Carne/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Toma/ Vino

Polpettone di carne con uova sode

Amiche mie come state????
Ho deciso, domani mi licenzio!!! Si si lo faccio, sono stressata!!!
Ovviamente sto scherzando, non posso rinunciare al mio stipendio, e sinceramente non amo sentirmi una “mantenuta”. Ma ultimamente torno a casa la sera e sono sconvolta, mi sembra di avere poco tempo da dedicare a me stessa…. mi piacerebbe poter fare dolci ogni giorno, lo sapete che amo fare dolci!!! E mi piacerebbe ricavarmi un piccolo spazio per prendere lezioni di pasticceria, ma davvero non riesco… sto studiando attraverso i libri, e menomale che esistono!!!! E un giorno dopo l’altro ringrazio di stare bene e mi accontento di questo, perchè se mi fermo a pensare a quante cose potrei fare se fossi ricca, mi viene l’esaurimento!!!!
Ma ragazze, sudarsi le cose è meraviglioso, avere la soddisfazioni di poter dire “Me lo sono guadagnato”, è la cosa più bella del mondo!!!!
Non sono nata in una famiglia ricca e i miei gentitori mi hanno sempre insegnato il valore del denaro… i vestiti di marca che avevano i miei coetanei, non potevano permettersi di comprarmeli e così io mettevo da parte i risparmi e ogni tanto riuscivo a comprarmeli da sola… e adesso penso a quanti acquisti stupidi ho fatto solo per non sentirmi inferiore ai miei compagni di classe… se potessi tornare indietro cambierei tutto!!! Li darei ai miei genitori i risparmi, non li butterei in una negozio di vestiti firmati!!! 
Dopo le scuole superiori ho detto a mio papà: “Voglio iscrivermi all’Università! Ho bisogno di autostima e riuscire a laurearmi nei tempi mi darebbe una grande forza interiore” e lui ha risposto: “Se davvero ci tieni, vai a lavorare, metti da parte i soldi e quando ne avrai guadagnati abbastanza, potrai iscriverti all’Università”… NO COMMENT… Ma io non mi sono arresa… ho lavorato per 4 lunghi anni dopo il diploma e poi mi sono iscritta… continuando a lavorare ovviamente…. e ce l’ho fatta, senza andare fuori corso mi sono laureata, senza dover chiedere aiuto a nessuno ce l’ho fatta, senza scoraggiarmi, alzandomi alle 6:30 del mattino anche la domenica e studiando la notte se necessario, ce l’ho fatta e il giorno della tesi ho visto mio padre fiero di me, con gli occhi lucidi… mai soddisfazione fu più grande per me…
E tutto questo ve l’ho raccontato per farvi capire come sono… e per urlare al mondo che prima di chiedere aiuto a qualcuno (perchè così è più semplice), bisogna sempre provare a cadere e rialzarsi con le proprie forze…
Lo so, quando inizio a sfogarmi divento pesante, ma voi mi volete bene anche per questo, vero???
Oggi pubblico la ricetta di un polpettone che volevo fare da molto tempo ma che fino a domenica scorsa non avevo mai fatto. Adesso che l’ho provato, lo rifarò sicuramente, è una di quelle ricette che piacciono un po’ a tutti e se avanza, il giorno dopo lo si taglia a fette, si prepara un po’ di sughetto e lo si ricopre per bene… una goduria!!!

