Browsing Category

Mozzarella

Besciamella/ Fontina/ Formaggio/ Gorgonzola/ Mozzarella/ Primi piatti

Lasagne ai 4 formaggi

Siamo a fine maggio e le giornate sembrano autunnali… mi mette una tristezza questo clima… però chiusa in casa col freschino mi viene voglia di usare il forno e di continuare a mangiare cose calde, piatti che normalmente cucinerei da ottobre in poi… ah ah ah

Dalle mie parti il gorgonzola è un must, non può mai mancare nel frigorifero!!! Quindi spesso lo aggiungiamo alle nostre pietanze. Ecco le irresistibili lasagne ai 4 formaggi di casa nostra.

LASAGNE AI 4 FORMAGGI 

Ingredienti:

(Nel mio caso ho utilizzato una pirofila rettangolare che misura circa 25×35 cm, non molto alta. Le mie quantità sono quindi proporzionate alla teglia. Se ne utilizzate una più grande, vi serviranno piu lasagne)

300 g di lasagne
200 g di mozzarella
200 g di Fontal
200 g di invernizzina
300 g di Gorgonzola dolce
500 ml di besciamella
olio EVO
Formaggio grattugiato.

Ungete il fondo di una teglia rettangolare, spargete 3 cucchiai di besciamella e mescolatela con l’olio per amalgamare lo strato sul fondo. Se vi serve la ricetta per fare in casa la besciamella la potete trovare qui.

coprite con uno strato di lasagne, dividete i formaggi precedentemente tagliati a pezzi, in tre parti, affinché possiate cospargerli su 3 strati di lasagne. In ogni strato dovete mettere anche la besciamella lasciandone 5/6 cucchiai per la copertura finale.

Il quarto strato di lasagne serve per la chiusura, copritelo con besciamella e olio e cospargete con abbondante formaggio grattugiato.

Infornate a 190 gradi per 30 minuti tenendole coperte con carta alluminio per i primi 10 minuti.

 

Fritti/ Lievitati/ Mozzarella/ Pane-Focacce-Pizze/ Secondi piatti

I panzerotti di casa nostra

I miei genitori mi hanno sempre fatto mangiare bene, mia mamma è un’ottima cuoca, mio papà è bravo ad impastare, io amo fare dolci, un’associazione perfetta!

Quindi oggi condivido la ricetta dei panzerotti di famiglia, quelli che non riesci ad avanzare, che quando li fai devi raddoppiare le dosi e metterli in freezer per non restare mai senzaaaaa.  Si possono fare fritti o al forno ma sinceramente la versione fritta è la più saporita e irresistibile.

PANZEROTTI DI CASA NOSTRA

Per l’impasto (4/5 panzerotti)
270 Gr di farina 00

230 Gr di farina Manitoba 

300 ml di acqua gassata

12 Gr di sale fino

6 gr di lievito di birra FRESCO

2 cucchiai di olio EVO

Per il ripieno:

1 etto di prosciutto cotto 

2 mozzarelle 

Passata di pomodoro 

Olio di semi di arachidi per friggere

In una ciotola sciogliete il lievito di birra nell’acqua con 2 cucchiai d’olio,  mescolando con una forchetta.

Mescolate le farine con il sale e versateci l’acqua. Mettete nella planetaria ed impastate con il gancio finché sarà completamente incordato (ci vorranno una decina di minuti).

Ungete una terrina e versateci l’impasto, tamponate anche la superficie affinché non diventi secco, chiudete la terrina con la pellicola e lasciate lievitare per almeno 2 ore.

A fine lievitazione riprendete l’impasto raddoppiato di volume e dividetelo in palline, a seconda della grandezza dei panzerotti che volete ottenere, io ne faccio 4/5, stendete le palline affinché diventino rotonde e farcitele prima col pomodoro mescolato con un goccio d’olio, poi con prosciutto e mozzarella. Lasciate libero circa un centimetro sui lati per permettere la chiusura. Chiudete i panzerotti schiacciando con le dita sui bordi. Lasciate riposare un’altra mezz’ora se potete.

Friggete in abbondante olio di arachidi, accertandovi che sia bollente.

Scolate con la schiumarola e adagiate su carta per fritti per assorbire l’olio in eccesso.

NOTE E CONSIGLI

L’utilizzo dell’acqua frizzante facilita la lievitazione e aumenta la morbidezza dell’impasto 

Se preferite la cottura al forno disponete i panzerotti su carta forno e cuocete a 200 gradi per 15/20 minuti 

I panzerotti possono essere congelati dopo la cottura.

