Browsing Category

Caffè

Caffè/ cioccolato/ Dolci/ Plumcake/ Senza categoria/ Yogurt

PLUMCAKE AL CAFFÈ E CIOCCOLATO BIANCO

TANTI AUGURI A TUTTI I PAPÀ 🎉🎉🎉🎉
Io ho la fortuna di avere un papà in forma, sempre disponibile, che oggi è anche un nonno invidiabile…
Il mio papà mi ha insegnato tanto… ed è anche grazie a lui che amo mangiare bene e condividere i miei piatti.
Auguri papino mio ❤
Per festeggiare oggi condiviso la ricetta di un dolce, un plumcake profumato, con caffè e cioccolato bianco, perfetto per la colazione e soprattutto facile da fare 😉

Il caffè utilizzato è Lini Caffè che ho scoperto con piacere perché mi ha fatto capire che bisogna dare fiducia anche a marchi che non hanno grandi sponsorizzazioni TV, che gli aromi non devono per forza avere un nome “famoso” per essere buoni…
Quindi posso solo dirvi di provare Lini Caffè e di venire poi a dirmi “Morena avevi ragione, è buonissimo” 😃 Il loro sito è https://www.linicaffe.com/

Nell’impasto ho inserito la fecola di patate di S. Martino conosciutissimo marchio alimentare del settore dolciario, che offre una gamma vastissima di prodotti di
alto livello, che io utilizzo regolarmente.
Lo shop online lo trovate qui: https://www.nonsolobudino.it/

PLUMCAKE AL CAFFÈ E CIOCCOLATO BIANCO

Ingredienti:
300 gr di farina 00
50 gr di fecola di patate (io S. Martino)
200 gr di zucchero
3 uova medie
3 cucchiaini di lievito per dolci
100 gr di burro ammorbidito
100 gr di gocce di cioccolato bianco
250 gr di yogurt al caffè
Una tazzina di caffè ristretto (io Lini Caffè)
Zucchero a velo per guarnire

Montare il burro con lo zucchero fino a completo assorbimento.
Unire le uova una alla volta, non aggiungere il successivo finché il precedente non sarà completamente amalgamato.
In una ciotola a parte, setacciare e mescolare la farina e il lievito.
Unire il composto di uova e burro e, continuando a mescolare, inserire lo yogurt e il caffè.
Solo alla fine inserire le gocce di cioccolato bianco e mescolare per distribuirle uniformemente.
Imburrare ed infarinare uno stampo da plum cake e versarci l’impasto livellandolo.
Infornare a 180 gradi per 60 minuti.
Una volta raffreddato, cospargete la superficie con zucchero a velo.

Biscotti/ Caffè/ Dolci/ Mascarpone/ Pistacchi/ Semifreddi/ Senza categoria

SEMIFREDDO AL PISTACCHIO E CAFFÈ

I semifreddi non hanno stagione, che sia estate o inverno, sono sempre graditi 😁
E quando parliamo di pistacchi…. allora il problema non sussiste… semplicemente è impossibile dire NO 😂
Il vero pistacchio di Bronte è un’eccellenza italiana, un prodotto che il resto del mondo ci invidia… e noi abbiamo la fortuna di avere in Italia aziende come Agricola Fernandez che investono la loro vita alla ricerca si un prodotto finale perfetto, che soddisfi pienamente il cliente… e io sono soddisfatta anzi estasiata dalla bontà dei prodotti che ho assaggiato… quindi non posso fare altro che invitarvi sul sito https://www.agricolafernandez.it/ per provare anche voi l’estasi del gusto 😉
In un semifreddo che si rispetti, ci vuole anche un caffè di rispetto 😉 e io ce l’ho 👍 Lini Caffè, con il suo aroma intenso, all’apertura della confezione, si sprigiona un profumo da acquolina 😋 che trasmette immediatamente tutta la cura e la passione con cui è stato prodotto. Potete acquistarlo sul sito https://www.linicaffe.com/ e una volta provato sono certa che diventerà il vostro caffè ☕