POLPETTONE DI CARNE CON UOVA SODE
Ingredienti:
1kg di macinato di suino
3 uova + 3 uova sode
2 Bicchieri di pane grattugiato
Formaggio grattugiato
Sale e pepe
50gr di toma a cubetti
250ml di vino bianco
Olio EVO
50gr di burro
Rosmarino
Procedimento:
Mettere in una ciotola la carne macinata, amalgamatela con 3 uova.
Aggiungere il pane grattuggiato, il formaggio grattugiato, sale, pepe, la toma a cubetti, e amalgamate il tutto.
Nel frattempo preparate le 3 uova sode.
A questo punto prendete un foglio di carta da forno e versateci sopra l’impasto.
Schiacciatelo con le mani e stendetelo per formare un rettangolo più lungo che largo.
Al centro del rettangolo disponete le 3 uova sode, nel senso della lunghezza.
Aiutandovi con la carta da forno, avvolgete le uova in modo da chiudere il polpettone e schiacciate leggermente per sigillare bene.
Preriscaldate il forno a 180 gradi.
Mentre il forno si scalda, prendete una teglia grande e rettangolare, mettetela sul fuoco con olio EVO  e burro, fate sciogliere il burro e poi rosolateci dentro il polpettone, facendo attenzione a non romperlo!!! Rosolatelo da entrami i lati per pochi minuti, poi ricopritelo con il vino bianco, aggiungete un goccio d’olio, insaporite con qualche rametto di rosmarino e procedete con la cottura in forno nel seguente modo:
180 gradi coperto con alluminio per 25 minuti.
Girate il polpettone, coprite ancora con alluminio e lasciatelo cuocere per altri 25 minuti.
Togliete il foglio d’alluminio, alzate la temperatura del forno a 190 gradi e proseguite con la cottura per gli ultimi 15 minuti.
Io gli ho anche dato un colpetto di baking per 3 minuti per creare la crosticina superiore che ci piace tanto!!!
Con questa ricetta partecipo al contest della dolce Ely nella categoria “I nuovi arrivati”

You Might Also Like

34 Comments

  • Reply
    Ely
    9 Ottobre 2012 at 21:29

    Sei splendida Morena.. davvero! Devi essere orgogliosa di te, ogni istante. I miei sinceri complimenti e che la vita ti sorrida e ti sostenga sempre.. perchè hai saputo dimostrarle quanto tieni ai tuoi bellissimi sogni. Ti abbraccio forte, con tanto affetto! 🙂 Sei da ammirare.. così come questo stupendo polpettone: una carica di energia e di gioia! Riposa bene, stella 🙂 Un bacio!

  • Reply
    Tiziana
    9 Ottobre 2012 at 22:09

    un gran carattere.. sei stata brava e risoluta, hai avuto la forza di rimetterti a studiare dopo 4 anni di lavoro.. complimenti!! è vero il polpettone piace a tutti ed è facilmente reciclabile.. quell'ovetto nel mezzo è stupendo!!! un bacio carissima

  • Reply
    Per incanto o per delizia
    9 Ottobre 2012 at 22:18

    Ciao Morena, ben ritrovata! Io sono sparita per un po', ma ora sono qui. Bello e sicuramente buonissimo questo polpettone, brava!

  • Reply
    Dory_Mary
    9 Ottobre 2012 at 22:21

    ha un aspetto invitante questo polpettone..io di solito lo faccio senza l'uovo sodo,ma mi sa ke la prossima volta proverò la tua ricettina…complimenti cara baci

  • Reply
    renata
    10 Ottobre 2012 at 3:22

    I miei complementi cara Morena!!!!!!!!!!!!
    Davvero!!!!!Già l'università non è semplice e lavorare e studiare è una condizione che a molti anzi a moltissimi risulta complicato tra stanchezza e orari ….Tu sei stata davvero brava e capisco l'orgoglio di tuo padre…
    quello che facciamo da ragazzini non conta(tutti vogliamo cose ….che a pensarle ora sembrano ridicole)…l'importante è la donna che sei diventata!!!!Quindi non ti arrendere!!!!!!!!!!!Forza bimba!!!!!!!!
    Il tuo polpettone è bellissimo con quell'uovo sodo nella fetta
    Ti abbraccio forte
    Un bacione

    PS hai fatto bene a sfogarti
    Ogni tanto ci vuole!!!!!!!!!!

