Browsing Category

Pane-Focacce-Pizze

Fritti/ Lievitati/ Mozzarella/ Pane-Focacce-Pizze/ Secondi piatti

I panzerotti di casa nostra

I miei genitori mi hanno sempre fatto mangiare bene, mia mamma è un’ottima cuoca, mio papà è bravo ad impastare, io amo fare dolci, un’associazione perfetta!

Quindi oggi condivido la ricetta dei panzerotti di famiglia, quelli che non riesci ad avanzare, che quando li fai devi raddoppiare le dosi e metterli in freezer per non restare mai senzaaaaa.  Si possono fare fritti o al forno ma sinceramente la versione fritta è la più saporita e irresistibile.

PANZEROTTI DI CASA NOSTRA

Per l’impasto (4/5 panzerotti)
270 Gr di farina 00

230 Gr di farina Manitoba 

300 ml di acqua gassata

12 Gr di sale fino

6 gr di lievito di birra FRESCO

2 cucchiai di olio EVO

Per il ripieno:

1 etto di prosciutto cotto 

2 mozzarelle 

Passata di pomodoro 

Olio di semi di arachidi per friggere

In una ciotola sciogliete il lievito di birra nell’acqua con 2 cucchiai d’olio,  mescolando con una forchetta.

Mescolate le farine con il sale e versateci l’acqua. Mettete nella planetaria ed impastate con il gancio finché sarà completamente incordato (ci vorranno una decina di minuti).

Ungete una terrina e versateci l’impasto, tamponate anche la superficie affinché non diventi secco, chiudete la terrina con la pellicola e lasciate lievitare per almeno 2 ore.

A fine lievitazione riprendete l’impasto raddoppiato di volume e dividetelo in palline, a seconda della grandezza dei panzerotti che volete ottenere, io ne faccio 4/5, stendete le palline affinché diventino rotonde e farcitele prima col pomodoro mescolato con un goccio d’olio, poi con prosciutto e mozzarella. Lasciate libero circa un centimetro sui lati per permettere la chiusura. Chiudete i panzerotti schiacciando con le dita sui bordi. Lasciate riposare un’altra mezz’ora se potete.

Friggete in abbondante olio di arachidi, accertandovi che sia bollente.

Scolate con la schiumarola e adagiate su carta per fritti per assorbire l’olio in eccesso.

NOTE E CONSIGLI

L’utilizzo dell’acqua frizzante facilita la lievitazione e aumenta la morbidezza dell’impasto 

Se preferite la cottura al forno disponete i panzerotti su carta forno e cuocete a 200 gradi per 15/20 minuti 

I panzerotti possono essere congelati dopo la cottura.

Antipasti/ Pane-Focacce-Pizze/ Senza categoria/ Sesamo

Quadrotti al sesamo

A fine giugno io e mio marito ci
siamo fatti un bel viaggetto a Santo Domingo… per festeggiare il nostro primo
anno di matrimonio ma anche e soprattutto per staccare la spina, per
allontanarci dal lavoro e dallo stress quotidiano che, ci stava devastando…

Mai posto fu più azzeccato… ad
attenderci abbiamo trovato un paradiso terrestre, un luogo in cui non puoi
pensare a cose tristi, perché ci sono talmente tante cose belle che sarebbe un
delitto non guardarle ad occhi spalancati ed attenti… Una moltitudine di colori
meravigliosi che non sapevo esistessero, il mare è, per quanto mi riguarda, il
più bello al mondo, la sabbia è piacevole sotto ai piedi e per noi, atterrare
in quel posto è stato terapeutico… peccato però che quando stai bene il tempo
vola davvero troppo in fretta…

Ormai siamo già tornati alla
quotidianità e Santo Domingo sembra non essere mai esistita… un luogo troppo
lontano e troppo bello, talmente bello che ho paura di essermelo solo sognato…
L’unica cosa che mi mancava era la
mia cucina!!!!!
 