SEMIFREDDO AL PISTACCHIO E CAFFÈ

Ingredienti:
500 gr di mascarpone
4 uova
130 gr zucchero al velo vanigliato
Circa 600 gr di biscotti Oro saiwa
40 gr di crema di pistacchio (io Agricola Fernandez)
1 cucchiaino di pasta pura di pistacchio (io Agricola Fernandez)
Granella di pistacchi (io Agricola Fernandez)
Caffè qb (io Lini caffè)

Prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi.
Montate gli albumi a neve con le fruste elettriche e metteteli da parte.
Montate i tuorli con lo zucchero a velo fino a formare una crema chiara e spumosa.
Aggiungete il mascarpone, la crema di pistacchio e la pasta di pistacchio e mescolate bene.
Versate gli albumi montati nella crema di mascarpone girando con una spatola dal basso verso l’alto cercando di non smontare il tutto.
Preparate il caffè e versatelo in una ciotola.
Prendete una teglia in cui disporre il semifreddo.
Foderate il fondo con uno strato di biscotti imbevuti nel caffè, poi fate uno strato con la metà della crema di mascarpone, distribuendola uniformemente.
Fate un secondo strato di biscotti imbevuti e ricoprite con la crema restante.
Decorate la superficie con la granella di pistacchi.

Caffè/ Crema pasticcera/ Dolci/ Frutta/ Lievitati/ Pere/ Senza categoria

TRECCINE BRIOCHES AL CAFFÈ E PERE

La ricetta di oggi è spettacolare!!!! Soffici brioches con caffè nell’impasto, farcite con crema al caffè e pere 😜
Perfette per la colazione, ma anche per qualsiasi altro momento della giornata… profumano di buono e creano dipendenza!
Forse sono venute così buone perché contengono un caffè speciale… Lini Caffè, che dal 1979 si distingue per la qualità dei suoi prodotti, un caffè sapientemente tostato per garantire un aroma inconfondibile che non ha nulla da invidiare ai marchi pubblicizzati, infatti Lini caffè ha scelto di evitare i grandi circuiti pubblicitari per garantire un ottimo prodotto a prezzi competitivi. Io l’ho provato e l’ho apprezzato per la sua cremosità e consistenza, visitate anche voi il sito www.linicaffe.com e provate le versioni in capsule e le versioni per la moka.

Inoltre, ad arricchire la farcitura delle mie treccine, ci ha pensato Opera che con le sue pere abate ha dato un gran tocco di dolcezza alle mie brioches.

Le pere sono frutti che non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole perché apportano all’organismo davvero tante vitamine, essenziali per una vita sana… sono anche indicate nelle diete perché hanno un basso apporto calorico e contengono fruttosio, integratore energetico naturale.

TRECCINE BRIOCHES AL CAFFE E PERE

Ingredienti per l’impasto
12 gr di lievito di birra
120 ml di latte
1 tazzina di caffè ristretto (io Lini caffè)
60 gr di burro
50 gr di zucchero
1/2 uovo
325 gr di farina
Granella di zucchero

Ingredienti per la crema e la farcitura:
250 gr di latte
1 tazzina di caffè ristretto ( io Lini caffè)
80 gr di tuorli d’uovo (circa 4)
75 gr di zucchero
20 gr di amido di mais
1/2 bacca di vaniglia bourbon
2 Pere Abate (io Opera)