  • Reply
    Claudia
    10 Ottobre 2012 at 5:35

    Buonoooo! gli ingredienti con toma e rosmarino mi ispirano molto molto 😉
    L'aspetto è invitante, bello compatto, con quel tocco di colore la centro…brava brava! il mio ragazzo lo adorebbe, si forse dovrei sostituire l'uovo con salsiccia o cose simili 🙁
    ma io voglio sapere di più sul trauma delle zucchine 😉
    Baci!

  • Reply
    Damiana
    10 Ottobre 2012 at 5:38

    Complimenti cara Morena,tu si che hai saputo cogliere il senso della vita!Vai avanti così e tutti i sacrifici ti saranno ripagati!Ed ora fammi riguardare meglio il polpettone,che presa dal tuo racconto,mi son distratta!!Un bacione cara!

  • Reply
    Cinzia
    10 Ottobre 2012 at 5:51

    Bravissima Morena! .. e non solo per il polpettone:-) Volere è potere, ed è proprio vero:-) un abbraccio e questa ricetta voglio provarla, come dici è un piatto che accontenta un pò tutti:-) Cinzia

  • Reply
    Maria Grazia
    10 Ottobre 2012 at 6:45

    Il tuo racconto mi da' un'ulteriore conferma: quando con persone che conosci appena (o che addirittura conosci solo virtualmente) si crea una certa empatia, poi si scopre che si hanno tante cose in comune, esperienze di vita che viaggiano sugli stessi binari. Il polpettone è sicuramente buonissimo, ma a casa mia le uova sode sono bandite, purtroppo, le mangio solo io. Me la conservi una fettina? Un abbraccio, buona giornata.

  • Reply
    ELENA
    10 Ottobre 2012 at 7:21

    tuo padre è come il mio … io non ero una grande studiosa quindi non ho fatto l'università ma appena smisi la scuola era giugno mi disse ti do tempo 15 giorni di riposo poi cercati un lavoro. Dopo 3 giorni ero già a lavoro e non ho mai smesso!!! oggi vedo che è la giornata del polpettone, mi piace tantissimo!!! Buona giornata Morena

  • Reply
    giovanna pisano
    10 Ottobre 2012 at 7:40

    Cara Morena la mia vita è un po' come la tua, io non mi sono laureata pero' mi son fermata al diploma,ultima di cinque figli quindi figurati , sei grande veramente e bravissima anche in cucina,un abbraccione 🙂

  • Reply
    Memole
    10 Ottobre 2012 at 7:43

    Ma che bello…e anche sfizioso!!!

  • Reply
    m4ry
    10 Ottobre 2012 at 7:59

    Morena cara..noi siamo il frutto delle nostre esperienze. La vita non è ne bella e ne brutta, la vita è la vita, e ci mette di fronte a tante prove..ma la soddisfazione di raggiungere traguardi per noi importati e farlo per noi stessi è una cosa meravigliosa. Sarebbe bello potersi alzare la mattina e dedicarci solo a quelle attività che ci piacciono, ma non è possibile, a noi è capitato un altro destino, ma questo non vuol dire che non possiamo comunque coltivare i nostri interessi con cura e amore.
    La vera forza per noi stessi, siamo noi stessi, ne sono convinta !
    Il tuo polpettone è fantastico..se non ti spiace, passo per pranzo 😉
    Ti abbraccio forte !

  • Reply
    SQUISITO
    10 Ottobre 2012 at 8:03

    golosissimo questo polpettone!
    bravissima!
    felice giornata!

