Browsing Category

Formaggio

Antipasti/ Formaggio/ Polenta

CUBETTI DI POLENTA RIPIENI DI PROVOLA

Croccanti stuzzichini che vi conquisteranno!

Per realizzarli ho utilizzato la farina di mais di Best of the Apps di cui voglio raccontarvi la storia: è un progetto nato nel 2018 per dare visibilità ai piccoli produttori degli Appennini dopo il dramma del terremoto che ha gravemente colpito il centro Italia, dare loro la possibilità di essere visibili online.
Oggi rappresenta un e-commerce di prodotti tipici di nicchia, prodotti genuini del territorio, il cui scopo è riportare sulle tavole degli affezionati clienti il sapore genuino degli alimenti “di una volta”, oltre all’impegno di risollevare l’economia del nostro territorio. ➡️ www.bestoftheapps.it

La straordinaria provola di bufala è dell’azienda Casata Campana che nasce con lo scopo di far conoscere in tutto il mondo la cucina campana e i meravigliosi prodotti che offre.
Un’azienda basata su serietà, dedizione e cura dei dettagli.
Le spedizioni sono sicure e veloci, in 24/48 ore riceverete ogni articolo ordinato direttamente sul sito ➡️ https://www.casatacampana.com/

CUBETTI DI POLENTA RIPIENI DI PROVOLA DI BUFALA

Ingredienti:
300 gr di farina di mais (io Best of the Apps)
1200 ml di acqua
Sale
Una noce di burro
Provola di bufala (io Casata Campana)
Olio di semi di girasole x friggere

In una pentola alta antiaderente o in un paiolo, portate ad ebollizione l’acqua, poi aggiungete il sale.
Versate a fontana la farina di mais e mescolate energicamente con una frusta.
Proseguite la cottura mescolando spesso, per circa un’ora finché la polenta si sarà addensata e verso la fine aggiungete una noce di burro e mescolate.
Lasciate intiepidire per un quarto d’ora e nel frattempo tagliate a piccoli cubetti la provola.
Adesso è arrivato il momento di creare i cubetti. Per averli perfetti dovrete utilizzare degli stampi quadrati, come quelli per fare il ghiaccio, e l’operazione è meticolosa perché dovrete ungere lo stampo con olio, prendere un cucchiaino di polenta alla volta, metterlo in ogni stampino, appoggiarci al centro un pezzetto di provola e poi ricoprire con un altro cucchiaino di polenta.
Se invece preferite seguire un percorso più veloce, potete rivestire di carta forno una teglia per pizza con i bordi, rovesciarci dentro metà della polenta, cospargere con la provola, ricoprire con il resto della polenta, far raffreddare e poi tagliare a cubetti.
Una volta che i cubetti saranno sodi, in entrambe le versioni, dovrete friggerli in abbondante olio di semi.
Scolate su carta assorbente e serviteli caldi.

Formaggio/ Gnocchi/ Primi piatti

GNOCCHI ALLA ROMANA CON CREMA DI BRIACACIO

Famosi in tutto al mondo, la base è sempre la stessa ma per condirli ho utilizzato una crema di formaggio eccezionale!

Al posto del latte ho scelto la bevanda alla soia di Terraepane che produce prodotti con materie prime VERE cioè Nessun semi-lavorato, Nessuna farina, polvere o pasta… solo chicchi, scaglie e grani… perché spesso le aziende ricorrono ai semilavorati per motivazioni economiche e tempistiche… Terraepane invece preferisce spendere di più ma garantire un prodotto che loro stessi utilizzano perché è nutriente, perché i sapori sono più reali e per dare fiducia al consumatore… sceglieteli e farete la scelta giusta ➡️ https://www.terraepane.com/it/

Le uova sono siciliane pure, e ringrazio Regina Siciliana che me la ha fatte conoscere. Le loro galline possono esprimere il proprio comportamento naturale e selvatico, godendo di un ampio pascolo a base di ricca vegetazione autoctona Iblea…. ne deriva un prodotto ottimale e senza paragoni in termine di sapore… potete provarle anche voi, date un’occhiata al sito ➡️ https://www.reginasiciliana.it/