 
Quadrotti al sesamo
(da una ricetta di Sara Papa modificata a mio piacere)
 
Ingredienti:
500 gr di farina 0 Manitoba
250 gr di acqua
20 gr di lievito di birra in panetto
30 gr di miele
90 gr di olio EVO
12 gr di sale
sesamo
Per la salamoia:
50 gr di acqua
50 gr di olio EVO
5 gr di sale
 
 
 
Procedimento
 
Intiepidite l’acqua e lasciatevi
sciogliere il lievito e il miele.
Nella ciotola della
planetaria mettete la farina con il composto di acqua e lievito ed aggiungete,
continuando a mescolare, l’olio e per ultimo il sale.
Quando il composto sarà
omogeneo, lasciatelo lievitare al caldo fino al raddoppio.
Stendete la pasta col mattarello
allo spessore di circa 3 mm, dividetela in teglie ricoperte con carta da forno,
bucherellatela con una forchetta e tagliatela a rettangoli con l’aiuto di una
rotella liscia.
Mischiate gli ingredienti
per la salamoia e spennellatela sulla superficie dei quadrotti, cospargete con
il sesamo e lasciate lievitare per altri 30 minuti.
Infornate a 200 gradi fino a
doratura.
 
 
 
Antipasti/ Frutta/ melone/ MTC/ Pane-Focacce-Pizze/ Prosciutto/ Senza categoria

Piadina fresca con melone e prosciutto

Sono felice che Tiziana abbia vinto
l’MTC di Maggio!!!

Una romagnola DOC, una donna che
stimo molto, le sue ricette sono sempre state una garanzia per me, ed è per
questo che circa 2 anni fa, avevo già provato la sua piadina, e l’avevo anche
pubblicata nel mio blog.
Tiziana è senza dubbio una foodblogger
da cui prendere esempio, con tanta fantasia per arricchire i suoi piatti, con
grandi capacità culinarie, bravissima a fotografare i suoi capolavori, tanto
brava che le sue foto sono sempre citate dappertutto!!!!!
Per questi ed altri motivi sono
felicissima della sua vittoria e di poter riproporre una sua ricetta.
Ho voluto preparare una piadina che
fosse fresca ed estiva… appena la stagione lo permette io corro a comprare un
bel melone maturo e me lo mangio con del buon prosciutto crudo quindi, per rendere
la ricetta più estiva possibile ho deciso di tagliare il melone a fettine
sottili ed “inserirlo nella piadina”!!! Vi piace?
Piadina fresca con melone e
prosciutto
Ingredienti per le piadine:
per 6 piadine
500 g di farina 00
125 g di acqua
125 g di latte parzialmente scremato fresco
100 g di strutto
15 g di lievito per torte salate
10 g di sale fine
1 pizzico di bicarbonato di sodio
Per la farcitura:
Melone qb
2 hg di Prosciutto crudo di Parma
Procedimento
Fate scaldare al microonde il latte e l’acqua per pochi secondi
in modo che siano tiepidi. Lasciate ammorbidire lo strutto mezz’ora circa fuori
dal frigorifero. Su di un tagliere disponete la farina e fate un buco al centro
con la mano. All’interno mettete lo strutto a pezzetti con il lievito, il
bicarbonato e il sale, schiacciatelo con la forchetta per ammorbidirlo,
aggiungete l’acqua e il latte. La consistenza inizialmente potrebbe essere un
pochino appiccicosa e la pasta si attaccherà al tagliere ma impastando per una
decina di minuti, cambierà staccandosi e diventando molto morbida e liscia. Se
il liquido è troppo poco si sfalda e risulta un po’ dura. Mettete l’impasto in
una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti. Lasciate riposare 48 ore
al fresco, massimo 20°C, se fosse più caldo potete lasciare riposare la pasta in
frigorifero e metterla a temperatura ambiente 2 ore prima dell’uso. 
La pasta
ottenuta sarà circa 850 grammi, dividetela in 6 pezzi da 140 grammi circa e
formate delle palline, lasciatele riposare almeno mezz’ora. Infarinate appena
il tagliere e disponetevi una pallina d’impasto, schiacciatela con la punta
delle dita, stendete la piadina con il mattarello girandola spesso in modo che
rimanga rotonda. Avrà un diametro di circa 20 centimetri e uno spessore di 0,5
centimetri. Scaldate il testo o l’apposita teglia di terracotta, su un fornello
a doppia fiamma, con sotto uno spargifiamma. Se non avete nessuna di queste
teglie utilizzate una padella antiaderente piuttosto larga. La temperatura non
dovrà essere troppo alta altrimenti la piadina si brucia fuori e rimane cruda
all’interno, ma nemmeno troppo bassa. Potete fare una prova con un piccolo
pezzetto di pasta per regolare la giusta temperatura. 
Cuocete pochi minuti per
lato, controllate sempre alzando la piadina con una paletta. Disponete le
piadine una sull’altra in modo che rimangano calde mentre le cuocete.