  • Reply
    Claudia
    10 Ottobre 2012 at 9:52

    O mamma mia che super polpettone hai fatto!!! quanto mi piacciono.. son buoni caldi e freddi il giorno dopo! baci 🙂

  • Reply
    Zonzo Lando
    10 Ottobre 2012 at 10:15

    Puoi essere veramente fiera di te cara Morena. Sei stata bravissima e sicuramente tuo padre ne sarà orgoglioso 🙂 Continua così e non smettere di lottare. Anche io sul lavoro sono stressata, lavoro molto e le soddisfazioni a volte non arrivano.. ma va così, in attesa di tempi migliori. Buonissimo il polpettone, sempre molto apprezzato da tutti! Bacioni e buona giornata senza stress! 🙂

  • Reply
    La Cucina Imperfetta di Giuliana
    10 Ottobre 2012 at 11:21

    Brava Morena, sei davvero una bella persona, io forse ho avuto più privilegi di te (anzi sicuramente) ma adesso lavoro duro e la sera faccio le tue stesse considerazioni! Favoloso questo polpettone, fa tanto casa e famiglia!

  • Reply
    Roberta Morasco
    10 Ottobre 2012 at 12:03

    Cara Morena,
    oggi mi sa che siamo tutte in vena di malinconie e racconti (anche io..).
    Io sono cresciuta in una famiglia simile alla tua, dove le possibilità non erano molte e, da bambina, odiavo mettere i vestiti 'passati' dalle cugine più grandi…
    Però, vedo che l'hai assaporato, quello che poi si ottiene con le proprie capacità e forze, ha un sapore davvero diverso!
    Sei una bella persona, mi fa piacere averti incontrata (anche se virtualmente!).
    Non arrenderti mai, persegui sempre i tuoi obiettivi!
    Il polpettone è fantastico.
    Ciao!
    Roberta
    http://facciamocheerolacuoca.blogspot.it

  • Reply
    Bietolin@
    10 Ottobre 2012 at 12:09

    Ciao Morena, io ti capisco benissimo!!!
    Quanto mi piacerebbe potermi permettere di lavorare anche solo mezza giornata per poi potermi dedicare alla mia casa ed alla mia cucina, ma purtroppo non si può e si deve tenere botta!
    Io non ho fatto tutti i sacrifici che hai fatto tu per poterti laureare, avevo cominciato anche io l'università, fortunatamente pagata dai miei genitori, perchè volevo diventare infermiera, ma a metà della mia carriera universitaria ho dovuto abbandonare a malincuore perchè mi hanno diagnosticato la sclerosi multipla e non mi avrebbero consesso l'idoneità per svolgere la professione dei miei sogni e quindi mi sono dovuta buttare su un noiosissimo e normalissimo lavoro da impiegata, ma quanto è difficile dover sacrificare le proprie passioni per il lavoro e poter dedicare ai nostri interessi solo le poche energie che restano!!
    Ma per fortuna noi abbiamo i nostri blog, sono la nostra piccola rivincita, non credi?? Io non ho visto mio padre commuoversi alla tesi, ma quando ho realizzato per la mia nonna un libricino con le mie ricette (visto che lei ovviamente non ha internet e non può vedere il mio blog) credevo di dover costruire delle dighe…era improvvisamente diventata una fontana!!!
    Forza e coraggio e non ti preoccupare se ti sfoghi con noi…bene o male lo facciamo tutte no?!?
    A presto, un abbraccio forte
    Bietolin@

    P.S. fanc..o alla sclerosi multipla, se rinasco studio per diventare pasticcera 😉

  • Reply
    limone & caffé
    10 Ottobre 2012 at 15:53

    Ciao Morena, ho tanti esempi davanti di persone che hanno sempre avuto tutto sul piatto d'argento, a loro basta schioccare le dita e tutto si materializza ai loro piedi, grazie a papà e mamma che esaudiscono ogni loro desiderio. Uno pensa che siano fortunati, ma io non credo sia così. In questo modo non capiscono il valore delle cose, del sacrificio, della dedizione, della passione. E il loro atteggiamento verso la vita, verso quelli che come te hanno davvero lottato per avere ciò che desiderano, è di immatura superficialità. Sul momento si può pensare che ci è stato fatto un torto, ma a conti fatti credo che il vero torto l'ha subito chi non è potuto crescere, sviluppare il proprio carattere, chi è rimasto un bambino di 6 anni, coetaneo dei propri figli, a 38-40 anni. Grazie al sudore del tuo lavoro sei una persona migliore, molto migliore di quanto saresti stata se avessi avuto tutto senza alcuno sforzo. E se fossi in te sarei orgogliosa di quello che sei!
    E anche del polpettone che è spaziale!!!!! ;o)
    Baci
    Valeria