Besciamella/ Formaggio/ Mozzarella/ Piselli/ Primi piatti/ Salsiccia/ Senza categoria

Lasagne pasticciate con ragù di salsiccia

Io amo le lasagne, le amo alla follia! Ne ho fatte tante nella mia vita, dalle classiche con ragù d carne, a quelle pasticciate, e tante ne farò ancora, sperimentando sapori e colori.
Quello che vi propongo oggi è un piatto ricco, un primo che contiene vari ingredienti e che sicuramente è consigliabile mangiare a pranzo piuttosto che a cena, ma vi consiglio di provarlo perchè è davvero buono! Non mi perdo in chiacchiere e vi presento le mie lasagne pasticciate con ragù di salsiccia.
 

Lasagna-1

Lasagna-2

LASAGNE PASTICCIATE CON RAGU' DI SALSICCIA
Write a review
Print
Ingredienti per il ragù
  1. 500 gr di salsiccia
  2. 700 ml di passata di pomodoro
  3. Sale qb
  4. Mezzo scalogno
  5. Olio EVO
Per la besciamella
  1. 500 ml di latte
  2. 50 gr di burro
  3. 50 gr di amido di mais
  4. Sale
  5. Noce moscata
Per il resto
  1. 250/300 gr di lasagne
  2. 1 mozzarella
  3. 1 latta di piselli (400 gr)
  4. 2 uova sode
  5. Parmigiano grattugiato
Instructions
  1. Preparate il ragù: fate un soffritto con lo scalogno e un dito d'olio EVO, poi aggiungete l salsiccia tagliata a pezzetti e fatela rosolare per bene su ogni lato, aggiungete il sale, allungate con la passata di pomodoro e mezzo bicchiere d'acqua e lasciate cuocere mescolando ogni tanto per circa 30 minuti.
  2. Preparate la besciamella: in un pentolino a fondo spesso fate fondere il burro, poi aggiungete l'amido di mais e mescolate a formare il roux. Diluite con il latte e continuate a mescolare per non far formare grumi. Aggiustate di sale e grattugiate un pizzico di noce moscata.
  3. Portate ad ebollizione e proseguite sempre mescolando fino al raggiungimento della densità desiderata.
  4. Nel frattempo fate bollire le uova per renderle sode.
  5. Procedete con la composizione delle lasagne: inumidite il fondo di una teglia con un po' di sugo.
  6. Disponete il primo strato di lasagne e farcite con un po' di sugo, un po' di besciamella, di piselli, di uova sode tagliate a pezzetti, di mozzarella... continuate in questo modo fino all'ultimo strato poi ricoprite con abbondante Parmigiano.
  7. Infornate a 190 gradi per 30/35 minuti.
Morena in cucina https://morenaincucina.it/
Lasagna-3Lasagna-fetta

 
 

 

Melanzane/ Mozzarella/ pomodoro/ Primi piatti/ Secondi piatti/ Senza categoria

Parmigiana di melanzane e… buone vacanze!!!

Nel nostro giardino sta spuntando
di tutto… è meraviglioso veder crescere i frutti del nostro amore per la natura…
e soprattutto è meraviglioso rendersi conto di come cambia il sapore della
frutta e della verdura se coltivata nel proprio giardino…
Quest’anno ho convinto mio marito a
piantarmi i lamponi, 3 piccole piantine che, secondo colui che me le ha vendute
non avrebbero dovuto germogliare… “Abbia pazienza signora, i lamponi li mangerà
il prossimo anno!
” e io delusa me ne sono tornata a casetta, li ho piantati nel
terreno e mi sono detta “Abbi pazienza Morena, l’anno prossimo li mangerai!!!!”.
Fortunatamente il venditore si
sbagliava perché le nostre piantine sono cresciute in modo impressionante,
triplicando il proprio volume!!! E i lamponi stanno maturando, saranno un
centinaio!!! Che meraviglia, sono troppo felice!!! Mi basta poco per sentirmi
felice!!!
 
E per questa estate vi lascio, il
blog va in vacanza e ritorna a settembre, mi prendo un mesetto di pausa per
concedermi le meritate ferie!!! Ma non smetterò di seguire voi che resterete!!!
Vi auguro Buone vacanze con la mia
Parmigiana di melanzane!
 
 
Parmigiana
di Melanzane
Ingredienti:
2 melanzane viola
500 gr di passata di pomodoro
2 mozzarelle
Parmigiano grattugiato
½ cipolla
farina 00 qb
olio extravergine di oliva
sale
pepe
olio di semi di per friggere
 
Procedimento:
Fate soffriggere la cipolla con l’olio
extravergine di oliva, aggiungete la passata di pomodoro, il sale ed il pepe e
fate cuocere per 15 minuti circa.
Tagliate a fette sottili le melanzane e
mettetele in un colino, ricopritele con il sale grosso per asciugarle, mettete
una pentola sopra al colino per schiacciare il tutto. Lasciate riposare per un
paio d’ore poi eliminate il sale e infarinatele.
Friggetele in olio bollente fino a doratura, scolatele
e asciugatele con carta assorbente.
 
