata.
Questa operazione è necessaria affinché la mozzarella non si asciughi, per questo motivo la cuocio in 2 step.

Formaggio/ Lievitati/ Pane-Focacce-Pizze/ Prosciutto

FOCACCIA FARCITA CON PROSCIUTTO COTTO E FORMAGGIO

Oggi vi propongo una deliziosa ricetta, un impasto soffice e gustoso, farcito con prosciutto e formaggio.

Il formaggio in questione si chiama Occhione di Carnia ed è prodotto da Pezzetta Srl , dal sapore inconfondibile di latte cotto e burro… una bontà genuina e perfetta per qualsiasi ricetta perché ha un sapore che non stanca mai ➡️ https://pezzetta.it/

Per farcire ho scelto il prosciutto cotto di Rondanini Salumi che da quasi un secolo produce salumi di qualità dal sapore di una volta!!! I loro prodotti non contengono lattosio né glutine. Il prosciutto da me utilizzato è  estremamente magro (3,3 grammi di grassi per ogni etto di prodotto). Potete acquistarlo qui ➡️ https://www.rondaninisalumi.com/shop/

Alla base di una buona focaccia c’è la farina e io sono andata sul sicuro con la Manitoba di Molino Gismondi ➡️ https://www.molinogismondi.it/shop/

E per finire, il meraviglioso e inconfondibile olio extravergine ligure di Frantoio Ghiglione ➡️ https://www.frantoioghiglione.it/shop/

FOCACCIA FARCITA CON PROSCIUTTO COTTO E FORMAGGIO

Ingredienti per l’impasto:
250 gr di farina 00
250 gr di Manitoba (io Molino Gismondi)
300 ml di acqua tiepida
6 gr di lievito di birra fresco
2 cucchiai di olio EVO
12 gr di sale fino

Per la farcitura:
200 gr di prosciutto cotto (io Rondanini Salumi)
200 gr di formaggio Occhione di Carnia di Pezzetta Srl
Olio EVO qb (io Frantoio Ghiglione)

Preparate l’impasto la sera prima, più riposa, meglio è.
Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida, aggiungendo un pizzico di zucchero per attivarlo. Aggiungete anche 2 cucchiai d’olio EVO.
Nella ciotola della planetaria mettere la farina, aggiungete il sale.
Versate il composto liquido sulle farine e impastate col gancio in planetaria o a mano.
Ungete una terrina e metteteci l’impasto, coprite con pellicola e con uno strofinaccio poi mettete a lievitare lontano da sbalzi termici, io lo metto dentro al forno chiuso.

Trascorso il tempo di lievitazione, ungete 2 teglie rotonde con un bel po’ di olio EVO, spargete con le mani.
Dividete l’impasto in 4 parti e stendetene 2 nelle 2 teglie schiacciando e allungando con la punta delle dita.

A parte stendete anche le altre 2 parti di impasto sopra un foglio di carta forno o su un piano infarinato, dando una forma rotonda della dimensione della teglia.

Nel frattempo avrete tagliato a fettine sottili il formaggio.
Farcite le 2 basi della focaccia con il prosciutto cotto diviso in parti uguali (100 gr per ogni focaccia), ricoprite con le fettine di formaggio Occhione di Carnia.
Prendete le 2 coperture e ricoprite le basi delle focacce.
Schiacciate sui bordi per per chiudere.
Spargete l’olio EVO e un po di sale sulla superficie o in alternativa utilizzate un’emulsione di olio acqua e sale e infornate a 220 gradi per circa 20 minuti.

Lievitati/ Pane-Focacce-Pizze/ Prosciutto

SGABEI FRITTI CON PROSCIUTTO CRUDO

Gli sgabei sono dei grissini fatti con l’impasto della pizza e poi fritti! Sono di una bontà indescrivibile!!!