  • Reply
    giovanna
    10 Ottobre 2012 at 16:15

    Bravissima Morena!!!! Io ammiro tanto le persone che riescono da sole, con il loro impegno e devi dire grazie a tuo padre che ti ha fatto capire che ce la potevi fare senza il suo aiuto. Certo è che non tutti ci riescono perchè alla base ci vuole determinazione, intelliigenza e buona volontà. Tutte doti che tu hai e devi essere fiera di te stessa anche dei tuoi periodi no. Il tuo polpettono si presenta proprio bene, l'uovo sodo al centro, ci sta proprio bene. Complimenti e in bocca a lupo per tutto. Ciao.

  • Reply
    Dolcemeringa Ombretta
    10 Ottobre 2012 at 17:12

    Sei una grande !!! Anche i miei non hanno potuto darmi quello che volevano perché i soldi erano pochi, ma tirandomi su le maniche c'è l ho fatta anche io:) capisco la tua fatica e la soddisfazione quando si riesce in un obbiettivo! Ti ammiro tanto anche per il tuo spirito sempre allegro e che non molla mai!
    Che polpettone !!!! Ho già fameeeee:)
    Un abbraccio tesoro

  • Reply
    Gio
    10 Ottobre 2012 at 17:24

    a volte non ce la fai più, ma poi pensi allo stipendio e ti dici: stringi i denti, ti capisco
    meglio consolarsi con una fetta di questo coreografico polpettone gnam!

  • Reply
    Simona
    10 Ottobre 2012 at 18:16

    Ciao Morena, non ti conosco personalmente ma penso tu sia proprio una bella persona…complimenti per tutto ciò che hai fatto!!!
    Questo polpettone è assolutamente da provare!!! È favoloso!
    Un bacione!

  • Reply
    Ivana
    10 Ottobre 2012 at 19:36

    Cara Morena,
    complimenti davvero per il tuo carattere e la tua determinazione, devi essere veramente molto orgogliosa di te stessa! E' sicuramente molto dura lavorare e studiare contemporaneamente e quando si giunge alla meta, come hai fatto tu, dobbiamo solo andare fieri di noi stessi….. Brava More!!!
    Bè… cosa dire del tuo polpettone: fantastico, poi dimmi chi non ama il polpettone, così poi??? Bacioni, ^.^

  • Reply
    Yrma
    11 Ottobre 2012 at 7:37

    Ho quasi le lacrime agli occhi leggendoti tesorina mia…quante cose abbiamo in comune!!!!Anche questa, forse la piu bella…di lottare!!!!Di dare valore alle cose che abbiamo…di sentirci fiere di quello che con sudore siamo diventate!! Per il lavoro….mi sento come te una guerriera già solo perchè riesco a postare di tanto in tanto e andare in (pochi) bloog delle mie amiche…Ultimamente è cosi ma…noi lottiamo!!!Ed io ti mando tutto il mio sostegno!!!!Tutta la mia amicizia ed il mio affetto per te….TVB!!!!!!

  • Reply
    Dana Ruby
    11 Ottobre 2012 at 10:19

    come capisco le tue parole e le approvo in pieno, la ricetta è passata in secondo piano, ma sono sicura sarà una delizia!

  • Reply
    Barbapapà, Luna e Blade!
    11 Ottobre 2012 at 10:38

    Dolce che sei Morena e puoi camminare a testa alta ed essere fiera di te ogni giorno! Anche mio papà e mia mamma mi hanno insegnato il valore dei soldi e che le cose vanno conquistate con fatica, diffidando di tutto quello che ci vien dato con troppa facilità! Ottimo polpettone 😀 che bontà divina!

