Browsing Category

Formaggio

Cheesecake/ Dolci/ fichi/ Formaggio

DESSERT CON FICHI CARAMELLATI E SQUACQUERONE

Un dolce buonissimo, facile e veloce, che può salvarvi in caso di ospiti dell’ultimo minuto!

Il gusto predominante è dato dai fichi caramellati di Capannina Bio : lavorati e raccolti a mano. Coltivati in montagna, sprigionano un sapore e profumo unici. Composti da fichi 60%, zucchero di canna, limone. L’attività agricola della Capannina segue il dettame dell’agricoltura biologica e organica rigenerativa. Ogni prodotto è naturale al 100% e deriva dal loro frutteto. Vi consiglio di utilizzare il mio codice morenaincucina per avere uno sconto del 10% su 40,00 euro di spesa ➡️ https://capanninabio.it/

I biscotti ai 4 cereali di Crich con Frumento, avena, farro ed orzo!!! Buonissimi! Perfetti per rendere speciale il mio dessert al bicchiere! Provateli anche voi ➡️ https://www.crich.it/mobile/

Per accompagnare il mio dessert trovo perfetto lo spumante Rosè di Principe Corsini metodo charmat, ottenuto da uve di Sangiovese con una lunga permanenza sui lieviti. Uno spumante dai riflessi rosa-arancio brillante, che seduce con le note di petali di rose, lampone appena raccolto, pesca bianca e scorza di mandarino. Il sorso è vivace e cremoso, la bollicina disseta con una rinfrescante acidità bilanciata dal frutto e chiude con delicate sfumature di marzapane e arancia ➡️ https://principecorsini.com/

DESSERT CON FICHI CARAMELLATI E SQUACQUERONE

Ingredienti x 2 bicchieri:
100 gr di biscotti ai cereali (io Crich)
50 gr di burro
150 gr di squacquerone
Fichi caramellati (Capannina Bio)

In abbinamento: Spumante Rosè Principe Corsini

Per prima cosa frullate i biscotti con un mixer per trasformarli in farina.
In un pentolino fate sciogliere il burro poi spegnete il fuoco, aggiungete la farina di biscotti e mescolate velocemente.
Prendete 2 bicchieri trasparenti e iniziate a creare la stratificazione.
Il primo strato con i biscotti, gioca 3 cucchiai, poi lo scquacquerone. Adagiate nel formaggio un filo caramellato intero oppure, se preferite, fatelo a pezzetti.
Ripetete da capo: biscotti, poi formaggio e poi il fico in superficie.
Seguite lo stesso procedimento per il secondo bicchiere.
Coprite con la pellicola trasparente e conservate in frigorifero fino al momento di servire.

Formaggio/ Pasta/ Primi piatti/ Senza categoria/ Tartufo/ Vino

FARFALLE AL TARTUFO CON FONDUTA DI FORMAGGIO

Oggi condivido con voi un piatto facilissimo da realizzare e molto pregiato, grazie agli ingredienti che lo compongono:

– Farfalline al tartufo di Sapori Antichi: un formato di pasta che contiene già al suo interno il profumo e il sapore del tartufo! Un prodotto eccezionale così come le tantissime altre tipologie di pasta che potrete trovare nello store: Pasta colorata, pasta insaporita, un mondo tutto da scoprire e soprattutto di alta qualità ed eleganza ➡️ https://www.saporiantichisrl.com//it/

– Formaggio fuso di Caseificio Codonesu : un prodotto sardo composto da formaggio Fiore di Castiadas con aggiunta di ricotta fresca, unione dal sapore deciso e delicato insieme… io ho scelto di utilizzarlo per condire la pasta al tartufo perché si abbina perfettamente, ma essendo morbido nella sua consistenza, può essere utilizzato puro, spalmato sul pane!!! Davvero buono! Potete acquistarlo qui ➡️ https://www.caseificiocodonesu.it/

Per preparare il mio piatto ho utilizzato una meravigliosa padella di Stoneline che permette di cucinare anche senza aggiunta di olio o di grassi: la cottura sarà comunque perfetta e i cibi non si attaccano al fondo.
Non importa se il piano cottura è a gas, in vetroceramica, a induzione o elettrico! Va bene ovunque ed è anche bella da vedere e facile da impugnare!! Andate a dare un’occhiata sul sito per scoprire tutta la gamma ➡️ https://www.stoneline.de/it

Per accompagnare il mio piatto ho scelto il Verdicchio di Matelica Colpaola di colore giallo paglierino, all’olfatto ricordi floreali di biancospino, note fruttate e sentori di pietra focaia e di mandorla fresca. L’assaggio è puntuale e pulito, scorrevole e agile, agrumato, persistente e nuovamente ammandorlato nel retrogusto. Potete acquistarlo da Best of the Apps che seleziona prodotti dell’appennino attraverso un progetto che aiuta una comunità ferita a risorgere ➡️ https://bestoftheapps.shop/