Per realizzarli ho utilizzato la farina di Campo di Papi W200 che vende online farine professionali in una vastissima gamma tra cui scegliere. Viene macinato il grano migliore per creare un prodotto sicuro, performante e di alta qualità. L’esperienza pluriennale ha permesso a Campo di Papi di creare delle linee sia per i professionisti che per i privati. Potete acquistarle online al lonk ➡️ https://www.campodipapi.it/

Anche la qualità dell’olio EVO è essenziale per un gusto sublime! Io mi sono affidata ad Az. Agr. Caratelli esempio di azienda strutturata che ama la natura, rispetta l’ambiente e tramanda la tradizione da padre in figlio. Potete acquistare le 3 tipologie di olio extravergine sul sito ➡️ https://www.aziendaagricolacaratelli.it/

E come salume ho scelto il prosciutto crudo dell’azienda La Glacere che sceglie solo maiali nati, allevati e macellati esclusivamente in Italia. I metodi di allevamento seguiti rispettano il benessere dell’animale e sono sottoposti a costanti e accurati controlli. I suini sono alimentati seguendo una dieta controllata, prevista dal Disciplinare di Produzione, a base di cereali nobili e siero di latte. Il prosciutto di San Daniele, grazie al sale e a una condizione ottimale di temperatura/umidità/ventilazione, si conserva perfettamente senza l’utilizzo di alcun conservante. Potete acquistare qui ➡️ https://www.laglacere.it/it/

Per accompagnare il mio piatto ho scelto il vino rosso Merlot di Kellerei Bozen azienda che vanta vini pregiati, premiati e riconosciuti a livello nazionale ed internazionale. Il Merlot è una delle varietà nobili e viene coltivato in Alto Adige da più di 100 anni. Le uve provengono da vigneti scelti che danno vita ad un vino elegante, fruttato, leggermente vegetale e speziato.
Colore: rosso rubino intenso
Bouquet: fruttato di frutti rossi, leggera speziatura, legger nota vegetale
Sapore: intenso, strutturato, di fine struttura tannica
Trovate lo shop qui ➡️ https://shop.kellereibozen.com/it/

SGABEI FRITTI CON PROSCIUTTO CRUDO

Ingredienti:
500 gr di farina W200 (io Campo di papi )
300 ml d’acqua
2 cucchiai d’olio EVO (Az. Agr. Caratelli)
12 gr di sale
6 gr lievito fresco

Olio di semi di girasole x friggere
Sale qb dopo la frittura
Prosciutto crudo (io La Glacere)

Vino rosso Merlot (Kellerei Bozen)

Preparate l’impasto la sera prima, più riposa, meglio è.
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, aggiungendo un pizzico di zucchero per attivarlo. Aggiungete anche 2 cucchiai d’olio EVO.
Nella ciotola della planetaria mettere la farina, aggiungete il sale.
Versate il composto liquido sulla farina e impastate col gancio in planetaria o a mano.
Ungete una terrina e metteteci l’impasto, coprite con pellicola e con uno strofinaccio poi mettete a lievitare lontano da sbalzi termici, io lo metto dentro al forno chiuso.

Al momento della preparazione riprendete l’impasto che sarà aumentato di volume, ungetevi le mani e staccate dei pezzi di impasto grandi come un limone, infarinate il piano di lavoro e formate dei vermicelli spessi, che avranno una forma irregolare. Disponeteli su un vassoio infarinato.
Procedete in questo modo fino al termine dell’impasto.
Prendete una pentola a bordi alti e scaldate l’olio di semi, fate la prova con uno stecchino per capire se la temperatura è corretta: se le bollicine si raggruppano intorno allo stecchino siete pronti!
Friggete pochi sgabei alla volta, girandoli per uniformare la doratura, scolateli su carta assorbente e conditeli con il sale fino.
Accompagnateli con dell’ottimo prosciutto crudo e ne mangerete tantissimi perché sono irresistibili!

Lievitati/ Pane-Focacce-Pizze

FOCACCIA CON CIPOLLE IN AGRODOLCE

Sfiziosa, gustosa, piace davvero a tutti!