  • Reply
    Artù
    11 Ottobre 2012 at 10:59

    Innanzitutto complimenti per la tua bravura, la tua caparbietà e l'impegno che ci hai messo…io a causa della crisi sono stata messa part time, pur di non pesare su mio marito non mi sono più comprata niente, ma la rata del mutuo l'ho sempre messa per metà come da quando l'abbiamo aperto….spero in tempi migliori…

    ps. ottimo il tuo polpettone!!

  • Reply
    Bietolin@
    11 Ottobre 2012 at 11:51

    Ciao Tesora,
    non devi sentirti stupida per quello che hai scritto, ognuno ha i suoi crucci ed i problemi ognuno li sente in modo diverso! e non è vero che se c'è la salute il resto non ha importanza; la salute è molto importante, su questo non ci piove, ma non è detto che quando c'è la salute ci sia anche la felicità…a volte si può soffrire dentro anche con una salute di ferro!! E' vero non ci conosciamo bene, ma mi sembri una bellissima persona, quindi non ti voglio più sentir dire che ti senti stupida, ok???

    Hai ragione, bisognerebbe far capire alla gente cosa significa vivere in determinati modi, ma non sempre è facile, soprattutto quando hai una malattia che "da fuori" non si vede a meno che tu non sia in condizioni disastrose…io come ti sarai accorta non ho molti problemi a parlarne infatti qualche giorno fa ho pubblicato anche un post per pubblicizzare "Una mela per la vita" un'iniziativa dell'AISM che si terrà proprio questo week-end in tutte le maggiori piazze italiane (è una vendita di mele, di beneficenza, per raccogliere i fondi per la ricerca, se ti va di leggere il mio post, se non l'hai già visto, lo trovi qui: http://bietolinaincucina.blogspot.it/2012/10/filetto-di-maiale-alle-mele-ed-un.html ) non è molto, ma cerco di darmi da fare come posso!!!

    A presto, un abbraccio
    😀

  • Reply
    Ely Valsecchi
    11 Ottobre 2012 at 11:55

    Morena grazie! Grazie per la ricetta ma soprattutto per le parole meravigliose che hai scritto, la mia situazione è stata la stessa da ragazza e fino a quando non mi sono sposata non ho mai avuto a disposizione dei soldi miei, mi mantenevano i miei genitori e il resto si metteva via… Così ho potuto comperarmi una casa con il mutuo e proprio quest'anno che ho finito, quando è arrivata la lettera che chiudeva il prestito mi sono sentita orgogliosa, di me e di mio marito perchè a 40 anni non è da tutti avere una casa propria con tre figli ancora in tenera età. I miei genitori hanno sempre detto che le cose bisogna guadagnarsele con il sudore e la fatica, i soldi facili non sono una buona compagnia…. Detto questo ti rifaccio i complimenti per questo polpettone delizioso e anche tanto scenografico! Appena riesco inserisco la ricetta! Baci

  • Reply
    Lory
    11 Ottobre 2012 at 15:49

    Adoro il polpettone, in tutte le sue varianti… e questo è fantastico!!! :o)
    Per quanto riguarda il tuo sfogo, posso dirti che, avendo a che fare con i giovani d'oggi tutti i giorni, le cose sono… peggiorate… nonostante i tempi di crisi… Ragazzini che per l'esame di terza media vedono materializzarsi regali da 500-600 euro, come se fosse la cosa più normale del mondo… E questo è solo uno dei tanti esempi che potrei citare… Complimenti a te, che hai saputo rimboccarti le maniche e raggiungere tutti i traguardi che ti sei prefissata!!! :o)

  • Reply
    sississima
    11 Ottobre 2012 at 17:00

    buono, e che bell'effetto con l'uovo all'interno, invoglia proprio all'assaggio, un abbraccio SILVIA

  • Leave a Reply