Browsing Category

Amaretti

Amaretti/ Dolci/ Nocciole/ Noci/ Torte

TORTA ALLE NOCCIOLE E AMARETTO

Un dolce molto buono, con la nocciole protagonista, una torta veloce da preparare, soffice e profumata.

Le nocciole sono l’ingrediente principale e devono pertanto essere di prima qualità quindi io mi sono affidata all’azienda Redonda Giffoni che è una garanzia assoluta in questo ambito. Pensate che i proprietari sono marito e moglie, 2 persone con tanta passione per l’agricoltura che hanno scelto di aprire la loro azienda con coraggio e intraprendenza, mollando tutto ciò che si erano costruiti e lo hanno fatto per donare se stessi alla campagna… questo è indice di qualità perché solo chi ha una vera passione può creare cose straordinarie… quindi correte a vedere cosa producono ➡️ https://redonda.it/

La farina utilizzata è dell’azienda Macinazioni Lendinara ed è una farina specifica per dolci, studiata per renderli perfetti, composta da grani 100% italiani ➡️ www.macinazionelendinara.it

Il miele millefiori di Nectaris è delizioso e soprattutto creato nel rispetto più totale delle api, patrimonio essenziale per l’umanità, rispetto che si evince dalla loro lotta contro l’estinzione di questi preziosi insetti.
Potete vedere le varie tipologie di miele sul loro sito ➡️ www.beenectaris.it

Il liquore all’amaretto è prodotto dalla Liquoreria Meini che si occupa della vendita di liquori e distillati dal 1874, ne potete trovare di vari tipi, tutti rigorosamente di qualità ➡️ https://www.liquoreriameini.com/

Per la farcitura ho utilizzato la crema di noce di Carlomagno Azienda Agricola nata nel 2009 con l’intenzione di produrre prodotti biologici a base di mandorle, fichi, noci e ortaggi, rispettando le antiche ricette. Questa crema è densa e golosa, ve la consiglio ➡️ https://www.aziendacarlomagno.it/https://www.aziendacarlomagno.it/

TORTA NOCCIOLE E AMARETTO

Ingredienti:
200 gr di nocciole (io Redonda Giffoni)
200 gr di farina 00 (io Macinazione Lendinara)
130 gr di zucchero
40 gr di miele millefiori (io Nectaris)
2 uova
160 ml olio Di Semi Di Girasole
2 cucchiai di liquore all’amaretto (io Liquoreria Meini)
Mezza bustina di lievito per dolci 
Zucchero a velo qb
200 gr di crema di noce (io Carlomagno Azienda Agricola)

Tritate le nocciole con un mixer per ridurle in farina.
Montate le uova intere con lo zucchero finché diventeranno spumose e gonfie.
Aggiungete a filo l’olio, sempre girando alla minima velocità con la frusta, aggiungete anche il liquore all’amaretto e il miele.
Inserite la farina setacciate con il lievito mescolando dal basso verso l’alto e per ultima inserite la farina di nocciole.
Imburrate e infarinate una tortiera da 23 cm e infornate a 180 gradi per circa 40 minuti, fate sempre la prova stecchino.
Lasciate raffreddare la torta e poi tagliatela al centro con un coltello lungo, farcite con la crema di noce, richiudete la torta e spolverizzate con zucchero a velo.