Versare il caffè nel latte e mescolare. Fare sciogliere il lievito nel latte, poi unire il burro fuso, lo zucchero, la farina e mezzo uovo (per usare mezzo uovo, metterlo intero in una ciotolina, mischiarlo leggermente, senza sbatterlo, e prelevarne metà). Impastare il tutto per circa 10 minuti.
Formare un panetto e lasciare lievitare coperto, al caldo, per almeno 2 ore.
Nel frattempo preparare la crema pasticcera: Mettere il latte ed il caffè in un pentolino e portarlo ad ebollizione. A parte montare i tuorli d’uovo con lo zucchero finché diventeranno spumosi e chiari.
Aggiungere la vaniglia precedentemente tagliata in senso longitudinale per estrarne il ripieno, una parte del latte e poi piano piano l’amido di mais.
Versare tutto il composto nel pentolino con il latte avanzato e, continuando a mescolare, portare ad ebollizione.
Lasciare raffreddare la crema a bagnomaria in acqua fredda.
Quando l’impasto delle brioches sarà lievitato, stenderlo con il mattarello sopra ad un foglio di carta forno, formando un grande rettangolo. Dividerlo in 6 rettangoli più piccoli.
Ogni rettangolo darà vita ad una treccina così costruita: dividere in 3 ogni singolo rettangolo tracciando delle linee sull’impasto, senza romperlo, e considerando che la parte centrale, in cui andrà inserito il ripieno, dovrà essere leggermente più larga rispetto alle laterali. Sulle parti laterali tagliare la pasta a strisce oblique, a formare una sorta di lisca di pesce.

Sbucciare le pere e tagliarle a fettine sottili oppure a piccoli cubetti.
Farcire le treccine al centro con la crema sul fondo e con le pere appoggiate sulla crema. Chiudere la parte superiore ed inferiore rigirando la pasta sul ripieno. Procedere con la chiusura sovrapponendo tra loro le strisce laterali, formando un intreccio.
Spennellare ogni treccina con il latte.
Guarnire con la granella di zucchero.
Infornare a 180 gradi per 15 minuti circa.

Caffè/ Dolci/ Mascarpone/ MTC/ Senza categoria/ Torte

Red Velvet Cake Tiramisù

Eccomi alla seconda partecipazione all’MTC, felice e soddisfatta che la ricetta di febbraio sia un dolce!!! Ormai lo sapete quanto amo fare dolci, mi danno soddisfazione, sono una sfida continua per me, un modo per mettermi alla prova e per imparare i trucchi del mestiere!!!
Stefania ci ha chiesto di realizzare una torta impegnativa, la famosa e bellissima RED VELVET CAKE, dal colore rosso predominante e dalla caratteristica stratificazione e farcitura. Una torta però, adatta ai celiaci. 
Ed ecco che, ancora una volta, partecipare a questa sfida ti insegna qualcosa, e ti insegna che c’è sempre qualcosa da imparare!!! Si perchè chi, come me, non è a contatto direttamente con la celiachia, non conosce esattamente quali siano gli alimenti da evitare e quali attenzioni bisogna avere nelle preparazioni culinarie. Adesso, grazie a questo appuntamento, ho provato anche io a cucinare in modo “diverso dal solito” e ho capito che si può fare e che il gusto non ne risente. Quindi grazie mille Stefania!!!
La mia Red Velvet Cake l’ho preparata oggi, con musica in sottofondo e con la speranza che ne venisse fuori qualcosa di buono… e così è stato, sono felicissima del risultato!!!
La base ovviamente è quella postata da Stefania, ma la mia versione finale è in stile tiramisù!!! Buona buona buona!!! L’ho ricoperta con pasta di zucchero rossa decorata, vi piace????

RED VELVET CAKE TIRAMISÙ

Ingredienti e procedimento per la base di Stefania:

160 gr di farina di riso sottilissima tipo amido (Le Farine Magiche Lo Conte, Pedon, Rebecchi)
60 gr di fecola (Cleca, Pedon, La Dolciaria, Sma & Auchan)

30 gr di farina di tapioca (che potete sostituire con Maizena)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 gr cacao amaro (Venchi, Easyglut, Pedon, Olandese
110 gr burro non salato a temperatura ambiente
300 gr di zucchero
3 uova medie (io uso quelle bio codice 0, ma non è rilevante ai fini della celiachia)
1 cucchiaino da caffè di estratto vaniglia bourbon (o i semi di una bacca, ma non usate la vanillina)
240 ml di buttermilk (ma se non lo trovate, fate inacidire per 20 minuti la stessa quantità di latte con un cucchiaio di limone)
1 cucchiaio di colorante rosso (Rebecchi e Loconte)
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio



Pre-riscaldate il forno a 175°C.
In
un recipiente mescolate le farine, il sale, il cacao. In un altro
recipiente, sbattete il burro per 2-3 minuti, finché sarà soffice e poi
aggiungete lo zucchero e sbattete per altri 3 minuti.
Aggiungete le uova, una alla volta, sbattendo 30 secondi dopo ogni aggiunta.
Mescolate
il colorante al buttermilk e quindi versate poco per volta al composto
di burro, alternando le polveri al buttermilk. Possibilmente iniziate e
finite con la farina. Aggiungete anche la vaniglia e mescolate.
In
una tazzina (capiente) mescolate il bicarbonato all’aceto bianco,
facendo attenzione a versarlo subito nell’impasto (altrimenti ve lo
troverete per tutta la cucina) e incorporatelo bene con una spatola.
Imburrate
due teglie da 18/20 cm e spolverizzate con farina di riso. Fate cuocere
per 40/45 minuti, o finché non vedete che è cotto (con il trucchetto
dello stuzzicadenti!)
Lasciate
raffreddare la torta dentro la teglia (potete usarne anche una in
silicone, ma è meglio usare la  carta forno per evitare contaminazioni)
per 10 minuti. Poi toglietela dalla teglia e lasciatela raffreddare,
quindi fasciatela nella pellicola trasparente. Fatela riposare in frigo
per diverse ore (io l’ho lasciata tutta la notte). In questa maniera
sarà più facile da tagliare senza che si sbricioli e sarà più semplice
mettere la farcitura. Non spaventatevi se vi sembra troppo dura, perché a
temperatura ambiente tornerà morbidissima.
Questa
è la ricetta base, a questa si possono aggiungere infiniti sapori. Si
può conservare in frigo in un contenitore ermetico e riutilizzare quando
se ne ha bisogno.

 LA MIA FARCITURA TIRAMISÙ E LA COPERTURA IN PDZ

Ingredienti:
500 gr di mascarpone
4 uova medie
120 gr di zucchero a velo
2 tazze di caffè

Procedimento:
Dividete i tuorli e gli albumi.
Montate a neve ben ferma gli albumi.
In un’altra bacinella montate i tuorli con lo zucchero a velo finchè avranno raggiunto una consistenza cremosa. Aggiungete il mascarpone e mescolate finchè il tutto sarà ben amalgamato.
Versate il composto di tuorli e zucchero nella bacinella con gli albumi e mescolate con una spatola,  dal basso verso l’alto senza smontare le uova.
Bene, la crema per la farcitura è pronta!
Adesso preparate 2 tazze di caffè che vi serviranno come bagna per la torta.
Prendete le 2 torte e tagliatele entrambe a metà: mettete una mano a palmo aperto sopra alla torta, al centro, infilate il coltello a metà altezza, tenendolo dritto, tenete fermo il coltello e girate la torta.
Appoggiate uno dei 4 pezzi ottenuti su un piatto da portata, con un pennello inumidite la torta con il caffè, versateci sopra un po’ di crema al mascarpone, e proseguite in questo modo fino all’ultimo strato.
Una volta che la torta sarà composta, spalmatela sopra e sui lati con la stessa crema al mascarpone.
Mettetela in frigorifero in attesa della pasta di zucchero!
Prendete 250 gr di pasta di zucchero rossa e stendetela sottile con un mattarello. Riprendete la torta dal frigorifero, arrotolate la pdz sul mattarello e srotolatela sulla torta coprendo anche i lati. Schiacciate sui lati della torta e tagliate l’eccesso.
Preparate dei fiorellini e dei pois rossi e arancioni, utilizzando appositi stampini. Per attaccarli alla torta vi basterà bagnarli con un po’ di acqua fredda.
Conservatela in frigorifero. E’ golosissima!!!!!