Procedete con la farcitura: tagliate il melone a fettine sottili e disponetele sulla metà delle piadine, sopra appoggiateci il prosciutto crudo e arrotolatele!!! Voilà!



Con questa ricetta partecipo all’MTC di Giugno:
http://www.mtchallenge.it/2014/06/mtc-n-40-la-ricetta-della-sfida-di.html
Carne/ Gorgonzola/ MTC/ Pane-Focacce-Pizze/ Peperoni/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Vino

Spezzatino di maiale e peperoni con crema di gorgonzola & Panini con farina di riso nero

Ormai l’appuntamento mensile con
l’MTC è diventato un momento tanto atteso qui a casa nostra!!!!

Lo spezzatino è l’argomento di
Gennaio e ovviamente, trattandosi di secondi piatti, il mio maritino era al
settimo cielo ed ha voluto partecipare attivamente alla realizzazione della
ricetta!!!

A noi piace sperimentare, provare
abbinamenti che non sono consueti, e di solito lo facciamo la domenica, giorno
in cui riusciamo a stare insieme e a dedicarci a noi.

Questa volta siamo soddisfatti
del risultato e credo proprio che questa ricetta la ri-proporremo agli amici.

Abbiamo scelto di utilizzare la
carne di maiale, accompagnata da peperoni rossi e vino rosso, con una “guarnizione
finale” a base di gorgonzola… da leccarsi i baffi!!!!! E per fare la
scarpetta?????  Dei golosi panini con
farina di riso nero!!! Tutti prodotti della nostra zona: gorgonzola e riso nero
provengono dalla provincia di Novara, in cui abitiamo.

Insomma, fidatevi, era tutto
buonissimo!!!!!

SPEZZATINO DI MAIALE E PEPERONI CON CREMA DI
GORGONZOLA

Ingredienti:

700
gr di lonza di maiale

2
bicchieri di vino rosso

2
peperoni rossi

Mezza
cipolla rossa

Olio
EVO

100
gr di gorgonzola dolce

Un
rametto di rosmarino

Sale
e pepe

Procedimento:

La
sera prima, tagliate a cubetti la lonza di maiale e mettete a marinare tutta la
notte nel vino rosso con un rametto di rosmarino e un pizzico di pepe.

L’indomani
vedrete che la carne avrà assorbito gran parte del vino.

In una casseruola in ghisa, preparate
un soffritto con olio e cipolla, poi rosolate la carne su ogni lato.

Aggiungete
i peperoni lavati e tagliati a pezzetti. Lasciate cuocere per 10 minuti poi
aggiungete il vino avanzato dopo la marinatura della carne e fate sfumare.

Lasciate
cuocere a fuoco lento con coperchio per un’altra ora circa.

A
cottura ultimata lasciate riposare per far asciugare il tutto, poi tagliate il gorgonzola
a pezzetti, riaccendete il fuoco e lasciatelo sciogliere sulla carne,
mescolando affinchè si amalgami con il resto del condimento. Lo spezzatino è
pronto!!!
Ed ora, per non lasciare niente nel piatto, prepariamo un buon pane per fare la scarpetta!!!!!

 
PANINI
CON FARINA DI RISO NERO

Ingredienti:

200
gr di farina di riso nero

300
gr di farina manitoba

12
gr di lievito di birra fresco (mezzo cubetto)

150
gr di acqua

150
gr di latte

12
gr di sale

1
cucchiaino di miele

2
cucchiai di olio EVO

Procedimento:

Innanzitutto
preparate la farina di riso tritando in un mixer il riso nero. Passate al
setaccio e rimettete nel mixer i chicchi rimasti troppo grandi.