Prendete una pirofila e preparate gli strati:
melanzane, salsa di pomodoro, mozzarella, e parmigiano grattugiato. Ricoprite
l’ultimo strato con abbondante Parmigiano.
Infornate a 200° per circa 30 minuti o
comunque fino a doratura.
 
 
Antipasti/ Formaggio/ Gorgonzola/ Mozzarella/ MTC/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Speck

Soufflé con speck, fontina e mozzarella

E un’altra settimana ricomincia…
chissà perché il week end vola così in fretta, e il lunedì invece sembra lunghissimo!!!!!

Voglio cominciare la settimana con
un bel soufflé, quello che l’MTC ci ha chiesto di preparare, un soufflé salato
che, a casa nostra è piaciuto moltissimo.
Questa è la tipica ricetta che se
non la provi non puoi immaginare cosa ti perdi!!! Il soufflé sembra un piatto
raffinato, adatto a palati “delicati”, il suo nome evoca una consistenza che
pare troppo leggera per avere gusto, si ha l’impressione che si tratti di un
composto formato principalmente da aria quindi insapore o quasi!!! Ma non è
assolutamente così!!! E’ delizioso!!!!
Io ho voluto dargli un sapore forte
e per questo ho messo lo speck nell’impasto, avvolto da fontina e mozzarella,
una sorta di soufflé valdostano!!! Il contrasto di sapori è dato poi dalla
salsa accompagnatoria, a base di gorgonzola dolce, che versata sul soufflé lo
rende davvero speciale… Ve lo consiglio vivamente!!!
SOUFFLE’ CON SPECK, FONTINA E MOZZARELLA

Ingredienti:
Per il soufflé ( 8
cocotte):

300 ml di panna fresca
3 cucchiai da minestra di maizena
30 g di burro + quanto basta per ungere gli stampi
6 uova medie
150 gr di speck
150 g di fontina
Una mozzarella
noce moscata, sale, pepe
Formaggio grattugiato.

Per la salsa al gorgonzola:
500 ml di brodo vegetale
250 gr di gorgonzola dolce
1 pera abate
Una noce di burro

Procedimento (come spiega Fabiana)
 Preriscaldare il forno a 200°.
Imburrare generosamente le cocotte
che devono essere pulite ed assolutamente asciutte, ungere fondo e bordi. Spargere
il formaggio grattugiato negli stampi in modo che ne siano interamente
ricoperti avendo cura di non toccare più l’interno con le dita.
Riporre in frigo fino al momento del
riempimento, volendo anche in freezer. Non trascurare questo passaggio!!
Ripassare ancora i bordi con un altro poco di burro pomata e raffreddare
nuovamente.
Mescolare la maizena con poca panna
fresca fuori fuoco.
Portare ad ebollizione la restante
panna, raggiunto il bollore unire il mix panna maizena mescolando sempre.
Abbassare la fiamma e proseguire la
cottura aiutandosi con una frusta a mano fino ad ottenere una crema spessa.
Allontanare dalla fiamma ed unire il
burro avendo cura di continuare sempre a lavorare.
Rompere le uova  tenute a
temperatura ambiente, separando i tuorli dagli albumi, avendo cura di non
toccare questi ultimi con le mani.
Unire i tuorli uno alla volta,
incorporandoli alla perfezione prima di introdurre il successivo.
Tagliare lo speck a cubetti e
frullarlo in un mixer, poi aggiungerlo al composto.
Tagliare a pezzetti sia la fontina che la mozzarella, unire alla massa e mescolare.
Salare, pepare, aggiungere la noce
moscata e mescolare bene.
Montare gli albumi a neve.
Con delicatezza ed in più riprese
unire gli albumi montati, badando bene di non smontarli.
La massa deve risultare ben
omogenea.
Versare negli stampi arrivando solo
ai 2/3 della loro altezza.
Lisciare delicatamente la superficie
con la spatola.
Infornare immediatamente e cuocere
senza mai aprire per 15/18 minuti a 190 gradi.
Prepariamo la salsa: Prendere il
brodo preparato con acqua, carota, sedano e cipolla, portarlo ad ebollizione.
Nel frattempo tagliare a cubetti la pera sbucciata e privata del torsolo ed
aggiungerla al brodo. Proseguire con la cottura per circa 10 minuti finchè la
pera si sarà completamente cotta.
Con un minipimmer riducete in
poltiglia il composto.
Aggiungete il gorgonzola dolce
tagliato a cubetti ed una noce di burro, con una forchetta continuate a
schiacciare il gorgonzola ed amalgamatelo alla salsa. 

 Con questa ricetta partecipo all’MTC di Marzo:
http://www.mtchallenge.it/2014/03/mtc-n-37-la-ricetta-della-sfida-di.html