Con questa ricetta partecipo all’MTC di febbraio:

Caffè/ cioccolato/ Dolci/ Pan di spagna/ Panna/ Senza categoria/ Torte

Torta glassata con crema al caffè

Buona domenica ragassuole!!!! 
Esco da un sabato un po’ impegnativo, devo ancora riprendermi dalla cena di ieri sera!!!
Non so voi ma io adoro il sabato sera in casa con amici, mi piacciono i preparativi, le giornate dedicate a cucinare e a sperare che tutto vada bene, il desiderio che ogni piatto sia un successo!
Soprattutto in inverno, quando fa freddo e in casa c’è la stufa accesa e il calore si diffonde, e si può bere del buon vino rosso che aiuta a riscaldare!!! Noi siamo amanti del vino rosso, non manca mai sulla tavola quando siamo in buona compagnia! La nostra cantina ha una zona dedicata ai vini e le scorte non calano mai!
Ieri sera abbiamo bevuto ben 3 bottiglie di buon vino in 4, e io, a dire il vero ero un po’ brilla… non reggo molto l’alcool… con la scusa che devo guidare, sono sempre io quella che si astiene… ma ieri eravamo a casa nostra quindi, nessun sacrificio!!! In fondo, il vino rosso fa bene al sangue!
Comunque, la cena è stata un po’ impegnativa: pizzoccheri alla valtellinese, cassoeula, focaccia genovese, e una dolce treccia per concludere… Vi posterò tutte le ricette. Ho digerito verso le 3 di notte… Ma ci siamo divertiti un sacco!!!!!
Non serve andare a ballare o trovare per forza qualcosa di originale da fare, per me è sufficiente avere accanto le persone giuste per stare bene e ritenermi soddisfatta.
La torta di oggi l’ho preparata in occasione di una cena a casa dei miei genitori. Un soffice pan di spagna farcito con crema al caffè e ricoperto con una glassa al cioccolato fondente.

TORTA GLASSATA CON CREMA AL CAFFE’

Per il pan di spagna di Montersino (dosi adattate alle esigenze)
180gr di uova intere
125gr di zucchero
110gr di farina 00
36gr di fecola di patate
1/2 bacca di vaniglia (io ho usato una bustina di vanillina)

Per la crema al caffè
200ml di latte
50gr di zucchero
1 cucchiaio di caffè solubile
2 uova medie
30gr di amido di mais
1 bustina di vanillina

Per la glassa
150gr di cioccolato fondente
100ml di panna da montare
30gr di burro

Per la decorazione
Codette di cioccolato

Procedimento:
Preparate il pan di spagna. Montate le uova a temperatura ambiente, con lo zucchero e la vaniglia, fino a ottenere un composto spumoso e chiaro.
Aggiungete con una spatola la farina setacciata con la fecola di patate, girando dal basso verso l’alto.
Versate il composto ottenuto in uno stampo imburrato e infarinato (io ho usato uno stampo da 24 cm di diametro perchè volevo che la torta non fosse troppo alta). 
Infornate a 190 gradi per 20 minuti.
Lasciate raffreddare prima di tagliarlo, altrimenti si spaccherà.
Nel frattempo preparate la crema al caffè. Montate le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso e chiaro. 
Aggiungete il latte, l’amido di mais, il caffè e la vanillina e montate il tutto.
Versate in un pentolino antiaderente e scaldate senza far bollire altrimenti si solidifica troppo.
Tagliate la torta a metà e farcite con la crema al caffè.
Preparate la glassa facendo sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con la panna e il burro, continuando a mescolare.
Disponete la torta farcita su una gratella e versateci sopra la glassa. Stendetela aiutandovi con l’apposita spatola piatta, distribuendola anche sui lat.
Spolverizzate con le codette di cioccolato.
Mettete la torta in frigorifero per far solidificare la glassa.
Tirate fuori dal frigo 20 minuti prima di servire.