La farina utilizzata è del Mulino Calogiuri ed è un mix di grani antichi ottenuta dopo avere mescolato i cerali antichi: Maiorca, Farro Dicocco, Riminia e Senatore Cappelli. In seguito vengono moliti a pietra, in modo da ottenere una farina studiata per una buona lievitazione e una tessitura rustica. Questa farina contiene una percentuale di fibra alimentare e solubile piuttosto elevata, elemento molto importante per la nostra alimentazione. ➡️ https://www.ilmulinocalogiuri.it/

Le cipolle in agrodolce sono dell’azienda Lo Sfizio di Nerviano che nasce con l’idea di far riscoprire i sapori della campagna seguendo il principio della filiera corta… come dice il nome stesso, potrete trovare prodotti sfiziosi di ogni genere, la maggior parte sono sfusi per poter acquistare solo il necessario e risparmiare rispettando l’ambiente riducendo i rifiuti ➡️ https://www.lo-sfizio.com/

L’olio extravergine è dell’azienda Barone Macrì ed è un olio biologico e fruttato, ottimo in ogni contesto, prodotto in Calabria, per il 50% deriva da olive raccolte a mano. Un olio attualmente distribuito anche nella GDO, collocato tra i prodotti d’eccellenza ➡️ https://www.baronemacri.it/

FOCACCIA CON CIPOLLE IN AGRODOLCE

Ingredienti x 2 focacce rotonde:
500 gr di farina speciale per pizze (io Mulino Calogiuri)
6 gr di lievito di birra fresco
350 ml di acqua tiepida
10 gr di sale fino + altro per la farcitura
Mezzo cucchiaino di zucchero
2 cucchiai di olio EVO ( io Barone Macrì)
Cipolle in agrodolce (io Lo Sfizio Nerviano)

Per l’emulsione:
4 cucchiai d’acqua
4 cucchiai d’olio (io Barone Macrì)

Fate sciogliere il lievito nell’acqua tiepida aggiungendo mezzo cucchiaino di zucchero e 2 cucchiai d’olio.
Nella ciotola della planetaria mettete la farina, aggiungete il sale.
Versate il composto liquido sulla farina e impastate col gancio in planetaria o a mano.
Ungete una terrina e metteteci l’impasto, coprite con pellicola e con uno strofinaccio poi mettete a lievitare lontano da sbalzi termici, io lo metto dentro al forno chiuso, per almeno 4 ore.
Trascorso il tempo di lievitazione, ungete 2 teglie rotonde con un bel po’ di olio EVO, spargete con le mani.
Dividete l’impasto in due parti e stendetelo nelle 2 teglie schiacciando e allungando con la punta delle dita.
Lasciate lievitare così per un’altra mezz’ora, coperte.
A questo punto le focacce saranno lievitate ancora di più.
Preparate l’emulsione di acqua e olio e distribuitela sulle 2 focacce in modo uniforme.
Affondate le cipolle nelle focacce.
Infornate a 220 gradi per circa 20 minuti.

Fritti/ Mozzarella/ Pane-Focacce-Pizze/ pomodoro

Pizzette fritte farcite

Pizzette irresistibili, preparate con l’impasto della pizza e poi fritte e farcite!!! Goduria pura!!!

Per realizzarle ho utilizzato la farina tipo 1 di Agrobass e il risultato è stato davvero perfetto!
Fine e bianca, macinata a pietra, contiene sia una piccola percentuale di crusca che di germe. Adatta alla panificazione e alla produzione di dolci.
Rispetto ai grani moderni contiene non solo una quantità minore di glutine, inferiore al 20%, ma una qualità differente dello stesso. Si tratta infatti di un glutine meno tenace e meno elastico, più facilmente digeribile dal nostro intestino. Grazie al ridotto e diverso contenuto di glutine, la farina di Quarantinu Agrobass riduce disturbi intestinali e digestivi e l’insorgenza di intolleranze alimentari ➡️ http://www.agrobass.it

L’olio EVO utilizzato è dell’azienda IL POGGIO che ci Porta in tavola l’eccellenza enogastronomica della Val d’Orcia al prezzo migliore!!! Una famiglia unita che ha dato vita a un’azienda solida nel rispetto e nell’attenzione verso la natura e il proprio territorio!!! Prodotti d’eccellenza acquistabili direttamente dal sito ➡️ https://www.aziendagricolailpoggio.it/