Brazzale invece mi ha permesso di insaporire il mio piatto con il “Gran Moravia”, esclusivo formaggio a lunga stagionatura da grattugia o da tavola, realizzato artigianalmente nei “doppifondi” secondo tecniche antiche, frutto dell’ arte e della sensibilità dei suoi migliori casari italiani. Un prodotto rispettoso dell’equilibrio naturale oltre che genuino, buono e conveniente ➡️ https://www.brazzale.com/

La deliziosa crema che condisce il mio piatto è a base di Briacacio, è un pecorino erborinato affinato sotto la bagna alcolica e le varietà di uvette impiegate dalla Pasticceria Bonci di Montevarchi per la produzione del loro famoso Panbriacone. Compatto e friabile, mantiene un carattere deciso, mitigato e addolcito dalle uvette e dalla bagna. Io ho voluto stravolgere le consuetudini e usarlo in crema su un primo piatto anziché come dessert. Potete acquistarlo da Buontopia al link ➡️ https://www.buontopia.com/

GNOCCHI ALLA ROMANA

Ingredienti:
1litro di latte di soia (io Terraepane)
250 gr di semolino
70 gr di burro
2 tuorli d’uovo (io Regina Siciliana)
Un pizzico di noce moscata
Un pizzico di sale
50 gr di Grana grattugiato (io Brazzale)

Per condire:
250 Briacacio (io Buontopia)
100 gr di burro morbido

Mettete in un pentolino il latte, il burro, il sale e un pizzico di noce moscata, portate ad ebollizione.
Quando arriva a bollore buttateci dentro il semolino e mescolate energicamente con una frusta. Proseguite con la cottura finché il composto si addensare.
A questo punto spegnete il fuoco e aggiungete il formaggio grattugiato e mescolate, poi inserite i 2 tuorli d’uovo uno alla volta facendoli assorbire completamente.
Prendete una teglia da forno e ungetela con un pochino d’olio, versate il composto mantenendo uno spessore di circa un centimetro.
Fate raffreddare e poi prendete un coppapasta rotondo del diametro di circa 5 cm e tagliate tanti cerchi che disporrete poi in una teglia ricoperta con carta forno o unta d’olio.
Infornate a 200 gradi per circa 20 minuti.
Nel frattempo preparate la crema di formaggio mettendo in un pentolino il burro e il formaggio tagliato. Fate sciogliere mescolando e schiacciando con una forchetta.
Disponete i gnocchi su un vassoio/piatto e versateci sopra la crema di formaggio!!! Una meraviglia!

NOTE:
Se non avete intolleranze potete sostituire il latte di soia con latte normale.
Per la crema di formaggio potete utilizzare anche il gorgonzola.

Formaggio/ Pasta/ Primi piatti/ Zafferano

PENNE DI FARRO CON CIME DI RAPA PICCANTI E FORMAGGIO ALLO ZAFFERANO

Una pasta piena di sapore e colore, buona anche fredda!!! Assolutamente da provare!!

Le penne di farro sono dell’azienda Ad Originem la cui idea è quella di un ritorno alle origini, partendo dalla riscoperta di quello che facevano i nonni, agricoltori rispettosi della natura e promotori di usi, costumi e tradizioni locali del territorio. La sua sfida è promuovere il benessere collettivo, incentivando il principio del mangiar bene, sano e tradizionale, in un contesto socioeconomico dove il progresso ha portato le persone a dimenticarsi della loro identità e tradizione. Un ritorno alle origini proponendo un’idea di impresa che coniughi tradizioni e benessere collettivo a metodi di lavoro rinnovabili ed ecosostenibili ➡️ http://www.adoriginem.com/

La crema di cime di rapa è dell’azienda L’integralista che è un progetto nato nel 2017 a Nardò, nel Salento, con l’obiettivo di offrire a tutti la possibilità di assaggiare prodotti tipici locali, salentini e pugliesi. Sul loro sito potete trovare una vasta gamma di prodotti di qualità e artigianali, per garantire il sapore di una volta. Collegandovi al link https://lintegralista.com/discount/PROMOIG001 avrete uno sconto del 10%