FARFALLE AL TARTUFO CON FONDUTA DI FORMAGGIO

Ingredienti:
250 gr di farfalline al tartufo (io Sapori Antichi)
Formaggio spalmabile fuso ( formaggio Fiore di Castiadas con aggiunta di ricotta fresca) di Caseificio Codonesu
Olio EVO qb

In accompagnamento: Vino bianco Verdicchio di Matelica Colpaola (Best of the Apps)

Pentola Stoneline

La ricetta è molto semplice: dovrete preparare abbondante acqua salata e cuocere le farfalline già aromatizzate al tartufo.
Nel frattempo prendete una padella antiaderente, come la mia di Stoneline nella quale nulla si attacca al fondo, metteteci dentro il formaggio spalmabile sardo, composto da formaggio Fiore di Castiadas e ricotta fresca, date sapore con un pochino di olio extravergine e accendete il fuoco basso. Mescolate velocemente per creare la crema e se serve, aggiungete poca acqua di cottura della pasta.
Quando le farfalline saranno pronte mettetele nella padella con il condimento e mescolate.
Potete servire così oppure aggiungere una grattugiata di tartufo fresco o di Parmigiano.

Asparagi/ Formaggio/ Secondi piatti/ uova

SFORMATO DI ASPARAGI E PROVOLA AFFUMICATA

Un’ottima idea saporita e semplice da preparare! Accendete il forno!!!!

Per realizzarla ho utilizzato:

– Asparagi banchi al naturale di Fantin asparagi : per chi vuole gustare il sapore della primavera in ogni mese dell’anno, questi asparagi vengono raccolti e immediatamente preparati per essere conservati solo in acqua e sale, all’interno di vasetti ermetici. Sono speciali! Potete acquistarli qui ➡️ https://fantinasparagi.com/

– Provola affumicata di Caseificio S. Antonio : formaggio fresco a pasta filata, ottenuto dalla lavorazione di solo latte vaccino italiano. Condivide con il fior di latte tutte le fasi di produzione e successivamente viene sottoposta ad affumicatura mediante il fumo prodotto dalla combustione di paglia e trucioli che ne conferiscono il sapore e l’aroma tipico del fumo, oltre ad un colore sfumato bruno e marrone, caratteristica esclusiva di questo prodotto. Acquistabile qui ➡️ https://www.caseificiosantantonio.com/

– Olio extravergine di oliva venduto da Saporelite : appartiene alla gamma “Fissore Frutta” che è una selezione di prodotti di alta qualità; ogni prodotto viene realizzato con materie prime selezionate con cura, assicurando che ogni procedimento della lavorazione venga effettuato senza modificare in alcun modo l’integrità del prodotto, riuscendo così a garantire gusto autentico e una genuinità eccellente. Potete acquistarlo insieme ad altri genuini prodotti utilizzando il mio codice MORENA10 per avere uno sconto del 10% ➡️ https://www.saporelite.com/

SFORMATO DI ASPARAGI BIANCHI E PROVOLA AFFUMICATA

Ingredienti:
500 gr di Asparagi bianchi al naturale (Fantin asparagi)
4 uova
250 gr di Provola affumicata (Caseificio S. Antonio)
Olio EVO (Saporelite)
Sale, pepe e formaggio grattugiato qb

Sbattete le uova con sale e pepe e mettete da parte.
Tagliate a pezzetti la scamorza affumicata.
Prendete una pirofila da forno adatta a contenere gli asparagi in tutta la loro lunghezza. Considerate che ho utilizzato asparagi al naturale conservati in vasetto immersi in acqua e sale quindi non necessitano di essere bolliti prima dell’utilizzo.
Ungete il fondo della pirofila con un bel po di olio EVO.
Disponete gli asparagi sul fondo della pirofila, cospargeteli con la scamorza affumicata.
Versate sulla superficie, in modo uniforme, le uova sbattute. Condite con un filo d’olio EVO. Spolverizzate con formaggio grattugiato.
Infornate a 180 gradi per 20 minuti.

Antipasti/ Formaggio/ Salame/ Salsiccia/ Scamorza/ Secondi piatti/ Vino

POLPETTE DI SCAMORZA CON SALSICCIA PICCANTE

Morbide all’interno e croccanti all’esterno, con scamorza, pepe e salsiccia piccante… irresistibili!

Per realizzarle ho utilizzato:

– Scamorza di Caseificio S. Antonio : formaggio a pasta filata ottenuto dalla lavorazione di solo latte vaccino italiano. Di colore bianco che diviene paglierino con il proseguire della conservazione, e con la classica forma a pera, breve collo e testina, presenta superficie liscia e consistenza compatta. Al gusto risulta delicato, leggermente sapido ➡️ https://www.caseificiosantantonio.com/

– Salsiccia catenella piccante di Salumi Bilancia: é un prodotto tipico della tradizione lucana, viene preparata utilizzando rifilatura di prosciutto e spalla, aromatizzata con finocchietto e polvere di peperone. La legatura della salsiccia viene fatta a mano, con budello naturale. Stagionata per almeno 20 giorni. È davvero buona, potete acquistarla online qui ➡️ https://salumibilancia.com/