Amaretti/ Dolci/ Frutta/ Mascarpone/ Pesche/ Semifreddi/ Senza categoria/ Torte

Torta tiramisù alle pesche

Buona domenica amiche mie!
La settimana che sta per iniziare sarà per me l’ultima prima delle vacanze estive!!! 
Giovedì vi saluterò e ci rivedremo a fine agosto, partiamo finalmente!!!
Negli ultimi 14 anni, da quando io e Luca abbiamo iniziato la nostra vita insieme, non abbiamo saltato un anno, per noi non è estate senza un bel viaggio!!!! Abbiamo visitato molti posti, cambiando sempre meta, per vedere cosa c’è nel mondo e, approfittiamo anche dei vari ponti festivi per partire.
Ho notato però che da quando abbiamo preso casa, non sento più la necessità di partire… sto tanto bene nel mio nido, mi sento protetta, avvolta da una piacevolissima sensazione di armonia. Questo non vuol dire che viaggiare non mi piaccia più, dico solo che, mentre in passato non osavo nemmeno pensare di poter rinunciare a un viaggio, adesso potrei tranquillamente farlo senza provare angoscia.
Ritengo che questa sia una cosa positiva, vuo dire che mi sento appagata, ricca e felice, senza dover ricorrere ad espedienti diversi… la mia quotidianità, nonostante sia piena di responsabilità e di stress mi soddisfa così com’è.
Resta comunque il fatto che, una volta arrivata a destinazione, resto sempre affascinata da ciò che incontro, mi piace scoprire posti nuovi, culture diverse, gente nuova… amo viaggiare, ogni città ha il suo fascino e mi lascia sempre qualcosa nel cuore, quindi non rinunceremo ai nostri viaggi, questo è certo, ma dico solo che se non potessi più farlo, avrei comunque la gioia nel cuore perchè penso che non mi manchi niente nella mia vita, ho un compagno che amo da anni e che mi contraccambia, una casa meravigliosa, dei buoni amici, una famiglia che mi ama, dei suoceri con cui vado d’accordo, i miei cari amici animali che mi adorano e che rendono piena la mia vita… e un giorno avremo dei bimbi (spero presto) e… e…. non potrei chiedere di più!
Bene, dopo lo sfogo, passiamo alla ricetta: quando i miei genitori ci invitano a cena, io devo preparare il dolce!!! Mio papà è un golosone e quando vede una torta, i suoi occhi luccicano!!!!!
Avevo delle profumatissime pesche nel frigorifero, che quest’anno sto mangiando tantissimo e ho deciso di preparare un fresco tiramisù alle pesche ma, in versione torta!!!! Mio papà l’ha definito “delicato e veramente buono”!!!!!!!! Eccolo:

TIRAMISU’ ALLE PESCHE

Ingredienti:

Per la purea di pesche:

3 pesche grandi
90gr di zucchero semolato
Il succo di mezzo limone

Per la torta:

Una confezione intera di Pavesini
500gr di mascarpone
4 uova
120gr di zucchero a velo
Latte freddo
10 Amaretti
1 anello apribile senza fondo

Procedimento:
Sbucciate le pesche, tagliatele a pezzetti e mettetele in un pentolino, aggiungete il succo di mezzo limone e i 90gr di zucchero semolato. Accendete il fuoco e lasciate cuocere per 15 minuti.
Spegnete il fuoco e mettete le pesche nel frullatore per formare una purea.
Lasciate raffreddare e nel frattempo, prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi.
Montate i tuorli con lo zucchero a velo fino a formare una crema chiara e spumosa.
Aggiungete il mascarpone e mescolate bene.
A parte, montate gli albumi a neve con le fruste elettriche (dopo averle lasciate qualche minuto in freezer), con un pizzico di sale, che favorisce la montatura.
Versate gli albumi montati nella crema di mascarpone girando con una spatola dal basso verso l’alto cercando di non smontare il tutto.
Prendete un piatto grande, da portata e adagiatevi un anello apribile regolato su un diametro di circa 24 cm.
Foderate il fondo con uno strato di pavesini imbevuti nel latte freddo, poi fate uno strato con la metà della purea di pesche, distribuendola uniformemente.
Adesso utilizzate poco più di un terzo della crema di mascarpone e livellatela sopra alla purea di pesche.
Procedete con un altro strato di pavesini, uno strato di purea di pesche e uno strato di crema.
Per finire, fate un ultimo strato di pavesini, ricoperti con la crema rimasta.
Frullate e riducete in granella gli amaretti. Utilizzateli per ricoprire la torta.
Mettete in freezer per un’ora per facilitare l’indurimento della torta.
Se non avete un anello apribile potete utilizzare una normalissima teglia, come quella delle lasagne.