Grazie all’azienda Scoppolato di Pedona ho potuto assaggiare le nuovissime Cremose, creme a base di Scoppolato in più varianti. Quella da me utilizzata è allo zafferano di Massarosa e per me è stata una gran bella scoperta, un formaggio a base di latte ovino prodotto in Toscana, un vero e proprio prodotto al vertice delle classifiche… assolutamente da provare ➡️ https://www.scoppolato.it/

E il delizioso olio al peperoncino arriva dall’azienda Nel cuore della Sicilia composto da un giovane team e da professionisti nel settore alimentare, mossi dalla voglia di creare innovazione e spinti dalla passione per i prodotti tipici Siciliani. Sul lorosito ne troverete tantissimi, sia dolci che salati, invitanti e di qualità ➡️ https://www.nelcuoredellasicilia.it/

PENNE DI FARRO CON CIME DI RAPA PICCANTI E FORMAGGIO ALLO ZAFFERANO

Ingredienti:
500 gr di penne di farro (io Ad Originem)
150 gr di crema alle cime di rapa piccanti (io L’integralista)
90 gr di Cremosa di zafferano (io Scoppolato di Pedona)
Olio al peperoncino qb (io Nel cuore della Sicilia)

In una padella antiaderente mettete un filo d’olio al peperoncino, scaldate e poi aggiungete la crema alle cime di rapa piccanti (composta da cime di rapa cotte, olio EVO, peperoncino, sale, succo di limone), mescolate.
Nel frattempo fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
Aggiungete nella padella con il condimento, la cremosa allo zafferano (composta da formaggio Scoppolato e zafferano di Massarosa), aggiungendo in padella anche un mestolino di acqua di cottura. Mescolate. Se serve aggiungete altro olio.
Scolate la pasta e versatela nella padella con il condimento. Mescolate e servite.

Formaggio/ Gnocchi/ pomodoro/ Primi piatti

GNOCCHI FILANTI AL POMODORO E CACIOTTA DI CAPRA

Un piatto facile e veloce da preparare ma davvero invitante!!!

Gli gnocchi sono di Mamma Emma che esporta l’originalità dello gnocco Italiano in oltre 15 nazioni in 5 continenti… lo fa con esperienza e dedizione, creando e testando sempre nuovi prodotti, scegliendo patate di qualità per garantire il risultato finale… e producono utilizzando solo fonti d’energia rinnovabili… insomma, non c’è motivo per non fidarsi ➡️ https://www.mammaemma.it/

La passata di pomodoro è di Orominerva ed è creata seguendo la ricetta delle nostre nonne. Due ingredienti: pomodoro e sale. Nessuno scarto di pelatura utilizzato, che renderebbe il prodotto più amarognolo ed asprigno. La pastorizzazione lenta a bagnomaria rende questa passata densa, gustosa e ricca di profumi e sapore. Senza conservanti aggiunti.
Anche l’olio di Orominerva è molto buono, leggero e con aroma fruttato di oliva e mandorla, adatto per tutte le preparazioni ➡️ https://www.orominerva.it/

Per rendere filanti i miei gnocchi ho fatto sciogliere la caciotta di capra di Sannio Sapori da cui potete trovare solo eccellenze, tutte provenienti dal Sannio, e io che ho già provato molti prodotti ci metto la mia parola e vi dico che stiamo parlando di qualcosa di eccezionale… niente è lasciato al caso, dal packaging al sapore finale…. ogni dettaglio mostra la cura e la passione con cui questa meravigliosa azienda porta sulle nostre tavole prodotti tipici dal sapore sublime ➡️ https://www.sanniosapori.com/

GNOCCHI FILANTI AL POMODORO E CACIOTTA DI CAPRA

Ingredienti:
400 gr di gnocchi ( io Mamma Emma )
340 gr di Passata di pomodoro (io Orominerva)
Un quarto di scalogno
Olio EVO qb (io Orominerva)
150 gr di caciotta di capra ( io Sannio Sapori)

In un padella antiaderente fate soffriggere con un filo d’olio EVO lo scalogno tagliato sottile.
Poi aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere il sugo.
Nel frattempo mettete a bollire abbondante acqua salata e cuocete gli gnocchi. Quando verranno a galla scolateli e versateli nella padella con il sugo.
Tagliate a pezzetti la caciotta e versatela sugli gnocchi, accendete il fuoco e mescolate velocemente per farla sciogliere e rendere filanti i vostri gnocchi.