Mettete
il lievito a bagno nell’acqua tiepida con un cucchiaino di miele.

Mischiate
la farina di riso con la manitoba, aggiungete il sale.

Inserite
anche il latte tiepido, l’acqua col lievito e 2 cucchiai d’olio EVO.

Impastate
in planetaria col gancio. L’impasto risulterà piuttosto umido in quanto la
farina di riso assorbe molta acqua.

Mettete
a lievitare in forno spento con la luce accesa, per circa 2/3 ore coperto da
pellicola.

Riprendete
l’impasto, ungetevi le mani di olio (altrimenti l’impasto molle si attaccherà
alle mani), e formate 8 palle che appoggerete su una teglia da forno ricoperta
da carta forno.

Disegnate
sulla superficie una croce col coltello e spolverizzate con un po’ di farina.

Cuocete
in forno a 180 gradi per 20 minuti.
Con questa ricetta partecipo all’MTC di Gennaio
http://www.mtchallenge.it/2014/01/mtc-n-35-la-ricetta-della-sfida-di.html
   
Lievitati/ Pane-Focacce-Pizze/ Senza categoria/ Sesamo

Grissini al sesamo

I miei giorni ormai sono carichi, dal primo minuto della giornata fino a tarda sera… Non mi resta un attimo di relax, il tempo corre e io non riesco a fare tutto quello che dovrei e che vorrei…
Sono una persona organizzata e non dormo sugli allori, faccio mille cose insieme per non perdere tempo… ma non è sufficiente!!! Come si fa a fare tutto da sole???
Mi alzo presto, cerco di fare un po’ di mestieri prima di andare in ufficio, poi vado a lavorare, ho un’ora di pausa pranzo e corro a casa dato che l’ufficio dista solo 7 km, così posso dare da mangiare alle mie gattine, mangio anche io qualcosa di fretta e corro di nuovo al lavoro.
Torno a casa, mi accorgo che le gattine hanno già sporcato di nuovo tutto e le pulizie che ho fatto sono da rifare, preparo la cena e magari nell’attesa faccio altri mestieri, mangiamo tardi, ci mettiamo sul divano e ultimamente ci occupiamo solo dei preparativi del matrimonio… poi vado a nanna, ma sempre tardi… e la mattina sono uno zombie!!!
Nel week end, oltre alle solite cose, adesso abbiamo iniziato i lavori in giardino, e il pomeriggio facciamo i nostri giri sempre dedicati al matrimonio… 
Insomma, ho bisogno di una vacanza!!!!!! Se vado avanti così crollo!!!!!
Però, nonostante la stanchezza, non riesco a rinunciare alla cucina e la domenica cerco di preparare qualcosa che in settimana non riesco a fare… come questi grissini al sesamo, per i quali ho preso spunto da una ricetta di Sara Papa, modificata in base alle mie preferenze. Sono fragranti e gustosi e anche una settimana dopo sono ancora buoni!!! Inoltre, si preparano con pochi ingredienti, economici e di facile reperibilità. Provateli!!!

 

 

 

GRISSINI AL SESAMO

Ingredienti:
600 gr di farina Manitoba
12 gr di lievito di birra fresco
320 gr di acqua
80 gr di olio EVO
10 gr di sale
Sesamo
Un uovo per spennellare

Procedimento:

Sciogliete il lievito di birra nell’acqua, poi unitelo alla farina e impastate.
Aggiungete il sale e l’olio EVO continuando ad impastare finchè il composto diventerà liscio ed omogeneo.
Mettete l’impasto in una bacinella unta d’olio e lasciate lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore).
Prendete l’impasto e stendetelo allo spessore di 1 centimetro circa, poi spennellatelo con l’uovo sbattuto. Cospargete la superficie con il sesamo.
Con una rotella tagliate tante strisce larghe un centimetro e attorcigliatele su stesse.
Fatele lievitare per altri 30 minuti su una teglia ricoperta con carta da forno.
Cuocete in forno a 200 gradi per 20 minuti.

 

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest di I pasticci di Luna
sponsorizzato da Fotoregali:

 

 

E alla raccolta di Sandra e Barbara