– Pane grattugiato senza glutine di LE MERAVIGLIE DI DON SABATINO : Prodotto da forno biscottato e macinato. Senza glutine, specificatamente formulato per i celiaci. Gli ingredienti vengono impastati, l’ impasto viene formato, le forme vengono sottoposte a processo di lievitazione, cottura, porzionamento, biscottatura e macinazione. nello shop troverete tantissimi prodotti senza glutine spediti in tutta Italia ➡️ https://www.lemeravigliedidonsabatino.it/

E per accompagnare il mio piatto ho scelto un vino rosso Buttafuoco dell’Oltrepò Pavese di Tenute Conte della Piera : Vino fermo, dai riflessi accessi, note fruttate e un tocco decisamente speziato. Al palato è vellutato, l’alcolicità non predomina grazie ad una buona spalla acida che le fa da contraltare. Il retrogusto è deciso e persistente ➡️ https://tenutecontedellapiera.com/

POLPETTE DI SCAMORZA CON SALSICCIA PICCANTE

Ingredienti:
150 gr di scamorza (io Caseificio S. Antonio)
Circa 80 gr di Salsiccia piccante (io Salumi Bilancia)
150 gr di mollica di pane raffermo
Parmigiano grattugiato qb
Pepe qb
3 uova ( 2 se sono grandi)

Per impanare e friggere:
Pane grattugiato (io Le Meraviglie di Don Sabatino)
2 uova
Sale
Olio di semi di girasole

In abbinamento: Vino rosso Buttafuoco dell’Oltrepò Pavese di Tenute Conte della Piera

Tagliate a cubetti la salsiccia piccante e mettete da parte.
Tagliate a pezzetti la scamorza e trasferitela in un mixer da cucina, aggiungete le uova, pepe, Parmigiano grattugiato. Tritate tutto assieme finché il composto diventerà facile da modellare. Potete aggiungere un pochino di pane grattugiato se il composto fosse troppo liquido.
Formate le palline con le mani e inserite al loro interno qualche pezzetto di salsiccia piccante.
Sbattete le 2 uova rimanenti e insaporite con sale e pepe.
Passate ogni polpetta nell’uovo e poi nel pangrattato coprendo ogni lato.
Friggete le polpette in abbondante olio di semi bollente, avendo cura di prelevarle e scolarle quando saranno dorate.
Passatele in carta assorbente e gustatele calde!

Formaggio/ Pasta/ Primi piatti/ Speck/ Vino

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

La conoscete la pasta Senatore Cappelli???? Se non l’avete ancora provata dovete rimediare perché ve ne innamorerete! Nulla a che vedere con la pasta tradizionale e commerciale… una consistenza inconfondibile, una capacità di assorbimento del condimento senza paragoni!!! Nel mio piatto ho utilizzato i maccheroni di Mulino Calogiuri che ringrazio perché dagli anni 60 ci fornisce prodotti artigianali impeccabili ➡️ https://www.ilmulinocalogiuri.it/

E con un pecorino stagionato buono come quello che ho usato io, di Caseificio Codonesu , il mio piatto non poteva essere migliore!!! Un profumo intenso, accompagnato da un sapore di latte e cereali… buono anche da assaporare al naturale… fantastico!!!
Anche il vino in accompagnamento arriva dalla Sardegna, sempre di Caseificio Codonesu… un ottimo Cannonau di Sardegna dal bouquet intenso, caldo e dal gusto pieno e saporito ➡️ https://www.caseificiocodonesu.it/

Per l’ottimo speck ringrazio Carpano Speck che dal cuore delle Dolomiti produce carni, salumi, formaggi e latticini. Lo speck cuore è ottenuto da cosce di suino salate, aromatizzate, affumicate e stagionate ➡️ https://www.carpanoshop.com/

MACCHERONI SENATORE CAPPELLI CON SPECK E PECORINO STAGIONATO

Ingredienti:
50p gr di maccheroni Senatore Cappelli (io Mulino Calogiuri)
150 gr di speck (io Carpano Speck)
200 gr di pecorino stagionato (io Caseificio Codonesu)
Olio EVO qb

In accompagnamento: Vino Cannonau di Sardegna di Caseificio Codonesu

Per prima cosa tagliate lo speck a fettine e poi a pezzetti.
Prendete una padella antiaderente e versateci un filo d’olio EVO, scaldate e fate arrostire lo speck fino a renderlo croccante.
Mettete a bollire l’acqua salata per la pasta.
Nel frattempo prendete il pecorino e grattugiatelo in una terrina (intanto assaggiatene un pezzo… è troppo buono!!!)
Buttate nell’acqua bollente i maccheroni e fateli cuocere. Un paio di minuti prima della fine della cottura trasferiteli con una schiumarola nella padella con lo speck, aggiungendo un mestolo della loro acqua di cottura.
Accendete il fuoco e fate saltare la pasta, aggiungendo il pecorino in più riprese. Mescolate e saltate fino alla fine.
Lasciate un pochino di pecorino da parte per usarlo a freddo sui maccheroni pronti.