Asparagi/ Carne/ Formaggio/ Prosciutto/ Secondi piatti

INVOLTINI CON PROVOLA E PROSCIUTTO SU CREMA DI ASPARAGI

Un secondo piatto molto saporito, con tanta bontà al suo interno!!! Da provare!!!

È stata la provala di Casata Campana a darmi l’ispirazione perché la sua bontà poteva e doveva essere utilizzata anche per una farcitura, ed ecco qua gli involtini con provola! Potete acquistarla anche voi, insieme a tantissimi prodotti campani, selezionati solo ed esclusivamente se di qualità quindi con la certezza di ricevere a casa vostra un prodotto eccellente. Ecco il link ➡️ https://www.casatacampana.com/

La crema che avvolge i miei involtini è a base di asparagi bianchi, ma non quelli sottili e poco carnosi, ma quelli di Fantin asparagi che utilizza una lavorazione quasi completamente manuale, come facevano i vecchi nonni, Dopo la raccolta, il terriccio viene lavato via con acqua fredda per salvaguardare le caratteristiche qualitative del turione. Alla selezione e calibratura, segue il taglio preciso della parte in eccesso, in modo da evitare ogni forma di ossidazione ➡️ https://fantinasparagi.com/

Il vino.bianco che ha sfumato i miei involtini arriva da Barone Macrì ed è un vino calabrese, con note agrumate che lasciano il posto a fiori bianchi, vaniglia, menta. Deriva da uve coltivate a 220 slm perfetto sia con carne che con pesce. Questo ed altri vini e prodotti calabresi potete trovarli nello store ➡️ https://www.baronemacri.it/

L’olio extravergine utilizzato sia nella crema di asparagi che nella cottura degli involtini, è dell’azienda Orominerva che nasce da un’idea imprenditoriale volta alla valorizzazione dei prodotti del Molise. Lontano dai grandi insediamenti urbani ed industriali, circondata da paesaggi incontaminati e da fonti di acqua purissima, i terreni rigogliosi generano frutti eccellenti, che consentono di offrire prodotti di qualità, con i veri sapori di una volta. L’olio ha un’aroma fruttato di oliva e mandorla fresca e gusto dolce che non sovrasta il sapore delle pietanze. ➡️ https://www.orominerva.it/

INVOLTINI CON PROVOLA E PROSCIUTTO SU CREMA DI ASPARAGI

Ingredienti:
8 fettine di vitello sottili
150 gr di prosciutto cotto
200 gr di provola campana (Casata Campana)
700 gr di asparagi bianchi (Fantin asparagi)
Un bicchiere di vino bianco (io Barone Macrì)
Olio EVO qb (io Orominerva)
Sale e pepe
200 ml di panna da cucina
700 gr di asparagi

Per prima cosa lavate gli asparagi, poi con l’apposito coltellino o con un pelapatate, togliete verticalmente il primo strato esterno del gambo per rimuovere la parte filamentosa.
Fateli lessare in acqua bollente per 15 minuti poi scolateli e metteteli in un frullatore insieme a 2 cucchiai di olio EVO e una presa di sale.
Mettete da parte e iniziate a preparare gli involtini. Tagliate a pezzetti la provola campana.
Disponete su un tagliere le fettine di vitello e iniziate a farcirle con la provola e il prosciutto cotto. continuate in questo modo fino ad esaurire le fettine.
Adesso richiudeteli su se’ stessi e sigillate sui lati con degli stuzzicadenti.


In una padella antiaderente mettete un filo d’olio e fate rosolare gli involtini su tutti i lati, poi aggiungete sale e pepe a piacimento.
Quando saranno interamente rosati aggiungete un bicchiere di vino bianco.
Mettete in un pentolino la crema di asparagi e allungatela con la panna da cucina. Fate scaldare e quando gli involtini saranno pronti preparate un letto di crema su cui disporrete gli involtini.
Buon appetito!