Passata di pomodoro e carciofi sono dell’azienda Sa Marigosa che opera da 30 anni nel settore dell’ortofrutta fresca per poi dedicarsi anche alla conservazione dei prodotti sott’olio e diventare oggi la più importante Organizzazione di Produttori di melone e anguria in Sardegna, con altissime produzioni di carciofo di diversi cultivar, tra cui spicca il Carciofo spinoso, leader del Consorzio di Tutela del Carciofo Spinoso di Sardegna D.O.P., una garanzia per chi acquista i loro prodotti… date un’occhiata al sito ➡️ https://www.samarigosa.com/it/

Tra gli ingredienti della farcitura troviamo la mozzarella di bufala di Casata Campana che per me è stata una gran bella scoperta! Prodotti di elevata qualità, che non si trovano ovunque… spediti e consegnati a domicilio in 24h con tutte le cautele per preservarli e farli arrivare a destinazione integri!!! Potete portare la Campania a casa vostra collegandovi al sito ➡️ https://www.casatacampana.com/

E per concludere in bellezza abbiamo anche le alici arrotolate con capperi di Pantelleria di Delicius che io metterei dappertutto!!! Prodotti conservati in modo naturale e sostenibile, infatti utilizzano solo alici pescate “a lampara” – tradizionale peschereccio a basso impatto sull’ecosistema… difficile che qualcuno non conosca Delicius ma vi lascio il link al sito ➡️ https://www.delicius.it/

PIZZETTE FRITTE FARCITE

Ingredienti:
500 gr di farina tipo 1 (io Agrobass)
370 ml d’acqua
2 cucchiai d’olio EVO (io Il Poggio)
12 gr di sale
6 gr lievito fresco

Per la farcitura:
250 gr di passata di pomodoro (io Sa Marigosa)
Mozzarella di bufala qb (io Casata Campana)
Spicchi di carciofi (io Sa Marigosa)
Filetti di alici arrotolati con capperi (io Delicius)
Olio EVO qb (io Il Poggio)
Olio di semi per friggere

Preparate l’impasto la sera prima, più riposa, meglio è.
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, aggiungendo un pizzico di zucchero per attivarlo. Aggiungete anche 2 cucchiai d’olio EVO.
Nella ciotola della planetaria mettere la farina, aggiungete il sale.
Versate il composto liquido sulle farine e impastate col gancio in planetaria o a mano.
Ungete una terrina e metteteci l’impasto, coprite con pellicola e con uno strofinaccio poi mettete a lievitare lontano da sbalzi termici, io lo metto dentro al forno chiuso.
Mettete la passata di pomodoro in un pentolino con un pochino d’olio EVO e un pizzico di sale e lasciatelo cuocere perché non sappia di crudo, ma senza aggiungere nient’altro. Lasciatelo andare mentre stendete la pizza.
Al momento della preparazione riprendete l’impasto che sarà aumentato di volume, ungetevi le mani e staccate dei pezzi di impasto. Formate una pallina e mettetela sul piano di lavoro infarinato. Schiacciatela con le manindandogli la forma di una pizzetta lasciando più alti i lati e più sottile il centro.
Procedete in questo modo fino al termine dell’impasto.
Mettete la passata di pomodoro in un pentolino e fatela scaldare con un po’ d”olio EVO, affinché non sappia di crudo.
Prendete una pentola a bordi alti e scaldate l’olio di semi, fate la prova con uno stecchino per capire se la temperatura è corretta: se le bollicine si raggruppano intorno allo stecchino siete pronti!
Friggete massimo 3 pizzette alla volta, girandole per uniformare la doratura, scolatele su carta assorbente e farcitele con la passata di pomodoro.
Su alcune mettete poi la mozzarella di bufala, su altre i carciofi, su altre le alici.
Non riuscirete più a fermarvi!!!!!